TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE 22 dicembre 2008, n. 200 - Testo del decreto-legge 22 dicembre 2008, n. 200 (nel supplemento ordinario n. 282/L alla Gazzetta Ufficiale n. 298 del 22 dicembre 2008), coordinato con la legge di conversione 18 febbraio 2009, n. 9 (in questo stesso supplemento ordinario alla pag. 1), recante: «Misure urgenti in materia di semplificazione normativa». (GU n. 42 del 20-2-2009 | Chimici.info

TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE 22 dicembre 2008, n. 200 – Testo del decreto-legge 22 dicembre 2008, n. 200 (nel supplemento ordinario n. 282/L alla Gazzetta Ufficiale n. 298 del 22 dicembre 2008), coordinato con la legge di conversione 18 febbraio 2009, n. 9 (in questo stesso supplemento ordinario alla pag. 1), recante: «Misure urgenti in materia di semplificazione normativa». (GU n. 42 del 20-2-2009

TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE 22 dicembre 2008, n. 200 - Testo del decreto-legge 22 dicembre 2008, n. 200 (nel supplemento ordinario n. 282/L alla Gazzetta Ufficiale n. 298 del 22 dicembre 2008), coordinato con la legge di conversione 18 febbraio 2009, n. 9 (in questo stesso supplemento ordinario alla pag. 1), recante: «Misure urgenti in materia di semplificazione normativa». (GU n. 42 del 20-2-2009 - Suppl. Ordinario n.25)

TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE 22 dicembre 2008 , n. 200

Testo del decreto-legge 22 dicembre 2008, n. 200 (nel supplemento
ordinario n. 282/L alla Gazzetta Ufficiale n. 298 del 22 dicembre
2008), coordinato con la legge di conversione 18 febbraio 2009,
n. 9 (in questo stesso supplemento ordinario alla pag. 1),
recante: «Misure urgenti in materia di semplificazione normativa».

Avvertenza:
Il testo coordinato qui pubblicato e’ stato redatto dal Ministero
della giustizia ai sensi dell’art. 11, comma 1 del testo unico delle
disposizioni sulla promulgazione delle leggi, sull’emanazione dei
decreti del Presidente della Repubblica e sulle pubblicazioni
ufficiali della Repubblica italiana, approvato con D.P.R. 28 dicembre
1985, n. 1092, nonche’ dell’art. 10, commi 2 e 3, del medesimo testo
unico, al solo fine di facilitare la lettura sia delle disposizioni
del decreto-legge, integrate con le modifiche apportate dalla legge
di conversione, che di quelle modificate o richiamate nel decreto,
trascritte nelle note. Restano invariati il valore e l’efficacia
degli atti legislativi qui riportati.
Le modifiche apportate dalla legge di conversione sono stampate
con caratteri corsivi.
Tali modifiche sul video sono tra i segni (( … )).
A norma dell’art. 15, comma 5, della legge 23 agosto 1988, n. 400
(Disciplina dell’attivita’ di Governo e ordinamento della Presidenza
del Consiglio dei Ministri), le modifiche apportate dalla legge di
conversione hanno efficacia dal giorno successivo a quello della sua
pubblicazione.

Art. 1.

Banca dati pubblica e gratuita della normativa vigente

1. Sulla base delle intese gia’ acquisite tra la Presidenza del
Consiglio dei Ministri e le Presidenze della Camera dei deputati e
del Senato della Repubblica, il Ministro per la semplificazione
normativa promuove, assume e coordina le attivita’ volte a realizzare
l’informatizzazione e la classificazione della normativa vigente per
facilitarne la ricerca e la consultazione gratuita da parte dei
cittadini, (( secondo le finalita’ di cui all’articolo 107 della
legge 23 dicembre 2000, n. 388. Le Amministrazioni della Camera dei
deputati e del Senato della Repubblica, sulla base delle medesime
intese, collaborano per l’attuazione delle suddette iniziative. Il
Ministro per la semplificazione normativa assicura, )) altresi’, la
convergenza presso il Dipartimento degli affari giuridici e
legislativi della Presidenza del Consiglio dei Ministri di tutti i
progetti di informatizzazione e di classificazione della normativa
statale e regionale in corso di realizzazione da parte delle
amministrazioni pubbliche. (( Per quanto riguarda la normativa
regionale, la convergenza e’ realizzata in cooperazione con la
Conferenza dei presidenti delle assemblee legislative delle regioni e
delle province autonome. ))
2. Al fine di assicurare la piena convergenza delle attivita’
connesse all’attuazione del programma di cui al comma 1 e la massima
efficienza nell’utilizzo delle relative risorse, il Ministro per la
semplificazione normativa adotta, entro centottanta giorni dalla data
di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto,
uno o piu’ decreti finalizzati:
a) alla razionalizzazione, sentito il Ministro per la pubblica
amministrazione e l’innovazione, delle attivita’ degli organismi e
degli enti statali operanti nell’ambito delle materie di cui al comma
1 e alla individuazione delle modalita’ di utilizzo del personale
delle pubbliche amministrazioni statali gia’ impegnato nel programma
di cui al comma 1;
b) al coordinamento con le attivita’ in corso per l’attuazione
dell’articolo 14 della legge 28 novembre 2005, n. 246;
c) alla determinazione di concerto con il Ministro della
giustizia, dei criteri per l’adozione delle procedure connesse alla
pubblicazione telematica degli atti normativi nella prospettiva del
superamento dell’edizione a stampa della Gazzetta Ufficiale, anche ai
sensi di quanto disposto dall’articolo 27, comma 2, del decreto-legge
25 giugno 2008 n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6
agosto 2008, n. 133.
3. Le attivita’ del programma sono finanziate con le risorse del
fondo istituito ai sensi dell’articolo 107 della legge 23 dicembre
2000, n. 388, ed iscritte nel corrispondente capitolo di spesa del
bilancio di previsione della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
(( Non e’ in alcun caso consentito il finanziamento, a carico di
bilanci pubblici, di progetti di classificazione e di accesso alla
normativa vigente non rientranti nell’ambito delle attivita’
coordinate ai sensi del presente decreto. ))
4. Il comma 584 dell’articolo 2 della legge 24 dicembre 2007, n.
244, e successive modificazioni, e’ abrogato.

