PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI - DIPARTIMENTO PER IL COORDINAMENTO DELLE POLITICHE COMUNITARIE - DECRETO 5 agosto 2010 | Chimici.info

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI – DIPARTIMENTO PER IL COORDINAMENTO DELLE POLITICHE COMUNITARIE – DECRETO 5 agosto 2010

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI - DIPARTIMENTO PER IL COORDINAMENTO DELLE POLITICHE COMUNITARIE - DECRETO 5 agosto 2010 Indicazione delle attivita' che sono escluse dall'applicazione del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 (codice dei contratti pubblici) a norma dell'articolo 219 dello stesso decreto legislativo. (10A13469) - (GU n. 270 del 18-11-2010 )

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI – DIPARTIMENTO PER IL
COORDINAMENTO DELLE POLITICHE COMUNITARIE

DECRETO 5 agosto 2010

Indicazione delle attivita’ che sono escluse dall’applicazione del
decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 (codice dei contratti
pubblici) a norma dell’articolo 219 dello stesso decreto legislativo.
(10A13469)

IL MINISTRO
PER LE POLITICHE EUROPEE

Vista la legge 23 agosto 1988, n. 400, recante disciplina
dell’attivita’ di Governo e ordinamento della Presidenza del
Consiglio dei Ministri;
Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 303, e successive
modificazioni, recante ordinamento della Presidenza del Consiglio dei
Ministri;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 7 maggio 2008,
concernente la nomina dei Ministri senza portafoglio;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 8 maggio
2008, come modificato dal decreto del Presidente del Consiglio dei
Ministri 21 maggio 2008, con il quale e’ stato conferito al Ministro
Onorevole Andrea Ronchi l’incarico per le politiche europee;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 13
giugno 2008 contenente delega di specifiche funzioni al Ministro
senza portafoglio Onorevole Andrea Ronchi per le politiche europee;
Visto l’articolo 30 della direttiva 2004/17/CE del Parlamento
europeo e del Consiglio del 31 marzo 2004, che coordina le procedure
di appalto degli enti erogatori di acqua e di energia, degli enti che
forniscono servizi di trasporto e servizi postali;
Visto l’articolo 219 del decreto legislativo 12 aprile 2006, n.
163, recante Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi
e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE;
Considerato che la Compagnia Valdostana delle Acque S.p.A. –
Compagnie Valdôtaine des eaux S.p.A. (in seguito denominata CVA) –
con domanda pervenuta alla Commissione europea in data 15 febbraio
2010 ha chiesto che venga stabilita l’applicabilita’ del paragrafo 1
dell’articolo 30 della direttiva 2004/17/CE all’attivita’ di
produzione e vendita all’ingrosso di energia elettrica in tutto il
territorio della Repubblica italiana, ovvero, in alternativa, nel
territorio della Zona Geografica Nord (di seguito denominata Zona
Nord), nonche’ all’attivita’ di vendita al dettaglio di energia
elettrica in tutto il territorio della Repubblica italiana;
Considerato che la Commissione europea con nota 22 febbraio 2010 n.
93379 ha informato lo Stato italiano di aver ricevuto la sopra citata
domanda da parte della CVA;
Considerato che con nota 15 aprile 2010 la Commissione europea ha
richiesto informazioni supplementari;
Considerato che con nota n. 3498 del 10 maggio 2010 il Dipartimento
per il coordinamento della politiche comunitarie ha trasmesso alla
Commissione europea le informazioni fornite dall’Autorita’ per
l’energia elettrica e il gas;
Considerato che con e-mail del 20 maggio 2010 il Dipartimento per
il coordinamento della politiche comunitarie ha trasmesso alla
Commissione europea il parere reso dall’Autorita’ garante della
concorrenza e del mercato;
Considerato che la Commissione europea ha adottato la decisione
2010/403/UE in data 14 luglio 2010 – pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale dell’Unione europea, serie L 186 del 20 luglio 2010 –
disponendo in particolare che la direttiva 2004/17/CE non si applica
agli appalti attribuiti da enti aggiudicatori e destinati a
consentire l’esecuzione delle seguenti attivita’ in Italia: a)
produzione e vendita all’ingrosso di energia elettrica nella Zona
Nord; b) fornitura di energia elettrica al dettaglio ai clienti
finali connessi in media, alta e altissima tensione sull’intero
territorio della Repubblica italiana;
Ritenuto pertanto che, ai sensi dell’articolo 219 del decreto
legislativo 12 aprile 2006, n. 163, recante Codice dei contratti
pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle
direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE, debba procedersi ad indicare le
attivita’ escluse dal campo di applicazione dello stesso Codice;

Decreta

Il decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, recante Codice dei
contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in
attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE non si applica
agli appalti attribuiti da enti aggiudicatori e destinati a
consentire l’esecuzione delle seguenti attivita’ in Italia: a)
produzione e vendita all’ingrosso di energia elettrica nella Zona
Nord; b) fornitura di energia elettrica al dettaglio ai clienti
finali connessi in media, alta e altissima tensione sull’intero
territorio della Repubblica italiana.
Roma, 5 agosto 2010

Il Ministro: Ronchi

Registrato alla Corte dei conti il 29 settembre 2010
Ministeri istituzionali, Presidenza del Consiglio dei Ministri,
registro n. 15, foglio n. 119

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI – DIPARTIMENTO PER IL COORDINAMENTO DELLE POLITICHE COMUNITARIE – DECRETO 5 agosto 2010

Chimici.info