ORDINANZA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 9 febbraio 2007 | Chimici.info

ORDINANZA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 9 febbraio 2007

ORDINANZA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 9 febbraio 2007 - Disposizioni urgenti di protezione civile. (Ordinanza n. 3564). (GU n. 38 del 15-2-2007)

ORDINANZA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 9 febbraio 2007

Disposizioni urgenti di protezione civile. (Ordinanza n. 3564).

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI
Visto l’art. 5, commi 2 e 3 della legge 24 febbraio 1992, n. 225;
Visto l’art. 107 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112;
Visto il decreto-legge 7 settembre 2001, n. 343, convertito, con
modificazioni, dalla legge 9 novembre 2001, n. 401;
Visto il decreto-legge 9 ottobre 2006, n. 263, convertito, con
modificazioni, dalla legge 6 dicembre 2006, n. 290, recante: «Misure
straordinarie per fronteggiare l’emergenza nel settore dei rifiuti
nella regione Campania»;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data
27 dicembre 2006, con il quale lo stato di emergenza in ordine alla
situazione socio-economico-ambientale determinatasi nel bacino
idrografico del fiume Sarno e’ stato ulteriormente prorogato fino al
31 dicembre 2007;
Viste le ordinanze del Presidente del Consiglio dei Ministri n.
3270 del 12 marzo 2003, n. 3301 dell’11 luglio 2003, n. 3315 del
2 ottobre 2003, n. 3348 del 2 aprile 2004, 3364 del 13 luglio 2004,
n. 3378 del-l’8 ottobre 2004, n. 3382 del 18 novembre 2004, n. 3388
del 23 dicembre 2004, n. 3390 del 29 dicembre 2004, n. 3449 del
15 luglio 2005, n. 3452 del 1° agosto 2005, n. 3494 dell’11 febbraio
2006, n. 3506 del 23 marzo 2006, n. 3508 del 13 aprile 2006 e n. 3559
del 27 dicembre 2006;
Vista la nota del Generale Roberto Jucci – Commissario delegato
dell’11 gennaio 2007;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del
4 agosto 2006 con il quale e’ stato dichiarato lo stato di emergenza
determinatosi nel settore del traffico e della mobilita’ nel
territorio della capitale della Repubblica;
Vista l’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri del
26 settembre 2006, n. 3543, recante «Interventi urgenti di protezione
civile diretti a fronteggiare l’emergenza determinatasi nel settore
del traffico e della mobilita’ nel territorio della capitale della
Repubblica»;
Viste le note del direttore ufficio speciale «Emergenza traffico e
mobilita» del comune di Roma del 27 novembre e del 19 dicembre 2006
nelle quali viene rappresentata la necessita’ di apportare talune
modifiche alla predetta ordinanza del Presidente del Consiglio dei
Ministri n. 3543 del 2006;
Vista la nota del 1° febbraio 2007 del presidente della regione
Lazio;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data
27 dicembre 2006, con il quale gli stati d’emergenza concernenti gli
eventi sismici che hanno colpito il territorio delle regioni Molise e
Puglia, sono stati prorogati fino al 31 dicembre 2007;
Vista l’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3496
del 17 febbraio 2005, recante: «Ulteriori misure urgenti di
protezione civile dirette a fronteggiare i danni conseguenti ai gravi
eventi sismici verificatisi nel territorio della provincia di
Campobasso e Foggia» cosi’ come integrata dall’ordinanza di
protezione civile n. 3507 del 2006;
Viste le richieste formulate dal presidente della regione Molise
dal sindaco di San Giuliano di Puglia e dal sub-commissario per gli
eventi sismici verificatisi nella provincia di Foggia in occasione
della riunione tenutasi il 25 gennaio 2006 presso il Dipartimento
della protezione civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri;
Visto l’art. 16, comma 1, dell’ordinanza del Presidente del
Consiglio dei Ministri n. 3555 del 5 dicembre 2006;
Visto l’art. 13, comma 6, dell’ordinanza del Presidente del
Consiglio dei Ministri n. 3491 del 25 gennaio 2006;
Visto l’art. 12 della legge 27 dicembre 1997, n. 499, e successive
modificazioni ed integrazioni concernente la concessione di
contributi, corrispondenti all’Iva pagata, in favore di coloro che
effettuano interventi finalizzati alla riparazione o ricostruzione
degli edifici o delle opere pubbliche distrutti o danneggiate a
seguito degli eventi;
Visto l’art. 1, comma 510, della legge 296 del 2006 concernente la
proroga al 31 dicembre 2007 del termine per la presentazione delle
domande per l’accesso ai contributi in conto IVA pagata per
ristrutturare gli edifici colpiti dal sisma del 1997 in Umbria e
Marche, e per l’adeguamento antisismico degli edifici ubicati nei
comuni ad elevato rischio sismico;
Vista l’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3553
del 30 novembre 2006, recante «Ulteriori disposizioni urgenti di
protezione civile dirette a fronteggiare la situazione di pericolo
determinata dalla frana di Spriana»;
