Raccolta R-App. III ed. 1982 | Chimici.info

Raccolta R-App. III ed. 1982

Raccolta R-App. III ed. 1982 e Raccolta H-App. I ed. 1982 - Specifiche tecniche per la verifica di rispondenze delle valvole di intercettazione del combustibile per impianti ad acqua calda e surriscaldata: introduzione del concetto di serie.
Circolare Ministeriale

Da parte di taluni costruttori di valvole di intercettazione
del combustibile è pervenuta a questa Sede una proposta
tendente all’introduzione del concetto di serie nelle specifiche di
prova di cui all’oggetto medesimo.Tale proposta ha lo scopo di
limitare il numero dei componenti costituenti la serie da sottoporre a
prove, ciò in quanto i componenti stessi di dimensioni o forme
diverse sono progettati con criteri omogenei, soluzioni costruttive
simili e identiche caratteristiche di funzionamento (stesso elemento
sensibile e stesso meccanismo di comando).In relazione a quanto
precede, previo esame da parte del Gruppo di lavoro n. 2
"Dispositivi di protezione e controllo di cui alla Raccolta
R-H", costituito in seno al Comitato tecnico "Dispositivi di
sicurezza, protezione e controllo", acquisito in merito il parere
favorevole del Comitato tecnico espresso nella riunione del 21 marzo
1991, si dispone che per l’omologazione delle valvole di cui
all’oggetto venga applicato quanto contenuto nell’allegato dal quale
si rilevano la definizione del modello o serie di valvole di
intercettazione del combustibile, nonchè i criteri di scelta
dei componenti di ciascuna serie di dispositivi in questione da
sottoporre alle prove previste nelle specifiche di verifica di cui
alle citate Raccolte R ed H.Resta inteso che l’addebito relativo alla
verifica di una serie di dispositivi di cui trattasi riguarderà
esclusivamente i componenti della serie medesima sottoposti a prove e
scelti secondo i criteri previsti e conseguenti all’introduzione del
concetto di serie.AllegatoSerie di valvole di intercettazione del
combustibile per impianti ad acqua calda e surriscaldataPer modello o
serie di valvole di intercettazione del combustibile si intende il
gruppo di valvole di dimensioni e forme diverse, progettate con
criteri omogenei e soluzioni costruttive simili e identiche
caratteristiche di funzionamento, vale a dire:1) uguale tipo di
elemento sensibile e di guaina di protezione;2) uguale temperatura di
intervento di blocco in corrispondenza della quale la valvola
intercetta il flusso del fluido;3) uguale meccanismo di comando di
chiusura dell’otturatore;4) uguali limiti di temperatura e pressione
del fluido da intercettare;5) analogo comportamento in caso di avaria
dell’elemento sensibile, del tubo capillare o di altro organo che
determina l’intervento della valvola;6) uguale sistema di taratura
delle valvole tale da non permettere la manomissione.Criteri di scelta
dei componenti la serie da sottoporre alle proveLa scelta dei
componenti della serie di valvole da sottoporre a prove deve
rispondere ai seguenti criteri:a) serie comprendente n. 6 componenti:
prove su n. 2 valvole di cui una avente le dimensioni più
grandi;b) serie comprendente più di n. 6 componenti: prove su
n. 3 valvole di cui una avente le dimensioni più grandi.Per le
serie costituite da un numero di componenti con una gamma di
dimensioni molto estesa, è facoltà dell’Ispesl – sulla
base dei risultati delle prove effettuate sulle n. 3 valvole come
prescritto al precedente punto b) – di effettuare prove suppletive su
altre valvole componenti la serie medesima.

Raccolta R-App. III ed. 1982

Chimici.info