MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE - DECRETO 8 novembre 2011 | Chimici.info

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE – DECRETO 8 novembre 2011

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE - DECRETO 8 novembre 2011 - Estensione delle modalita' di versamento tramite modello F.24 all'imposta sulle successioni e donazioni, all'imposta di registro, all'imposta ipotecaria, all'imposta catastale, alle tasse ipotecarie, all'imposta di bollo, all'imposta comunale sull'incremento di valore degli immobili, all'imposta sostitutiva sui finanziamenti a medio e lungo termine, ai tributi speciali nonche' ai relativi accessori, interessi e sanzioni, compresi gli oneri e le sanzioni dovuti per l'inosservanza della normativa catastale. Articolo 17, comma 2, lettera h-ter) del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241. (11A14849) - (GU n. 266 del 15-11-2011 )

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE

DECRETO 8 novembre 2011

Estensione delle modalita’ di versamento tramite modello F.24
all’imposta sulle successioni e donazioni, all’imposta di registro,
all’imposta ipotecaria, all’imposta catastale, alle tasse ipotecarie,
all’imposta di bollo, all’imposta comunale sull’incremento di valore
degli immobili, all’imposta sostitutiva sui finanziamenti a medio e
lungo termine, ai tributi speciali nonche’ ai relativi accessori,
interessi e sanzioni, compresi gli oneri e le sanzioni dovuti per
l’inosservanza della normativa catastale. Articolo 17, comma 2,
lettera h-ter) del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241.
(11A14849)

IL MINISTRO DELL’ECONOMIA
E DELLE FINANZE

Visto il decreto-legge 31 luglio 1954, n. 533, convertito con
modificazioni nella legge 26 settembre 1954, n. 869, e successive
modificazioni ed integrazioni recante la misura e l’applicazione dei
tributi speciali previsti dalla tabella A ad esso allegata;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972,
n. 642, e successive modificazioni ed integrazioni recante la
disciplina dell’imposta di bollo;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972,
n. 643, recante l’istituzione dell’imposta comunale sull’incremento
di valore degli immobili e successive modificazioni ed integrazioni,
ivi comprese quelle recate dall’art. 11, commi 3 e 4, del
decreto-legge 28 marzo 1997, n. 79, convertito dalla legge 28 maggio
1997, n. 140, e dall’art. 20 della legge 23 dicembre 2000, n. 388;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973,
n. 601, recante la disciplina delle agevolazioni tributarie ed in
particolare gli articoli da 15 a 20 riguardanti l’istituzione
dell’imposta sostitutiva delle imposte di registro, di bollo,
ipotecaria, catastale e delle tasse sulle concessioni governative;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 26 aprile 1986, n.
131, recante l’approvazione del testo unico delle disposizioni
concernenti l’imposta di registro;
Visto il decreto legislativo 31 ottobre 1990, n. 346, e successive
modificazioni ed integrazioni, ivi comprese quelle recate dall’art.
2, commi da 47 a 53, del decreto-legge 3 ottobre 2006, n. 262,
convertito con modificazioni dalla legge 24 novembre 2006, n. 286, in
materia di imposta sulle successioni e donazioni;
Visto il decreto legislativo 31 ottobre 1990, n. 347, e successive
modificazioni ed integrazioni, recante l’approvazione del testo unico
delle disposizioni concernenti le imposte ipotecaria e catastale;
Visto il decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 237, recante la
modifica della disciplina in materia di servizi autonomi di cassa
degli uffici finanziari ed in particolare l’art. 6 del medesimo
decreto concernente la riscossione di particolari entrate, come
sostituito dall’art. 1 del decreto legislativo 19 novembre 1998, n.
422;
Visto il decreto ministeriale 16 dicembre 1998, concernente la
determinazione delle modalita’ di versamento in tesoreria provinciale
dello Stato delle somme riscosse dagli uffici periferici del
Dipartimento del territorio e di approvazione delle convenzioni con
gli intermediari bancari;
Visto il decreto del Ministero delle finanze del 17 dicembre 1998
di approvazione dei modelli di versamento in lire ed in euro delle
entrate gia’ di competenza dei servizi di cassa degli uffici
dipendenti dal Dipartimento delle entrate e dal Dipartimento del
territorio e modalita’ di riscossione;
Visto il decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, concernente
norme di semplificazione degli adempimenti dei contribuenti in sede
di dichiarazione dei redditi e dell’imposta sul valore aggiunto
nonche’ di modernizzazione del sistema di gestione delle
dichiarazioni ed in particolare il Capo III dello stesso concernente
«Disposizioni in materia di riscossione» laddove all’art. 17, comma
2, lettera h-ter), e’ disposto che il sistema del versamento unitario
e la compensazione delle imposte e dei contributi dovuti possono
essere estesi alle altre entrate individuate con decreto del Ministro
delle finanze, di concerto con il Ministro del tesoro, del bilancio e
della programmazione economica, e con i ministri competenti per
settore;
Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, e successive
modificazioni, recante la riforma dell’organizzazione del Governo a
norma dell’art. 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59, ed in
particolare l’art. 23 concernente l’istituzione del Ministero
dell’economia e delle finanze e le sue attribuzioni;
Rilevata, in un’ottica di semplificazione degli adempimenti posti a
carico dei contribuenti e di complessiva razionalizzazione dei
sistemi di pagamento, l’esigenza di ampliare le tipologie di tributi
che possono essere versati con modello F.24, anche in via telematica,
e di disporre a tal fine che le modalita’ di versamento previste
dall’art. 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, siano
applicabili anche per i pagamenti dell’imposta sulle successioni e
donazioni, dell’imposta di registro, dell’imposta ipotecaria,
dell’imposta catastale, delle tasse ipotecarie, dell’imposta di
bollo, dell’imposta comunale sull’incremento di valore degli
immobili, dell’imposta sostitutiva sui finanziamenti a medio e lungo
termine e dei tributi speciali nonche’ dei relativi accessori,
interessi e sanzioni, compresi gli oneri e le sanzioni dovuti per
l’inosservanza della normativa catastale;

