Montacarichi trasportabili | Chimici.info

Montacarichi trasportabili

Montacarichi trasportabili - Assoggettabilità alle norme speciali per gli ascensori e montacarichi in servizio privato
Circolare Ministeriale

Sono pervenuti a questa Direzione generale, da parte di alcuni
ispettorati del lavoro, quesiti in ordine all’applicabilità
delle norme di cui all’oggetto ad elevatori mobili, installati in
postazione fissa ed operanti per il trasporto di cose fra diversi
livelli in punti prefissati.E stato segnalato infatti il frequente
uso, da parte di alcune ditte costruttrici, di montacarichi
monostrutturati per i quali la dichiarata mobilità
dell’elevatore risulta palesemente fittizia e realizzata al solo scopo
di eludere le disposizioni di cui alla legge 24 ottobre 1942, n. 1415,
al D.P.R. 20 dicembre 1951, n. 1767 e del D.P.R. 29 maggio 1963, n.
1497.Al riguardo, questo Ministero é del parere che quando i
montacarichi in questione vengano effettivamente progettati e
utilizzati come elevatori mobili il loro uso venga disciplinato dalla
normativa generale di prevenzione infortuni di cui al D.P.R. 27 aprile
1955, n. 547.Quando invece sussistono tutti od uno dei requisiti che
caratterizzano I’impianto fisso, tali apparecchi debbono essere
assoggettati alla speciale normativa riguardante gli ascensori e
montacarichi. In conformità, peraltro, al parere in proposito
espresso dal Consiglio superiore dei lavori pubblici, i requisiti in
questione da considerare, ad avviso di questo Ministero,
sono:Caratteristiche costruttive – Inclinazione delle guide entro il
limite di 15 gradi dalla verticale secondo il parere espresso dal
C.N.R.Caratteristiche di installazione – Quelle stabilite dal C.N.R.
che ha fissato anche i criteri in base ai quali l’elevatore è
da considerarsi fisso rispetto alla struttura edile che esso serve
(rif. circ. n. 89 del 5 dicembre 1966).Caratteristiche di
utilizzazione – Impianto che serve per trasportare cose fra diversi
livelli in punti prefissati.Fermo restando il criterio della netta
distinzione fra elevatori del tipo mobile ed elevatori del tipo fisso
secondo i criteri sopra citati, ove dovessero verificarsi casi
particolari del tutto eccezionali che non consentissero la precisa
classificazione in uno dei due tipi suindicati, il singolo elevatore
è da attribuirsi alla categoria degli elevatori fissi, con
possibilità di fruire della deroga disciplinata dall’art. 4 del
D.P.R. 29 maggio 1963, n. 1497.

Montacarichi trasportabili

Chimici.info