MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA' CULTURALI - DECRETO 26 ottobre 2011 | Chimici.info

MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA’ CULTURALI – DECRETO 26 ottobre 2011

MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA' CULTURALI - DECRETO 26 ottobre 2011 - Criteri e modalita' straordinarie di erogazione di contributi in favore delle attivita' dello spettacolo dal vivo nell'anno 2012 nei comuni danneggiati dal sisma del 6 aprile 2009, in corrispondenza degli stanziamenti del Fondo Unico per lo Spettacolo di cui alla legge 30 aprile 1985, n. 163. (11A16706) - (GU n. 2 del 3-1-2012 )

MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA’ CULTURALI

DECRETO 26 ottobre 2011

Criteri e modalita’ straordinarie di erogazione di contributi in
favore delle attivita’ dello spettacolo dal vivo nell’anno 2012 nei
comuni danneggiati dal sisma del 6 aprile 2009, in corrispondenza
degli stanziamenti del Fondo Unico per lo Spettacolo di cui alla
legge 30 aprile 1985, n. 163. (11A16706)

IL MINISTRO PER I BENI
E LE ATTIVITA’ CULTURALI

Visto il decreto legislativo 20 ottobre 1998, n. 368, e successive
modificazioni;
Vista la legge 14 agosto 1967, n. 800, e successive modificazioni;
Vista la legge 30 aprile 1985, n. 163;
Vista la legge 15 novembre 2005, n. 239;
Visti i decreti ministeriali 8, 9, 12 e 20 novembre 2007 recanti
criteri e modalita’ di erogazione di contributi in favore delle
attivita’ dello spettacolo dal vivo, in corrispondenza degli
stanziamenti del Fondo unico per lo spettacolo di cui alla legge 30
aprile 1985, n. 163, e successive modifiche ed integrazioni;
Visto il decreto ministeriale 6 agosto 2009 recante criteri e
modalita’ straordinarie di erogazione di contributi in favore delle
attivita’ dello spettacolo dal vivo nella citta’ dell’Aquila e
Provincia a seguito degli eventi sismici;
Visto il decreto del Commissario delegato per l’emergenza terremoto
in Abruzzo del 16 aprile 2009 recante individuazione dei comuni
danneggiati dagli eventi sismici del 6 aprile 2009, e successive
integrazioni;
Considerato che permangono per gli operatori dello spettacolo dal
vivo le difficolta’ di svolgimento delle attivita’ di cui al decreto
ministeriale 6 agosto 2009;
Ritenuta la necessita’ di adottare anche per il 2012 speciali
criteri di erogazione di contributi in favore delle attivita’ dello
spettacolo dal vivo per gli operatori che avevano sede nei comuni
danneggiati dal sisma;
Vista la nota del 26 settembre 2011 prot. n. 0017429/12.12.00/1 con
la quale il Capo di Gabinetto ha trasmesso alla Segreteria della
Conferenza unificata di cui all’art. 8 del decreto legislativo 28
agosto 1997, n. 281, lo schema di decreto ministeriale recante
Criteri e modalita’ straordinarie di erogazione di contributi in
favore delle attivita’ dello spettacolo dal vivo nell’anno 2012 nei
comuni danneggiati dal sisma del 6 aprile 2009, in corrispondenza
degli stanziamenti del Fondo Unico per lo Spettacolo di cui alla
legge 30 aprile 1985, n. 163;
Visto il parere favorevole della Conferenza Unificata espresso
nella seduta del 13 ottobre 2011;

Decreta:

Art. 1

Ingresso gratuito alle manifestazioni
di spettacolo dal vivo

1. Per l’anno 2012 ai fini dell’assegnazione e della corresponsione
del contributo a favore degli organismi che alla data del 6 aprile
2009 avevano sede legale nei comuni danneggiati dagli eventi sismici
del 6 aprile 2009 come individuati dal decreto del Commissario
delegato per l’emergenza terremoto in Abruzzo del 16 aprile 2009, e
successive integrazioni, si tiene conto anche delle rappresentazioni
ad ingresso gratuito realizzate dagli organismi predetti in tali
comuni.

Art. 2

Erogazione del contributo e controlli. Requisiti
e condizioni dell’attivita’

1. Per l’anno 2012, per gli organismi di cui all’art.1, in ragione
delle difficolta’ operative rappresentate dai medesimi sono ridotti,
o sospesi ove occorra, i requisiti, le condizioni, ed i minimi di
attivita’ previsti dalle disposizioni dei singoli settori. Il
Direttore generale per lo spettacolo dal vivo, sentito il parere
delle competenti commissioni consultive, puo’ assegnare a tali
organismi, fermo restando il limite del pareggio tra entrate ed
uscite del preventivo, un contributo superiore a tre volte la base
quantitativa.
2. Per l’anno 2012, il Direttore generale per lo spettacolo dal
vivo, all’atto della liquidazione a saldo del contributo concesso a
favore degli organismi individuati nel precedente comma, in caso di
contrazione dell’attivita’ sovvenzionata, applica per la
determinazione del contributo medesimo un margine di tolleranza in
misura doppia rispetto a quella prevista dai decreti ministeriali 8,
9, 12 e 20 novembre 2007, in ragione delle difficolta’ operative
incontrate.

Art. 3

Entrata in vigore

1. Il presente decreto entra in vigore il giorno successivo a
quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.
Roma, 26 ottobre 2011

Il Ministro: Galan

Registrato alla Corte dei conti il 19 dicembre 2011
Ufficio controllo atti del MIUR, MIBAC, Min. salute e Min. lavoro,
registro n. 14, foglio n. 383

MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA’ CULTURALI – DECRETO 26 ottobre 2011

Chimici.info