PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI - COMMISSARIO STRAORDINARIO DI GOVERNO PER L'ANAGRAFE NAZIONALE BOVINA | Chimici.info

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI – COMMISSARIO STRAORDINARIO DI GOVERNO PER L’ANAGRAFE NAZIONALE BOVINA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI - COMMISSARIO STRAORDINARIO DI GOVERNO PER L'ANAGRAFE NAZIONALE BOVINA - ORDINANZA 13 gennaio 2004: Proroga del termine di scadenza della attivita' di certificazione da parte di ogni detentore della propria consistenza di stalla registrata nella Anagrafe nazionale bovina. (GU n. 13 del 17-1-2004)

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI – COMMISSARIO STRAORDINARIO DI
GOVERNO PER L’ANAGRAFE NAZIONALE BOVINA

ORDINANZA 13 gennaio 2004

Proroga del termine di scadenza della attivita’ di certificazione
da
parte di ogni detentore della propria consistenza di
stalla
registrata nella Anagrafe nazionale bovina.

Il
commissario straordinario di Governo
per l’Anagrafe
nazionale bovina

Visto il decreto del Presidente della Repubblica
30 aprile 1996, n.
317, recante norme per l’attuazione della
direttiva 92/102/CEE
relativa all’identificazione e alla
registrazione degli animali;
Visto il decreto legislativo 22
maggio 1999, n. 196, concernente
attuazione della direttiva
97/12/CE che modifica e aggiorna la
direttiva 64/432/CEE
relativa ai problemi di polizia sanitaria in
materia di scambi
intracomunitari di animali della specie bovina e
suina;
Visto il
regolamento (CE) n. 132/99 della Commissione del
21 gennaio
1999 recante modifica del regolamento 2630/97 per quanto
riguarda il
livello minimo dei controlli da eseguire nel contesto del
sistema di
identificazione e registrazione dei bovini;
Visto il regolamento
(CE) n. 1760/2000 del Parlamento europeo e del
Consiglio del 17
luglio 2000, che istituisce un sistema di
identificazione e
registrazione dei bovini e relativo
all’etichettatura
delle carni bovine e prodotti a base di carni
bovine, e che
abroga il regolamento (CE) n. 820/97 del Consiglio, in
particolare il
titolo I;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 19
ottobre 2000,
n. 437 recante modalita’ per l’identificazione e la
registrazione dei
bovini;
Visto il decreto-legge 22 ottobre 2001, n.
381, convertito in legge
con modificazioni dalla legge 21 dicembre
2001, n. 441, recanti
disposizioni urgenti concernenti l’Agenzia
per l’erogazione in
agricoltura (AGEA), l’Anagrafe bovina e l’Ente
irriguo umbro toscano;
Visto il decreto del Ministro della
salute e del Ministro delle
politiche agricole e forestali del 31
gennaio 2002;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio
dei Ministri di
nomina del Commissario dell’11 dicembre 2002;
Visto
il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri di
proroga
del mandato commissariale del 7 aprile 2003;
Visto il decreto del
Presidente del Consiglio dei Ministri di
proroga del mandato
commissariale del 19 dicembre 2003;
Tenuto conto che, ai sensi
del decreto ministeriale 31 gennaio
2002, il detentore o il suo
delegato sono pienamente responsabili sia
della veridicita’ che
della tempestiva registrazione di tutti gli
eventi inerenti ogni
movimentazione di capi in entrata ed in uscita
dall’azienda e che
si rende necessario conseguire il definitivo e
puntuale allineamento
dei contenuti informativi registrati nella
Banca dati nazionale
dell’Anagrafe bovina con l’effettiva consistenza
degli allevamenti
stessi;
Considerato che con accordo sottoscritto il 15 maggio 2002
da tutte
le parti rappresentate nel Comitato di cui all’art. 15 del
decreto
ministeriale 31 gennaio 2002 e’ stato stabilito un
preciso e
condiviso calendario operativo che prevedeva
l’allineamento della
consistenza di stalla nella BDN entro il 31
ottobre 2002;
Tenuto conto che l’attuazione di tale accordo ha
fatto riscontrare
difficolta’ operative tali che tuttora non
risulta totalmente
conseguito il predetto allineamento dei dati;

