Nuove tariffe dei premi per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali e relative modalità di applicazione. Termine per la presentazione delle domande di oscillazione per prevenzione, relative agli anni 2000 | Chimici.info

Nuove tariffe dei premi per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali e relative modalità di applicazione. Termine per la presentazione delle domande di oscillazione per prevenzione, relative agli anni 2000

Nuove tariffe dei premi per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali e relative modalità di applicazione. Termine per la presentazione delle domande di oscillazione per prevenzione, relative agli anni 2000 e 2001
Decreto Ministeriale

IL MINISTRO DEL LAVOROE DELLA PREVIDENZA SOCIALEdi concerto
conIL MINISTRO DEL TESORO, DEL BILANCIOE DELLA PROGRAMMAZIONE
ECONOMICAVisto il decreto legislativo 23 febbraio 2000, n. 38, recante
"Disposizioni in materia di assicurazione contro gli infortuni
sul lavoro e le malattie professionali, a norma dell’art. 55, comma 1,
della legge 17 maggio 1999, n. 144";Visto il proprio decreto
ministeriale 12 dicembre 2000, di concerto con il Ministro del tesoro,
del bilancio e della programmazione economica, pubblicato sul
Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 17 del 22 gennaio
2001, il quale, a norma dell’art. 3, comma 1, del sopra citato decreto
legislativo n. 38/2000, ha approvato le "Nuove tariffe dei premi
per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie
professionali delle gestioni: industria, artigianato, terziario, altre
attività, e le relative modalità di applicazione",
su delibera del consiglio di amministrazione dell’INAIL;Visto l’art.
14, comma 1, dello stesso decreto legislativo n. 38/2000, che
stabilisce che il Consiglio di amministrazione dell’INAIL può
adottare delibere intese a semplificare e a snellire aspetti
procedurali della disciplina dell’assicurazione contro gli infortuni
sul lavoro e le malattie professionali, e che tali delibere sono
soggette all’approvazione del Ministro del lavoro e della previdenza
sociale, di concerto con il Ministro del tesoro, del bilancio e della
programmazione economica;Visto l’art. 29, comma 4, delle
modalità di applicazione della tariffa dei premi, approvate con
il citato decreto ministeriale 12 dicembre 2000, che stabilisce che,
per gli anni 2000 e 2001, l’istanza di oscillazione del tasso per
prevenzione, prevista dall’art. 24 delle stesse modalità, deve
essere presentata dai datori di lavoro entro il sessantesimo giorno
successivo alla data di ricevimento della comunicazione di cui al
primo comma del medesimo art. 29;Vista la delibera n. 199 emessa dal
consiglio di amministrazione dell’INAIL in data 5 aprile 2001 con la
quale si stabilisce che il suddetto termine di 60 giorni per la
presentazione della domanda di oscillazione del tasso per prevenzione,
relativa alle posizioni assicurative in corso al 22 gennaio 2001 –
data di pubblicazione del decreto di approvazione delle nuove tariffe
– inizia a decorrere dal novantesimo giorno successivo alla predetta
data, e, quindi. a partire dal 22 aprile 2001;Rilevato che la proposta
modifica di carattere procedurale comporta minori adempimenti formali
da parte dell’INAIL;Ritenuta, pertanto, l’opportunità di
approvare la delibera citata;Decreta:E’ approvata la delibera n. 199
emessa dal consiglio di amministrazione dell’INAIL in data 5 aprile
2001, concernente "Nuove tariffe dei premi per l’assicurazione
contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali e relative
modalità di applicazione.Termine per la presentazione delle
domande di oscillazione per prevenzione relative agli anni 2000 e
2001", nel testo annesso al presente decreto di cui forma parte
integrante.AllegatoNUOVE TARIFFE DEI PREMI PER L’ASSICURAZIONE CONTRO
GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI E RELATIVE
MODALITA’ DI APPLICAZIONETermine per la presentazione delle domande di
oscillazione per prevenzione relative agli anni 2000 e 2001.Il
