PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE - DECRETO 6 dicembre 2005 | Chimici.info

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER L’INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE – DECRETO 6 dicembre 2005

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE - DECRETO 6 dicembre 2005 Modalita' di erogazione alle universita' dei cofinaziamenti destinati alla realizzazione di reti di connettivita' senza fili, alle modalita' di funzionamento del fondo di garanzia e alla procedura di acquisto del personal computer portatile e per l'erogazione del contributo governativo (Progetto «Un c@ppuccino per un pc»). (GU n. 30 del 6-2-2006)

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER L’INNOVAZIONE
E LE TECNOLOGIE

DECRETO 6 dicembre 2005

Modalita’ di erogazione alle universita’ dei cofinaziamenti destinati
alla realizzazione di reti di connettivita’ senza fili, alle
modalita’ di funzionamento del fondo di garanzia e alla procedura di
acquisto del personal computer portatile e per l’erogazione del
contributo governativo (Progetto «Un c@ppuccino per un pc»).

Capo I
Modalita’ di erogazione alle Universita’ dei cofinanziamentidestinati
alla realizzazione di reti di connettivita’ senza fili
IL MINISTRO PER L’INNOVAZIONE
E LE TECNOLOGIE
di concerto con
IL MINISTRO DELL’ISTRUZIONE,
DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA
e
IL MINISTRO DELL’ECONOMIA
E DELLE FINANZE
Visto il decreto-legge 30 giugno 2005, n. 115, recante disposizioni
urgenti per assicurare la funzionalita’ di settori della pubblica
amministrazione, convertito dalla legge 17 agosto 2005, n. 168, e in
particolare l’articolo 2-bis, il quale, al comma 1, prevede lo
stanziamento di appositi fondi per:
a) il cofinanziamento di progetti per la realizzazione di reti di
connettivita’ senza fili alle Universita’ per l’ammontare di 2,5
milioni di euro;
b) l’erogazione di un contributo di 200 euro per l’acquisto di
personal computer da parte degli studenti esenti dalle tasse e dai
contributi universitari per l’ammontare di 10 milioni di euro;
c)la costituzione di un fondo di garanzia per la copertura dei
rischi sui prestiti erogati agli studenti per l’acquisto del personal
computer, per l’ammontare di 2,5 milioni di euro e, al comma 2, che
con decreto di natura non regolamentare del Ministro per
l’innovazione e le tecnologie, di concerto con il Ministro
dell’istruzione dell’universita’ e della ricerca e con il Ministro
dell’economia e delle finanze sono stabilite, entro il limite delle
predette disponibilita’ finanziarie, le modalita’ di erogazione dei
cofinanziamenti alle Universita’, di erogazione del contributo per
l’acquisto del personal computer, di funzionamento del fondo di
garanzia, nonche’ di gestione e comunicazione delle iniziative;
Vista la deliberazione del Comitato dei Ministri per la societa’
dell’informazione del 7 luglio 2005 che destina 15 milioni di euro al
progetto – Un c@ppuccino per un PC – a valere sul competente capitolo
di bilancio della Presidenza del Consiglio dei Ministri –
Dipartimento per l’innovazione e le tecnologie, per incrementare la
diffusione e l’utilizzo di strumenti informatici da parte degli
studenti universitari;
Visto il decreto del Ministro per l’innovazione e le tecnologie in
data 22 luglio 2005 registrato alla Corte dei conti il 15 settembre
2005, registro n. 11, foglio n. 176, che individua tra i progetti di
rilevanza e di preminente interesse nazionale, da finanziare con il
Fondo di finanziamento dei progetti strategici nel settore
informatico, l’iniziativa denominata «Un c@ppuccino per un PC»
nell’ambito della linea strategica diretta all’alfabetizzazione degli
italiani;
Considerato che per la realizzazione degli obiettivi connessi allo
sviluppo ed all’estensione delle nuove tecnologie per favorire una
maggiore circolarita’ di informazioni, esperienze e cultura sono
state gia’ avviate e realizzate iniziative dirette
all’alfabetizzazione ed all’inclusione di numerose categorie di
cittadini;
Rilevato che a partire dalla legge 27 dicembre 2002, n. 289 (legge
finanziaria 2003), sono stati promossi e finanziati progetti per
incentivare la diffusione e l’utilizzo di strumenti informatici da
parte dei cittadini attraverso l’erogazione di incentivi e condizioni
agevolate a determinate categorie di utenti quali giovani, famiglie,
docenti, dipendenti pubblici e lavoratori subordinati, per l’acquisto
di personal computer e per il rilascio di certificazioni
informatiche;
Constatato che le iniziative adottate hanno trovato un ampio e
positivo riscontro da parte dei destinatari;
Considerato il positivo riscontro all’iniziativa «PC ai giovani» di
cui all’art. 4, comma 9, della legge 24 dicembre 2003, n. 350,
attuata con decreto del Ministro dell’economia e delle finanze di
concerto con il Ministro per l’innovazione e le tecnologie in data
19 maggio 2004;
Considerata l’opportunita’ che il Dipartimento per l’innovazione e
le tecnologie emani i provvedimenti che consentano il riuso di
soluzioni gia’ in uso e di proprieta’ della pubblica amministrazione;
Considerato che per l’individuazione del soggetto affidatario della
gestione del Fondo di garanzia si rende necessario il ricorso alla
procedura ad evidenza pubblica, nel rispetto della normativa
nazionale e comunitaria in materia di appalti pubblici di servizi;
Ravvisata la necessita’ di realizzare un piano coordinato e
condiviso con le universita’ per le attivita’ di comunicazione della
iniziativa avvalendosi anche del supporto della Conferenza dei
rettori delle universita’ italiane (CRUI) al fine di garantire
coerenza ed omogeneita’ delle attivita’ medesime a livello nazionale;
Decreta:
Art. 1.
Modalita’ di presentazione delle domande
di cofinanziamento da parte delle Universita’
1. Le universita’ statali e non statali legalmente riconosciute
possono presentare domanda per ottenere il cofinanziamento da parte
dello Stato dei progetti di cui all’art. 2-bis, comma 1, lettera a),
del decreto-legge 30 giugno 2005, n. 115, convertito dalla legge
17 agosto 2005, n. 168, finalizzati alla realizzazione di reti di
connettivita’ senza fili nelle aree ed edifici universitari, che
permettano ai docenti ed agli studenti di accedere gratuitamente a
servizi per la didattica avanzata e servizi amministrativi on line.
2. Le domande di partecipazione al bando di cofinanziamento sono
redatte sull’apposito modulo di cui all’allegato A del presente
decreto reperibile sul sito Internet del Ministero dell’istruzione,
dell’universita’ e della ricerca www.istruzione.it, sezione «Un
c@ppuccino per un PC». La domanda sottoscritta con firma digitale dal
legale rappresentante dell’Universita’ e’ inviata esclusivamente per
via telematica a: segreteria. dit@governo.it indicando nell’oggetto –
Progetto wireless nelle universita’ – entro il termine di giorni
trenta dalla data di pubblicazione del presente decreto nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Art. 2.
Valutazione dei progetti
1. Per la valutazione dei progetti di massima di cui all’art. 1,
presso il Dipartimento per l’innovazione e le tecnologie (in seguito
denominato: «Dipartimento»), e’ istituita una commissione di
valutazione composta da due rappresentanti designati dal Dipartimento
per l’innovazione e le tecnologie, un rappresentante designato dal
Ministero per l’istruzione l’universita’ e la ricerca, un
rappresentante designato dal Ministero dell’economia e delle finanze
e un rappresentante designato dalla Conferenza dei rettori delle
universita’ italiane.
2. La partecipazione alla commissione di valutazione e’ senza oneri
per l’amministrazione e non da’ diritto a rimborsi spese o a compensi
per i partecipanti.
3. All’esito della valutazione di merito, la graduatoria
predisposta dalla commissione di cui al comma 1, e’ approvata con
provvedimento del Capo del Dipartimento, che definisce l’ordine
decrescente dei progetti ammissibili fino al limite delle risorse
disponibili.