Considerato che gli interventi tecnico-organizzativi promossi
e
posti in essere consentono oggi di eseguire le operazioni
di
allineamento con le modalita’ previste dal citato
decreto
ministeriale 31 gennaio 2002;
Vista l’ordinanza del
Commissario straordinario di Governo per
l’Anagrafe nazionale
bovina sulla certificazione da parte di ogni
detentore della
propria consistenza di stalla registrata nella
Anagrafe
nazionale bovina del 19 giugno 2003. che stabilisce il
periodo
dal 15 luglio 2003 al 15 novembre 2003 per l’attivita’
di
certificazione;
Vista l’ordinanza del Commissario
straordinario di Governo per
l’Anagrafe nazionale bovina inerente
la proroga al 31 dicembre 2003
dei termini di scadenza delle attivita’
di certificazione da parte di
ogni detentore della propria
consistenza di stalla registrata nella
Anagrafe nazionale bovina,
emessa in data novembre 2003;
Considerata la richiesta di proroga
avanzata dal coordinatore del
sottogruppo interregionale per i
servizi veterinari del 14 novembre
2003;
Considerato che al 31
dicembre 2003 l’attivita’ di certificazione
non risulta in linea
con la tempistica prevista dall’ordinanza del
19 giugno 2003;

Ordina:
Art. 1.

Proroga del termine di scadenza della attivita’ di riscontro
della
consistenza della BDN con la situazione di stalla.
1. Il
termine di scadenza dell’attivita’ di verifica della Banca
dati
nazionale con la situazione di stalla e’ prorogato al
29
febbraio 2004.

Art. 2.

Disposizioni finali

1. Ad integrazione di quanto
previsto all’art. 3 dell’ordinanza del
Commissario straordinario di
Governo per l’Anagrafe nazionale bovina
del 19 giugno 2003, al
termine del periodo previsto per l’esecuzione
dell’attivita’ di
verifica della consistenza delle BDN con la
situazione di
stalla, si dovra’ procedere ai seguenti adempimenti:
a) a carico
del Centro servizi nazionale e’ posto l’obbligo di
produrre e
consegnare, per ogni regione, la lista di tutte le
posizioni per
le quali non risulti effettuata l’attivita’ di verifica
entro il 1°
marzo 2004;
b) i servizi veterinari delle Aziende unita’
sanitarie locali,
sulla base delle risultanze acquisite dagli
elaborati predisposti dal
CSN di cui al precedente punto a),
notificano ai responsabili
detentori delle posizioni di cui sopra la
situazione presente in BDN
entro il termine del 15 marzo 2004,
invitandoli alla verifica dei
dati contenuti entro quindici giorni
dalla ricezione;
c) laddove entro quindici giorni dalla
notifica i responsabili
detentori non abbiano provveduto a
comunicare variazioni, i servizi
veterinari delle Aziende unita’
sanitarie locali provvederanno ad
effettuare d’ufficio, sulla base
delle risultanze acquisite dagli
elaborati predisposti dal CSN di
cui al precedente punto a), la
validazione di tutte le posizioni
ancora non riscontrate;
d) per le attivita’ di cui al
precedente punto b), i servizi
veterinari delle Aziende unita’
sanitarie locali possono avvalersi
della collaborazione degli
organismi di cui all’art. 14 del decreto
del Ministro della salute e
del Ministro delle politiche agricole e
forestali 31 gennaio 2002.

Roma, 13 gennaio 2004
Il
commissario straordinario: Cursi

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI – COMMISSARIO STRAORDINARIO DI GOVERNO PER L’ANAGRAFE NAZIONALE BOVINA

Chimici.info