ORDINANZA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 17 settembre 2008 | Chimici.info

ORDINANZA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 17 settembre 2008

ORDINANZA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 17 settembre 2008 - Disposizioni urgenti di protezione civile. (Ordinanza n. 3704). (GU n. 221 del 20-9-2008 )

ORDINANZA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 17 settembre 2008

Disposizioni urgenti di protezione civile. (Ordinanza n. 3704).

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

Visto l’art. 5, commi 2 e 3 della legge 24 febbraio 1992, n. 225;
Visto l’art. 107 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112;
Visto il decreto-legge 7 settembre 2001, n. 343, convertito, con
modificazioni, dalla legge 9 novembre 2001, n. 401;
Visti il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri con il
quale e’ stato prorogato, fino al 31 dicembre 2008, lo stato di
emergenza socio economico ambientale nella laguna di Venezia in
ordine alla rimozione dei sedimenti inquinati nei canali portuali di
grande navigazione, l’ordinanza del Presidente del Consiglio dei
Ministri n. 3383 del 3 dicembre 2004 e successive modificazioni ed
integrazioni, nonche’ le note del 29 luglio e 4 settembre 2008 del
Commissario delegato per tale emergenza e del 5 agosto 2008 della
Direzione generale per la qualita’ della vita del Ministero
dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del
22 settembre 2006, con il quale e’ stato dichiarato lo stato di
emergenza in relazione alle eccezionali avversita’ atmosferiche
verificatesi nei giorni dal 14 al 17 settembre 2006 nei territori
delle regioni Marche, Liguria e Veneto;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data
4 luglio 2008, concernente la dichiarazione, fino al 30 giugno 2009,
in relazione alla situazione di grave pericolo in atto nell’area
archeologica di Pompei;
Visto il decreto-legge 23 maggio 2008, n. 90, convertito, con
modificazioni, nella legge 14 luglio 2008, n. 123, ed in particolare
l’art. 19 del citato decreto-legge n. 90/2007 con il quale e’ stato
prorogato fino al 31 dicembre 2009 lo stato di emergenza nel settore
dei rifiuti nella regione Campania;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del
30 maggio 2008 con il quale e’ stato dichiarato lo stato di emergenza
nella regione Piemonte e nella regione autonoma Valle d’Aosta a
seguito degli eventi meteorologici dei giorni 29 e 30 maggio e la
successiva ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n.
3683 del 13 giugno 2008;
Vista la nota del Presidente della regione Piemonte – Commissario
delegato del 21 luglio 2008;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del
30 agosto 2007, concernente la dichiarazione dell’EXPO universale
2015 quale «grande evento»;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri con il
quale si e’ proceduto, ai sensi del decreto-legge 7 settembre 2001,
n. 343, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 novembre 2001,
n. 401, alla dichiarazione di «grande evento» per il complesso delle
iniziative e degli interventi afferenti alle celebrazioni per il 150°
Anniversario dell’Unita’ d’Italia;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del
28 marzo 2003 concernente la dichiarazione di stato di emergenza in
relazione al grave rischio per la pubblica e privata incolumita’,
derivante da possibili azioni di natura terroristica;
Vista l’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3275
del 23 marzo 2003 recante: «Disposizioni urgenti di protezione civile
per fronteggiare l’emergenza derivante dall’attuale situazione
internazionale»;
Vista l’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3285
del 30 aprile 2003 recante «Ulteriori disposizioni urgenti di
protezione civile per fronteggiare l’emergenza derivante dall’attuale
situazione internazionale»;
Visto l’art. 7 dell’ordinanza del Presidente del Consiglio dei
Ministri n. 3631 del 23 novembre 2007 e successive modificazioni ed
integrazioni;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri
2 dicembre 2005, concernente la dichiarazione di «grande evento» nel
territorio della provincia di Varese per i «Campionati del Mondo di
ciclismo su strada 2008», l’ordinanza del Presidente del Consiglio
dei Ministri n. 3514 del 19 aprile 2006 e successive modificazioni ed
integrazioni e la nota del 22 agosto 2008 del comune di Varese;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data
11 dicembre 2007 recante la dichiarazione dello stato d’emergenza
socio-economico-sanitaria nel territorio della regione Calabria, fino
al 31 dicembre 2009;
Vista l’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3635
del 21 dicembre 2007, recante «Disposizioni urgenti di protezione
civile dirette a fronteggiare l’emergenza socio-economico-sanitaria
