Prevenzione infortuni - Ponteggi metallici fissi | Chimici.info

Prevenzione infortuni – Ponteggi metallici fissi

Prevenzione infortuni - Ponteggi metallici fissi - Riconoscimento di efficacia ai fini della sicurezza del lavoro
Circolare Ministeriale

La disciplina legislativa vigente per la prevenzione degli
infortuni sul lavoro nel settore delle costruzioni – decreto
presidenziale n. 164 del 7 gennaio 1956 – prevede notoriamente la
regolamentazione organica della fabbricazione e dell’impiego dei
ponteggi metallici fissi, fabbricazione ed impiego sottoposti ad
autorizzazione ministeriale preventiva.Durante questi ultimi anni si
è dovuto constatare per l’evoluzione della tecnica di
realizzazione delle strutture di che trattasi nonché per la
migliore conoscenza del comportamento dal punto di vista della
stabilita delle strutture medesime che le disposizioni dianzi
richiamate appaiono talvolta non più comuni o adeguate alle
situazioni riscontrabili presso i cantieri di costruzione.Con
l’ausilio della Commissione consultiva permanente per la prevenzione
degli infortuni e l’igiene del lavoro e, per le implicazioni
eminentemente tecniche, del Consiglio nazionale delle ricerche, si
è individuata la procedura più conveniente per
assicurare, nell’ambito degli strumenti legislativi in vigore, il
tempestivo allineamento delle disposizioni relative ai ponteggi
metallici fissi secondo le cennate nuove esigenze.Dal punto di vista
tecnico, si è potuto rilevare che le tecniche di costruzione
ormai generalmente seguite nella realizzazione delle opere
provvisionali in oggetto, fermo restando i livelli di sicurezza
richiesti dalla legge, ammettono la possibilità di una
diversificazione dagli schemi dei ponteggi quali risultano dalle
disposizioni in vigore; precisamente tale diversificazione riguarda
specialmente la distanza reciproca dei traversi, le controventature
trasversali, la predisposizione di due correnti per ogni piano di
ponte, la superficie delle piastre di base e l’utilizzazione di tubi
saldati.Prendendo atto di ciò, si è ritenuto conveniente
per gli obiettivi sostanziali della sicurezza del lavoro, considerare
la possibilità di disciplinare le segnalate soluzioni
innovative. Conseguentemente, ricorrendo i presupposti oggettivi che
condizionano la facoltà del Ministro per il lavoro e la
previdenza sociale disciplinata all’ultimo comma dell’art. 395 del
decreto presidenziale n. 547 del 27 aprile 1955, si è
determinato di far luogo al riconoscimento dell’efficacia ai fini
della sicurezza delle soluzioni tecniche sopravvenute.La risultante di
detto orientamento è costituita dal decreto ministeriale in
data 2 settembre c.a. che si trasmette, per opportuna conoscenza, in
allegato alla presente. All’esame di detto provvedimento che
sarà pubblicato naturalmente nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana, si rinvia per la compiuta cognizione degli
effettivi termini delle soluzioni tecniche innovative
consentite.L’occasione è propizia per sottolineare come
l’adozione del provvedimento ministeriale predetto consentirà
di espletare senza alcun altra remora le procedure da tempo intraprese
in vista del rilascio delle autorizzazioni ministeriali alla
costruzione e all’impiego dei ponteggi metallici fissi secondo quanto
stabilito all’art. 30 del D.P.R. 7 gennaio 1956, n. 164 già
citate._________________________________________________________Vedi
D.M. 2 settembre 1968”Riconoscimento di efficacia di alcune
misure tecniche di sicurezza per i ponteggi metallici fissi,
sostitutive di quelle indicate nel decreto del Presidente della
Repubblica 7 gennaio 1956, n. 164 (G.U. 23 settembre 1968, n.
242).“

Prevenzione infortuni – Ponteggi metallici fissi

Chimici.info