Validità della clausola di retroattività del D.M. 16 maggio 1997 | Chimici.info

Validità della clausola di retroattività del D.M. 16 maggio 1997

Validità della clausola di retroattività del D.M. 16 maggio 1997 recante rettifica al D.M. 8 maggio 1996 concernente: "Determinazioni delle tariffe spettanti all'Istituto superiore per la prevenzione e la sicurezza del lavoro per prestazioi rese.."
Decreto Ministeriale

IL MINISTRO DELLA SANITA’Vista la legge 23 dicembre 1978, n.
833 concernente l’istituzione del Servizio sanitario nazionale;Visto
il decreto del Presidente della Repubblica 31 luglio 1980, n. 619,
concernente l’istituzione dell’Ispesl;Visto il decreto-legge 30 giugno
1982, n. 390 convertito con modificazioni nella legge 12 agosto 1982,
n. 597;Visto il decreto legislativo 30 giugno 1993, n. 268 riguardante
il riordino dell’Ispesl;Visto il decreto del Presidente della
Repubblica 18 aprile 1994, n. 441 riguardante il regolamento
concernente l’organizzazione, il funzionamento e la disciplina delle
attività dell’Ispesl;Visto l’art. 5, comma 12 della legge 29
dicembre 1990, n. 407, che demanda al Ministro della sanità la
determinazione delle tariffe spettanti all’Istituto superiore per la
prevenzione e la sicurezza del lavoro per prestazioni rese a richiesta
e ad utilità dei soggetti interessati;Visto il proprio decreto
14 febbraio 1991 "Determinazioni delle tariffe e dei diritti
spettanti al Ministero della sanità, all’Istituto superiore di
sanità ed all’Istituto superiore per la prevenzione e la
sicurezza del lavoro, per prestazioni rese a richiesta e ad
utilità dei soggetti interessati";Visto in particolare
l’art. 19 "Servizi a pagamento" del decreto del Presidente
della Repubblica 18 aprile 1994 n. 441 "Regolamento concernente
l’organizzazione, il funzionamento e la disciplina delle
attività relative a compiti dell’Ispesl in attuazione dell’art.
2, comma 2 del decreto legislativo 30 giugno 1993, n. 268", che
prevede l’aggiornamento delle tariffe almeno secondo l’indice Istat
riscontrato nel mese di dicembre dell’anno precedente;Visto il
provvedimento del Comitato tecnico scientifico adottato in data 27
marzo 1996;Visto il proprio decreto 8 maggio 1996 "Determinazioni
delle tariffe e dei diritti spettanti all’Istituto superiore per la
prevenzione e la sicurezza del lavoro per prestazioni rese a richiesta
ed utilità dei soggetti interessati" (pubblicato nel
supplemento ordinario n. 86 alla Gazzetta Ufficiale – serie
generale – n. 125 del 30 maggio 1996);Visto il provvedimento del
Comitato tecnico scientifico adottato in data 13 dicembre 1996;Visto
il proprio decreto 16 maggio 1997 "Rettifica al decreto
ministeriale 8 maggio 1996 concernente determinazioni delle tariffe
spettanti all’Istituto superiore per la prevenzione e la sicurezza del
lavoro per prestazioni rese a richiesta ed utilità dei soggetti
interessati" (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – serie
generale – n. 122 del 28 maggio 1997);Ritenuto che con il suddetto
decreto 16 maggio 1997 sono state apportate, come esplicitato dal
preambolo, alcune rettifiche formali dovute ad errori materiali di
trascrizione ed incompletezza del testo;Ritenuto che la rettifica
apportata alla tariffa quinta – voce 5.4 pagina 11 si configura quale
modifica di carattere sostanziale e non già di carattere
formale del decreto 8 maggio 1996;Considerato che con il decreto di
rettifica sono state apportate le necessarie ed opportune correzioni
per l’eliminazione di errori meramente materiali del precedente
decreto 8 maggio 1996;Considerato che la clausola di
retroattività è da ritenersi valida solo per le
rettifiche di carattere formale contenute nello stesso
decreto;Ravvisata la necessità, anche ai fini di autotutela, di
provvedere all’annullamento della retroattività della rettifica
della tariffa quinta, voce 5.4, pagina 11, per insussistenza dei
requisiti richiamati nel preambolo del decreto 16 maggio
1997;Decreta:Art. 1Il decreto 16 maggio 1997 – Rettifica al
decreto ministeriale 8 maggio 1996 concernente "Determinazioni
delle tariffe spettanti all’Istituto superiore per la prevenzione e la
sicurezza del lavoro per prestazioni rese a richiesta ed
utilità dei soggetti interessati" non ha effetto
retroattivo nella parte recante la rettifica di cui a pag. 11 –
Tariffa quinta, voce 5.4.Tale rettifica opera, pertanto, dal 28 maggio
1997, data di entrata in vigore del decreto ministeriale 16 maggio
1997.

Validità della clausola di retroattività del D.M. 16 maggio 1997

Chimici.info