Decreta:

Art. 1

Estensione delle modalita’ di versamento unitario previste dall’art.
17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, ad altre entrate.
1. Le modalita’ di versamento unitario delle imposte, dei
contributi dovuti all’INPS e delle altre somme a favore dello Stato
previste dall’art. 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241,
si applicano anche ai pagamenti dei tributi e dei relativi accessori,
interessi e sanzioni dovuti in osservanza delle disposizioni di
seguito indicate nonche’ al pagamento delle sanzioni e degli oneri
dovuti per l’inosservanza della normativa catastale:
a) decreto-legge 31 luglio 1954, n. 533, convertito con
modificazioni, nella legge 26 settembre 1954, n. 869, e successive
modificazioni ed integrazioni concernenti la misura e l’applicazione
dei tributi speciali previsti dalla tabella A ad esso allegata;
b) decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n.
642, e successive modificazioni ed integrazioni, concernente la
disciplina dell’imposta di bollo, limitatamente ai pagamenti
attualmente effettuati con le modalita’ stabilite dal decreto
legislativo 9 luglio 1997, n. 237 nonche’ a quelli da effettuare con
richiesta di addebito sul conto corrente bancario o postale
contestualmente alla trasmissione telematica dell’atto all’Agenzia
delle entrate o all’Agenzia del territorio;
c) decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n.
643, recante l’istituzione dell’imposta comunale sull’incremento di
valore degli immobili e successive modificazioni ed integrazioni, ivi
comprese quelle recate dall’art. 11, commi 3 e 4, del decreto-legge
28 marzo 1997, n. 79, convertito dalla legge 28 maggio 1997, n. 140,
e dall’art. 20 della legge 23 dicembre 2000, n. 388;
d) decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n.
601, recante la disciplina delle agevolazioni tributarie ed in
particolare gli articoli da 15 a 20 riguardanti l’istituzione
dell’imposta sostitutiva delle imposte di registro, di bollo,
ipotecaria, catastale e delle tasse sulle concessioni governative;
e) decreto del Presidente della Repubblica 26 aprile 1986, n.
131, recante l’approvazione del testo unico delle disposizioni
concernenti l’imposta di registro;
f) decreto legislativo 31 ottobre 1990, n. 346, e successive
modificazioni ed integrazioni, ivi comprese quelle recate dall’art.
2, commi da 47 a 53, del decreto-legge 3 ottobre 2006, n. 262,
convertito con modificazioni dalla legge 24 novembre 2006, n. 286,
concernente la disciplina dell’imposta sulle successioni e donazioni;
g) decreto legislativo 31 ottobre 1990, n. 347, e successive
modificazioni ed integrazioni, recante l’approvazione del testo unico
delle disposizioni concernenti le imposte ipotecaria e catastale.
2. Per la riscossione dei tributi speciali catastali e delle tasse
ipotecarie di cui al comma 1, lettere a) e g), del presente decreto,
dei relativi accessori, interessi e sanzioni nonche’ per la
riscossione dell’imposta di bollo, delle sanzioni amministrative e
delle somme comunque dovute per l’inosservanza della normativa
catastale da riscuotersi a cura dell’Agenzia del territorio le
modalita’ di versamento di cui al comma 1 si aggiungono a quelle gia’
previste dall’art. 6, comma 3, del decreto legislativo 9 luglio 1997,
n. 237.
3. Restano ferme le modalita’ di riscossione dell’imposta di bollo
previste dall’art. 3, comma 1, del decreto del Presidente della
Repubblica 26 ottobre 1972, n. 642.

Art. 2

Modalita’ e termini

1. Con provvedimento dell’Agenzia delle entrate, d’intesa con
l’Agenzia del territorio per i tributi e le altre entrate di sua
competenza, sono definiti il termine e le modalita’ operative per
l’attuazione, anche progressiva, delle disposizioni di cui all’art. 1
del presente decreto.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale delle
Repubblica italiana.
Roma, 8 novembre 2011

Il Ministro: Tremonti

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE – DECRETO 8 novembre 2011

Chimici.info