Trasporti stradali di materie fissili speciali e di materie radioattive

Trasporti stradali di materie fissili speciali e di materie radioattive - Procedura per il rilascio delle autorizzazioni
Circolare Ministeriale

L’art. 5 della legge 31 dicembre 1962, n. 1860, sull’impiego
pacifico dell’energia nucleare stabilisce che il trasporto delle
materie fissili speciali e delle materie radioattive, in
quantità soggetta all’obbligo della denunzia prevista dall’art.
3 della stessa legge, deve essere effettuato da vettori terrestri,
marittimi ed aerei autorizzati con decreto del Ministro per
l’industria e il commercio, rispettivamente di concerto con il
Ministro per i trasporti e per l’aviazione civile e con il Ministro
per la marina mercantile.Il suddetto art. 5 della legge n.
1860/1962 stabilisce, inoltre, che possono essere concesse speciali
autorizzazioni per i trasporti singoli a vettori che siano di volta in
volta autorizzati con provvedimento del Ministro per l’industria e il
commercio, di concerto con il Ministro interessato.In attesa della
emanazione delle norme regolamentari previste dall’ultimo comma del
citato art. 5 della legge n. 1860/1962, si è ravvisata la
necessità di disciplinare, nel quadro delle disposizioni
legislative che regolano la materia, la procedura relativa al rilascio
delle autorizzazioni per i trasporti stradali di cui trattasi.A tale
scopo questo Ministero, a modifica della precedente circolare n. 2,
protocollo n. 640843, in data 18 marzo 1963, stabilisce le seguenti
disposizioni.Sezione I – Autorizzazione permanenteA) La richiesta
per ottenere l’autorizzazione permanente deve essere fatta mediante
apposita domanda su carta da bollo, diretta al Ministero
dell’industria e del commercio – Direzione generale delle fonti di
energia e delle industrie di base.La domanda deve contenere la
indicazione delle generalità o del domicilio del richiedente.
Ove trattasi di persona giuridica, nella domanda debbono indicarsi la
denominazione o ragione sociale, la sede, gli scopi, nonché le
generalità del legale rappresentante.Il richiedente deve,
inoltre, dichiarare esplicitamente nella domanda di essere a
conoscenza delle prescrizioni tecniche contenute nella circolare del
Ministero dei trasporti e dell’aviazione civile – Ispettorato generale
della motorizzazione civile e dei trasporti in concessione – n.
811965, Protocollo n. 1196/2381/1, in data 1° febbraio 1965, e di
impegnarsi a rispettarle.Alla domanda debbono essere allegate due
copie della stessa in carta semplice, nonché la seguente
documentazione:1) titoli che dimostrino il possesso di adeguati
requisiti tecnici ed economici;2) qualora trattasi di persona
giuridica, copia dell’atto costitutivo e dello statuto rilasciata dal
competente Tribunale;3) qualora trattasi di ditta iscritta nel
registro delle ditte tenuto dalla Camera di commercio, industria e
agricoltura, certificato dal quale risulti detta
iscrizione;4) dichiarazione, in duplice copia, dell’Ispettorato
compartimentale della motorizzazione civile attestante il possesso da
parte del richiedente di veicoli idonei e in regola con
l’autorizzazione al trasporto merci; oppure copie fotostatiche delle
carte di circolazione dei veicoli convalidate dal predetto Ispettorato
compartimentale, dalle quali possa rilevarsi quanto
sopra;5) dichiarazione, in duplice copia, della Prefettura,
attestante che il richiedente ha alle proprie dipendenze autisti che
abbiano conseguito da almeno tre anni la patente di guida, oppure
fotocopie delle patenti dei predetti autisti vistate dall’Ispettorato
compartimentale della motorizzazione civile, dalle quali risulti la
predetta anzianità di patente;6) dichiarazione, in triplice
copia, del Comando provinciale dei vigili del fuoco attestante le
disponibilità da parte della ditta di idonee
autorimesse;7) elencazione, in triplice copia, dei trasporti di
sostanze radioattive effettuati negli ultimi due anni, con
l’indicazione degli estremi di ciascuna
autorizzazione;8) elencazione, in triplice copia, delle
attrezzature di sicurezza nucleare e di protezione sanitaria, della
qualificazione e dei compiti del personale addetto alla organizzazione
e alla esecuzione dei trasporti e all’uso della strumentazione.