Vista la nota del 22 dicembre 2006 del prefetto di Sondrio;
Visto l’art. 6 dell’ordinanza del Presidente del Consiglio dei
Ministri n. 3506 del 23 marzo 2006, recante «Disposizioni urgenti di
protezione civile»;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del
22 settembre 2006, con il quale e’ stato dichiarato lo stato di
emergenza in relazione alle eccezionali avversita’ atmosferiche
verificatesi nei giorni dal 14 al 17 settembre 2006 nei territori
delle regioni Marche, Liguria e Veneto;
Vista l’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3548
del 25 ottobre 2006, recante: «Primi interventi urgenti di protezione
civile diretti a fronteggiare i danni conseguenti agli eccezionali
eventi alluvionali che hanno colpito il territorio della regione
Marche nei giorni dal 14 al 17 settembre 2006»;
Vista la nota del 24 gennaio 2007 del presidente della regione
Marche;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data
27 dicembre 2006, concernente la dichiarazione di «grande evento» in
relazione alla celebrazione del 50° anniversario della firma dei
trattati di Roma, denominato «Europa 2007», con il quale il capo del
Dipartimento della protezione civile e’ stato nominato commissario
delegato;
Vista l’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3562
del 25 gennaio 2007 recante: «Disposizioni per la celebrazione del
«grande evento» relativo alla ricorrenza del 50° anniversario della
firma dei trattati di Roma, denominato «Europa 2007»;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data
25 gennaio 2007, con il quale e’ stato prorogato, fino al 31 dicembre
2007, lo stato di emergenza nel settore dei rifiuti della regione
Campania;
Viste le ordinanze del Presidente del Consiglio dei Ministri n.
3341 del 27 febbraio 2004, n. 3343 del 12 marzo 2004, n. 3345 del
30 marzo 2004, n. 3347 del 2 aprile 2004, n. 3354 del 7 maggio 2004
art. 1, comma 2, n. 3361 in data 8 luglio 2004 art. 5, n. 3369 del
13 agosto 2004, n. 3370 del 27 agosto 2004, n. 3379 del 5 novembre
2004 art. 8, n. 3382 del 18 novembre 2004 art. 8, n. 3390 del
29 dicembre 2004 art. 2, n. 3397 del 28 gennaio 2005 art. 1, n. 3399
del 18 febbraio 2005 art. 6, n. 3417 del 24 marzo 2005, n. 3429 del
29 aprile 2005 art. 6, n. 3443 del 15 giugno 2005 art. 9, n. 3449 del
15 luglio 2005 art. 2, comma 1, n. 3469 del 13 ottobre 2005 art. 5,
comma 6, n. 3479 del 14 dicembre 2005, n. 3481 del 19 dicembre 2005,
n. 3491 del 25 gennaio 2006 articoli 13 e 15, n. 3493
dell’11 febbraio 2006, n. 3506 del 23 marzo 2006 art. 7, n. 3508 del
13 aprile 2006 art. 13, n. 3520 del 2 maggio 2006 art. 15, n. 3527
del 16 giugno 2006 art. 8, n. 3529 del 30 giugno 2006, n. 3536 del
28 luglio 2006, art. 8, n. 3545 del 27 settembre 2006, art. 7, n.
3546 del 12 ottobre 2006, n. 3552 del 17 novembre 2006 art. 2, n.
3555 del 5 dicembre 2006, articoli 9, 12 e 16, e n. 3559 del
27 dicembre 2006, art. 5, recanti disposizioni urgenti per
fronteggiare l’emergenza rifiuti nella regione Campania;
Tenuto conto delle difficolta’ riscontrate da diversi consorzi di
bacino nell’espletamento delle attivita’ connesse alla raccolta
differenziata;
Ravvisata la necessita’ di individuare meccanismi piu’ efficaci a
consentire l’implementazione della raccolta differenziata attraverso
un’efficiente utilizzo dei consorzi di bacino istituiti nella regione
Campania e delle risorse finanziarie ad essi assegnate;
Vista la nota del 31 gennaio 2007 del Presidente della regione
Campania;
Considerata la particolare urgenza di assumere iniziative volte
alla realizzazione dell’impianto per la termovalorizzazione del
combustibile derivato dai rifiuti nel comune di S. Maria La Fossa,
per il completamento del sistema dello smaltimento dei rifiuti urbani
nel territorio della regione Campania;
Visti i decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri recanti
dichiarazioni di «grande evento» rispettivamente, del 14 ottobre 2005
per lo svolgimento dei Mondiali di nuoto 2009, del 21 ottobre 2005
per lo svolgimento dei «XVI giochi del Mediterraneo», del 2 dicembre
2005 per l’organizzazione del «Campionato del mondo di ciclismo su
strada 2008», del 31 agosto 2006 in relazione al pellegrinaggio –
incontro dei giovani italiani denominato «Agora’ dei giovani
italiani» che si terra’ a Loreto, in provincia di Ancona nei mesi
di agosto e settembre 2007 e del 27 dicembre 2006 relativo alla
ricorrenza del 50° anniversario della firma dei trattati di Roma,
denominato «Europa 2007»;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data
22 dicembre 2005, con il quale e’ stato dichiarato lo stato di
emergenza nel territorio del comune di Frassinoro, in provincia di
Modena, colpito da grave dissesto idrogeologico che ha interessato
infrastrutture pubbliche essenziali ed insediamenti abitativi;
Visto il…

[Continua nel file zip allegato]

ORDINANZA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 9 febbraio 2007

Chimici.info