Recepimento della direttiva 2001/30/CE della Commissione del 2 maggio 2001 | Chimici.info

Recepimento della direttiva 2001/30/CE della Commissione del 2 maggio 2001

Recepimento della direttiva 2001/30/CE della Commissione del 2 maggio 2001 che modifica la direttiva 96/77/CE che stabilisce i requisiti di purezza specifici per gli additivi diversi dai coloranti e dagli edulcoranti. (GU n. 147 del 25-6-2002- Suppl. Ordinario n.132)

MINISTERO DELLA SALUTE

DECRETO 6 maggio 2002

Recepimento della direttiva 2001/30/CE della Commissione del 2
maggio 2001 che modifica la direttiva 96/77/CE che stabilisce i
requisiti di purezza specifici per gli additivi diversi dai coloranti
e dagli edulcoranti.

IL MINISTRO DELLA SALUTE
Visti gli articoli 5, lettera g) e 22 della legge 30 aprile 1962,
n. 283;
Visto l’art. 20 della legge 16 aprile 1987, n. 183;
Visto il decreto ministeriale 4 agosto 1997, n. 356, riguardante i
requisiti di purezza specifici degli additivi alimentari diversi dai
coloranti e dagli edulcoranti, cosi’ come modificato dal decreto 26
febbraio 2001, pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta
Ufficiale n. 108 dell’11 maggio 2001;
Visto il decreto ministeriale 27 febbraio 1996, n. 209,
concernente la disciplina degli additivi
alimentari consentiti nella preparazione e per la conservazione
delle sostanze alimentari in attuazione delle direttive n. 94/34/CE,
n. 94/35/CE, n. 94/36/CE, n. 95/2/CE e n. 95/31/CE modificato da
ultimo con il decreto 10 marzo 2000, n. 183;
Vista la direttiva 2001/30/CE della Commissione del 2 maggio 2001
recante modifica della direttiva 96/77/CE della Commissione che
stabilisce i requisiti di purezza specifici per gli additivi
alimentari diversi dai coloranti e dagli edulcoranti;
Ritenuto di dover procedere al recepimento della direttiva
sopracitata;
Sentito il Consiglio superiore di sanita’ che si e’ espresso nella
seduta del 26 febbraio 2002;
Decreta:
Art. 1.
1. Il decreto ministeriale 4 agosto 1997, n. 356, come modificato
dal decreto 26 febbraio 2001
pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n.
108 dell’11 maggio 2001, e’ modificato come segue:
a) all’allegato I sono aggiunte, in fine, le sostanze riportate
nell’allegato A del presente decreto;
b) all’allegato II sono inseriti i requisiti di purezza specifici
riportati nell’allegato B del presente decreto.
2. Gli additivi alimentari di cui all’allegato A immessi in
commercio o etichettati prima del 1 giugno 2002, non conformi alle
disposizioni del presente decreto, possono essere commercializzati
fino allo smaltimento delle scorte.
3. Sono abrogate le disposizioni del decreto del Ministro della
sanita’ 31 marzo 1965, pubblicato nel supplemento ordinario alla
Gazzetta Ufficiale n. 101 del 22 aprile 1965, modificato da ultimo
con il decreto 15 maggio 1995, n. 283 e del decreto 27 febbraio 1996,
n. 209 relative ai requisiti di purezza specifici degli additivi
alimentari elencati nell’allegato A del presente decreto.
Il presente decreto sara’ trasmesso alla Corte dei conti per la
registrazione e sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 6 maggio 2002
Il Ministro: Sirchia
Registrato alla Corte dei conti il 31 maggio 2002
Ufficio di controllo preventivo sui ministeri dei servizi alla
persona e dei beni culturali, registro n. 3, foglio n. 15

Allegato A

—-> Vedere allegato di pag. 7 Vedere allegato da pag. 8 a pag. 31

Recepimento della direttiva 2001/30/CE della Commissione del 2 maggio 2001

Chimici.info