consiglio di amministrazione nella seduta del 5 aprile 2001Visto il
decreto legislativo 30 giugno 1994, n. 479, e successive
modificazioni;Visto il decreto del Presidente della Repubblica 24
settembre 1997, n. 367;Visto il testo unico delle disposizioni per
l’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le
malattie professionali approvato con decreto del Presidente della
Repubblica 30 giugno 1965, n. 1124;Visto il decreto legislativo 23
febbraio 2000, n. 38, recante disposizioni in materia di assicurazione
obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie
professionali, a norma dell’art. 55, comma 1, della legge 17 maggio
1999, n. 144;Visto il decreto del Ministero del lavoro e della
previdenza sociale del 12 dicembre 2000, concernente l’approvazione,
ai sensi del summenzionato decreto legislativo n. 38/2000, delle nuove
tariffe per la determinazione dei premi dovuti dai datori di lavoro di
cui all’art. 9 del decreto del Presidente della Repubblica n.
1124/1965 nonché le relative modalità di
applicazione;Rilevato che, ai sensi dell’art. 24 delle summenzionate
modalità di applicazione, l’INAIL può applicare, a
domanda, la riduzione del tasso medio di tariffa, in misura fissa pari
al cinque o al dieci per cento in relazione al numero di
lavoratori-anno, al datore di lavoro che: sia in regola con le
disposizioni in materia di prevenzione infortuni e di igiene del
lavoro e con gli adempimenti contributivi ed assicurativi, abbia
effettuato interventi per il miglioramento delle condizioni di
sicurezza e di igiene nei luoghi di lavoro;Rilevato altresì che
l’art. 29, comma 4, prevede che le domande per gli anni 2000 e 2001
devono essere presentate entro il sessantesimo giorno successivo alla
data di ricevimento della comunicazione prevista dal primo comma dello
stesso art. 29;Tenuto conto delle richieste formulate da diverse
organizzazioni datoriali tendenti ad ottenere, in via
d’interpretazione, che il termine per la presentazione delle domande
per il 2000 ed il 2001 inizi a decorrere, per tutti i datori di
lavoro, indipendentemente dalla data di ricevimento della suddetta
comunicazione, dal novantesimo giorno successivo alla data di
pubblicazione del decreto ministeriale 12 dicembre 2000, ovvero dal 22
aprile 2001, venendo così a scadere il 21 giugno 2001;Vista la
relazione del direttore generale in data 4 aprile 2001;Rilevato che le
innovazioni recentemente introdotte in tema di contribuzione
antinfortunistica, riguardanti sia l’aspetto normativo sia l’aspetto
procedurale, giustificano l’esigenza manifestata dalla parte
datoriale;Ritenuto inoltre che, sotto l’aspetto finanziario,
l’accoglimento della proposta non comporta effetti negativi per
l’Istituto in quanto: per l’anno 2000, la presentazione della domanda
entro il più lungo termine del 21 giugno 2001 determinerebbe
anche uno slittamento dei tempi per l’eventuale rimborso dovuto al
datore di lavoro; per l’anno 2001, invece, la riduzione eventualmente
spettante sarebbe comunque applicata in sede di autoliquidazione
2002;Rilevato infine che, sotto l’aspetto procedurale, la
determinazione di un termine unico per tutti i datori di lavoro
comporta minori adempimenti formali per l’Istituto.Ritenuta
condivisibile l’esigenza rappresentata dalle organizzazioni
datoriali;Sentito il direttore generale il quale si è espresso
favorevolmente all’adozione del provvedimento;Deliberache il termine
di 60 giorni per la presentazione della domanda di oscillazione del
tasso per prevenzione, relativa alle posizioni assicurative in corso
al 22 gennaio 2001, data di pubblicazione del decreto di approvazione
delle nuove tariffe, inizi a decorrere dal novantesimo giorno
successivo alla predetta data del 22 gennaio 2001, e quindi a partire
dal 22 aprile 2001.

Nuove tariffe dei premi per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali e relative modalità di applicazione. Termine per la presentazione delle domande di oscillazione per prevenzione, relative agli anni 2000

Chimici.info