nel territorio della regione Calabria».
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data
28 agosto 2008 recante la proroga, fino al 28 febbraio 2009, degli
stati d’emergenza in conseguenza degli eventi alluvionali
verificatisi sull’intero territorio regionale nei mesi di ottobre
e novembre 2002, nonche’ la nota del 31 marzo 2008 della regione
Emilia-Romagna;
Viste le ordinanze del Presidente del Consiglio dei Ministri n.
3258 del 20 dicembre 2002, n. 3292 del 6 giugno 2003, n. 3579 del
30 marzo 2007, nonche’ la nota del Presidente della regione
Emilia-Romagna del 1° agosto 2008;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data
11 gennaio 2008 con cui e’ stato prorogato lo stato d’emergenza, fino
al 31 dicembre 2008, nel territorio delle isole Eolie;
Vista l’ordinanza di protezione civile del 2 luglio 2002, n. 3225
recante: «Disposizioni urgenti per fronteggiare l’eccezionale
afflusso turistico nelle isole del comune di Lipari» e successive
modificazioni ed integrazioni, nonche’, da ultimo, le ordinanze n.
3643 del 23 gennaio 2008 e n. 3691 del 10 luglio 2008;
Considerato che il molo sito in localita’ Ginostra – isola di
Stromboli riveste preminenti finalita’ di protezione civile, di
mobilita’ e di servizio in favore dei cittadini ivi residenti o
domiciliati ed il relativo utilizzo e’ consentito unicamente a mezzi
pubblici o di interesse pubblico;
Considerato, pertanto, che la realizzazione, la messa in sicurezza,
la manutenzione nonche’ ogni ulteriore intervento volto ad assicurare
la piena operativita’ della detta struttura portuale assolvono al
precipuo scopo di salvaguardare gli aspetti
socio-economico-ambientali del territorio sul quale l’opera in
questione insiste;
Ritenuto che la realizzazione del molo in localita’ Ginostra e’ in
corso di ultimazione e che l’approssimarsi della stagione invernale
rende oltremodo necessario provvedere alla conclusione dei lavori
nell’immediato;
Ritenuto che la celere conclusione dei lavori garantisce, altresi’,
che le mareggiate proprie del periodo invernale non precludano
l’attracco dei mezzi di navigazione salvaguardando in tal modo la
popolazione ivi esistente;
Considerato, pertanto, che il reperimento urgente delle risorse
finanziarie atte ad assicurare il corretto proseguimento dei lavori
in corso assuma, nel contesto emergenziale di cui trattasi, valenza
assolutamente prioritaria;
Vista l’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3598
del 15 giugno 2006, e successive modificazioni ed integrazioni,
recante disposizioni urgenti di protezione civile dirette a
fronteggiare lo stato di emergenza in atto nei territori delle
regioni dell’Italia centro-settentrionale interessati dalla crisi
idrica che sta determinando una situazione di grave pregiudizio agli
interessi nazionali, nonche’ l’art. 5 dell’ordinanza di protezione
civile n. 3603 del 30 luglio 2007;
Visti il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data
21 settembre 2007 concernente la dichiarazione di «grande evento»
relativa alla Presidenza italiana del G8 e le ordinanze del
Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3629 del 20 novembre 2007,
n. 3642 del 2008 art. 15, n. 3652 del 2008 art. 6, n. 3663 del 2008 e
n. 3669 del 17 aprile art. 1;
Viste le ordinanze del Presidente del Consiglio dei Ministri n.
3268 del 12 marzo 2003, n. 3315 del 2 ottobre 2003, n. 3414 del
18 marzo 2005, n. 3491 del 25 gennaio 2006, n. 3559 del 27 dicembre
2006 e n. 3622 del 2007;
Vista la nota n. 4730 del 29 agosto 2008 del Presidente della
regione Molise – Commissario delegato;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data
21 dicembre 2007, con il quale e’ stato prorogato, fino al
31 dicembre 2008, lo stato di emergenza in ordine ai gravi eventi
sismici verificatisi il 31 ottobre 2002 nel territorio della
provincia di Campobasso, la successiva ordinanza del Presidente del
Consiglio dei Ministri del 29 novembre 2002, n. 3253 e successive
modificazioni ed integrazioni nonche’ la nota del 9 settembre 2008
del sindaco di San Giuliano di Puglia;
Viste le ordinanze del Presidente del Consiglio dei Ministri n.
3323 del 5 novembre 2003, n. 3361 dell’8 luglio 2004, n. 3492 del
30 gennaio 2006, n. 3552 del 17 novembre 2006, n. 3602 del 9 luglio
2007 e n. 3669 del 17 aprile 2008, adottate per fronteggiare i danni
conseguenti agli eccezionali eventi atmosferici verificatisi il
giorno 8 settembre 2003 nel territorio della Provincia di Taranto, e
la nota del 30 luglio 2008 del Presidente della regione Puglia –
Commissario delegato;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data
14 ottobre 2005 recante la dichiarazione di grande evento per lo
svolgimento dei mondiali di nuoto «Roma 2009» nel territorio della
prov…

[Continua nel file zip allegato]

ORDINANZA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 17 settembre 2008

Chimici.info