Art. 3.
Modalita’ di erogazione dei cofinanziamenti
alle Universita’
1. I cofinanziamenti concessi alle Universita’ sono erogati tramite
apposite convenzioni stipulate tra il Dipartimento e ciascuna
universita’.

Art. 4.
Durata del progetto e spese finanziabili
1. I lavori cofinanziati ai sensi del presente capo sono completati
entro dieci mesi dalla data di stipula della convenzione di cui
all’art. 3.
2. Per eccezionali cause di forza maggiore o per dimostrate
difficolta’ di ordine tecnico o tecnologico non prevedibili, il
Dipartimento puo’ autorizzare una sola proroga per non piu’ di cinque
mesi.
3. L’importo massimo del cofinanziamento e’ pari a 50.000,00 euro.

Art. 5.
Controlli
1. Il Dipartimento svolge attivita’ di controllo sull’attuazione
dei progetti.
2. A seguito dei risultati dei controlli di cui al comma 1, in caso
di mancata o difforme realizzazione del progetto nel termine di
durata progettuale di cui all’art. 4, commi 1 e 2, con provvedimento
del Dipartimento, sentito il Ministero dell’istruzione,
dell’universita’ e della ricerca, e’ disposta la revoca totale o
parziale del cofinanziamento concesso con rimborso delle somme
eventualmente anticipate.

Capo II
Modalita’ di funzionamentodel fondo di garanzia
Art. 6.
Costituzione e finalita’ del fondo di garanzia
1. E’ istituito presso il Dipartimento un fondo di garanzia
destinato alla copertura dei rischi sui prestiti erogati agli
studenti per l’acquisto di un personal computer …

[Continua nel file zip allegato]

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER L’INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE – DECRETO 6 dicembre 2005

Chimici.info