MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA - COMUNICATO - Presentazione di proposte progettuali secondo la procedura di cui all'art. 7 del decreto 26 marzo 2004, Fondo per gli investimenti di base (10A10010) - (GU n. 191 del 17-8-2010 | Chimici.info

MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA – COMUNICATO – Presentazione di proposte progettuali secondo la procedura di cui all’art. 7 del decreto 26 marzo 2004, Fondo per gli investimenti di base (10A10010) – (GU n. 191 del 17-8-2010

MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA - COMUNICATO - Presentazione di proposte progettuali secondo la procedura di cui all'art. 7 del decreto 26 marzo 2004, Fondo per gli investimenti di base (10A10010) - (GU n. 191 del 17-8-2010 )

MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA

COMUNICATO

Presentazione di proposte progettuali secondo la procedura di cui
all’art. 7 del decreto 26 marzo 2004, Fondo per gli investimenti di
base (10A10010)

Come noto, l’art. 7 del decreto ministeriale 26 marzo 2004, n.
378 (recante «Criteri e modalita’ procedurali per l’assegnazione
delle risorse finanziarie del FIRB – Fondo per gli investimenti della
ricerca di base»), prevede, tra l’altro, la possibilita’, per il
MIUR, di procedere, su base puramente negoziale, alla stipula di
accordi con atenei e/o enti pubblici di ricerca, per la realizzazione
di progetti volti al potenziamento e alla messa in rete di centri di
alta qualificazione scientifica, in coerenza con gli indirizzi della
politica nazionale della ricerca.
In tale ambito, il MIUR, gia’ in possesso di una base progettuale
costituita da proposte autonomamente presentate (e per le quali la
conclusione dell’iter procedurale resta comunque subordinata
all’acquisizione, nel rispetto del criterio della «peer review», del
giudizio di eccellenza scientifica e alla verifica della priorita’
strategica, in coerenza con gli indirizzi della politica nazionale
della ricerca), intende stimolare la comunita’ scientifica nazionale
a presentare ulteriori sintetiche proposte, allo scopo di favorire la
piu’ ampia partecipazione ed ampliare la base progettuale gia’
esistente.
Tali proposte (non vincolanti per il Ministero, e in prima
istanza limitate ai settori della biomedicina, con priorita’ per la
ricerca oncologica, e delle nanotecnologie), potranno essere
presentate, in qualita’ di coordinatori, esclusivamente da docenti o
ricercatori di ruolo presso atenei e/o enti pubblici di ricerca, che
negli ultimi tre anni (dal 2007 al 2010) non siano risultati
assegnatari di fondi FIRB, e che siano in possesso di un H index
degli ultimi dieci anni (dal 2000 al 2010) non inferiore a 25.
Le proposte dovranno pervenire al MIUR – Direzione generale per
il Coordinamento e lo sviluppo della ricerca – Uff. V – piazza
Kennedy 20 – 00144 Roma, entro il 30 settembre 2010, e dovranno
contenere una breve descrizione del programma e del suo potenziale
impatto scientifico (max. 3 pagine), con l’elencazione degli atenei,
degli enti di ricerca e degli eventuali altri soggetti partecipanti,
e con l’indicazione di massima della durata e del costo complessivo
previsto.
E’ necessario peraltro sottolineare:
che le proposte dovranno riferirsi a programmi di ricerca
aventi una configurazione «a rete» (con il coinvolgimento, nella
stessa proposta, anche di piu’ atenei e/o enti di ricerca, ed
eventualmente di altri organismi di ricerca ed imprese) nelle
tematiche sopra indicate;
che le proposte dovranno evidenziare l’eventuale esistenza di
collaborazioni scientifiche (in atto o previste) con organismi di
ricerca internazionali sulla base di specifici accordi bilaterali;
che, pur nel rispetto delle tematiche sopra indicate, il
programma proposto evidenzi multidisciplinarieta’, molteplicita’ di
scopi applicativi e forte rilevanza scientifica internazionale;
che la durata del programma non sia inferiore a trentasei mesi.
L’eventuale successivo sviluppo a livello di progetto esecutivo
(sempre nel rispetto delle procedure di cui al gia’ citato art. 7 del
decreto ministeriale 378 del 26 marzo 2004) resta comunque
subordinato ad una preventiva valutazione dell’effettivo interesse
istituzionale ed alla effettiva disponibilita’ delle risorse
necessarie.
Per eventuali chiarimenti e’ attiva la casella di posta
elettronica art7@miur.it

MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA – COMUNICATO – Presentazione di proposte progettuali secondo la procedura di cui all’art. 7 del decreto 26 marzo 2004, Fondo per gli investimenti di base (10A10010) – (GU n. 191 del 17-8-2010

Chimici.info