Riferimenti normativi:
– Si riporta il testo dell’art. 107 della legge 23
dicembre 2000, n. 388 (Disposizioni per la formazione del
bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge
finanziaria 2001), pubblicata nella Gazzetta Ufficiale 29
dicembre 2000, n. 302, supplemento ordinario:
«Art. 107 (Informatizzazione della normativa vigente). –
1. E’ istituito presso la Presidenza del Consiglio dei
Ministri un fondo destinato al finanziamento di iniziative
volte a promuovere l’informatizzazione e la classificazione
della normativa vigente al fine di facilitarne la ricerca e
la consultazione gratuita da parte dei cittadini, nonche’
di fornire strumenti per l’attivita’ di riordino normativo.
A favore del fondo e’ autorizzata la spesa di lire 25
miliardi per il quinquennio 2001-2005 nella misura di lire
5 miliardi per ciascuno degli anni dal 2001 al 2005. Il
programma, le forme organizzative e le modalita’ di
funzionamento del fondo sono determinati con decreto del
Presidente del Consiglio dei Ministri, previa intesa con il
Presidente del Senato della Repubblica e con il Presidente
della Camera dei deputati. Ulteriori finanziamenti possono
essere attribuiti al fondo da soggetti pubblici e privati,
con le modalita’ stabilite dallo stesso decreto.».

Art. 2.

Abrogazioni espresse

(( 1. A decorrere dal 16 dicembre 2009 sono o restano abrogate le
disposizioni elencate nell’Allegato 1, salva l’applicazione dei commi
14 e 15 dell’articolo 14 della legge 28 novembre 2005, n. 246.
1-bis. Ai fini dell’adozione dei decreti legislativi di cui
all’articolo 14, comma 14, della legge 28 novembre 2005, n. 246, il
Ministro per la semplificazione normativa, sentito il Ministro
dell’economia e delle finanze, verifica la natura e le finalita’ dei
soggetti che ricevono finanziamenti a carico del bilancio dello
Stato. Ai fini di tale verifica, il Ministro per la semplificazione
normativa puo’ chiedere ai singoli soggetti indicazioni puntuali
circa l’utilizzo di tali fondi. All’esito di tali verifiche, il
Ministro per la semplificazione normativa, d’intesa con il Ministro
dell’economia e delle finanze, tiene conto di tali risultanze in sede
di adozione dei decreti legislativi di cui al primo periodo.
1-ter. Entro il 30 giugno 2009, il Ministro per la semplificazione
normativa trasmette alle Camere una relazione motivata concernente
l’impatto delle abrogazioni previste dal comma 1 sull’ordinamento
vigente, con riferimento ai diversi settori di competenza dei singoli
Ministeri. ))
2. Il Governo individua, con atto ricognitivo, le disposizioni di
rango regolamentare implicitamente abrogate in quanto connesse
esclusivamente alla vigenza degli atti legislativi inseriti
nell’Allegato 1. (( L’atto ricognitivo di cui al precedente periodo,
da adottare entro il 16 dicembre 2009, e’ trasmesso alle Camere
corredato di una relazione volta ad illustrare i criteri adottati
nella ricognizione e i risultati della medesima con riferimento ai
diversi settori di competenza dei singoli Ministeri.
2-bis. Al comma 1-bis dell’articolo 24 del decreto-legge 25 giugno
2008, n.112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto
2008, n.133, e’ aggiunto, in fine, il seguente periodo: «L’atto
ricognitivo di cui al presente comma, da adottare entro il 16
dicembre 2009, e’ trasmesso alle Camere corredato di una relazione
volta ad illustrare i criteri adottati nella ricognizione e i
risultati della medesima con riferimento ai diversi settori di
competenza dei singoli Ministeri». ))

Riferimenti normativi:
– Si riporta il testo dell’art. 14 della legge 28
novembre 2005, n. 246 (Semplificazione e riassetto
normativo per l’anno 2005), pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale 1° dicembre 2005, n. 280, supplemento ordinario:
«Art. 14 (Semplificazione della legislazione). – 1.
L’analisi dell’impatto della regolamentazione (AIR)
consiste nella valutazione preventiva degli effetti di
ipotesi di intervento normativo ricadenti sulle attivita’
dei cittadini e delle imprese e sull’organizzazione e sul
funzionamento delle pubbliche amministrazioni, mediante
comparazione di opzioni alternative.
2. L’AIR costituisce un supporto alle de…

[Continua nel file zip allegato]

TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE 22 dicembre 2008, n. 200 – Testo del decreto-legge 22 dicembre 2008, n. 200 (nel supplemento ordinario n. 282/L alla Gazzetta Ufficiale n. 298 del 22 dicembre 2008), coordinato con la legge di conversione 18 febbraio 2009, n. 9 (in questo stesso supplemento ordinario alla pag. 1), recante: «Misure urgenti in materia di semplificazione normativa». (GU n. 42 del 20-2-2009

Chimici.info