MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE - DECRETO - 6 marzo 2008 | Chimici.info

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE – DECRETO – 6 marzo 2008

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE - DECRETO - 6 marzo 2008 - Approvazione degli studi di settore relativi ad attivita' economiche nel settore delle manifatture. (GU n. 76 del 31-3-2008 - Suppl. Straordinario)

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE

DECRETO 6 marzo 2008 –

Approvazione degli studi di settore relativi ad attivita’ economiche
nel settore delle manifatture.

IL VICE MINISTRO
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973,
n. 600, recante disposizioni comuni in materia di accertamento delle
imposte sui redditi;
Visto il testo unico delle imposte sui redditi, approvato con
decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, e
successive modificazioni;
Visto l’art. 62-bis del decreto-legge 30 agosto 1993, n. 331,
convertito con modificazioni dalla legge 29 ottobre 1993, n. 427, il
quale prevede che gli uffici del Dipartimento delle entrate del
Ministero delle finanze elaborino, in relazione ai vari settori
economici, appositi studi di settore;
Visto il medesimo art. 62-bis del citato decreto-legge n. 331 del
1993, che prevede che gli studi di settore siano approvati con
decreto del Ministro delle finanze;
Visto l’art. 10 della legge 8 maggio 1998, n. 146, e successive
modificazioni, che individua le modalita’ di utilizzazione degli
studi di settore in sede di accertamento nonche’ le cause di
esclusione dall’applicazione degli stessi;
Visto l’art. 10-bis della legge 8 maggio 1998, n. 146, introdotto
dal comma 13 dell’art. 1 della legge n. 296 del 27 dicembre 2006,
concernente le modalita’ di revisione ed aggiornamento degli studi di
settore;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 31 maggio 1999, n.
195, recante disposizioni concernenti i tempi e le modalita’ di
applicazione degli studi di settore;
Considerato che, a seguito delle analisi e delle valutazioni
effettuate allo stato, sulla base dei dati in possesso
dell’Amministrazione finanziaria, sono emerse cause di non
applicabilita’ degli studi di settore;
Visto il decreto del Ministro delle finanze 10 novembre 1998, che
ha istituito la Commissione di esperti prevista dall’art. 10,
comma 7, della legge n. 146 del 1998, integrata e modificata con
successivi decreti del 5 febbraio 1999, del 24 ottobre 2000, del
2 agosto 2002 e del 14 luglio 2004;
Visto l’art. 23 del decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, che
ha trasferito le funzioni dei Ministeri del bilancio, del tesoro e
della programmazione economica e delle finanze al Ministero
dell’economia e delle finanze;
Visto l’art. 57 del medesimo decreto legislativo n. 300 del 1999,
che ha istituito le Agenzie fiscali;
Visto il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate
5 maggio 2006, concernente l’approvazione dei modelli per la
comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli
studi di settore relativi alle attivita’ economiche delle
manifatture;
Visti i decreti del Ministro dell’economia e delle finanze 5 aprile
2006, concernente l’approvazione di studi di settore relativi alle
attivita’ economiche delle manifatture;
Visto il provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate
16 novembre 2007, concernente l’approvazione della tabella di
classificazione delle attivita’ economiche;
Visto il decreto del Ministro dell’economia e delle finanze
11 febbraio 2008, concernenti la semplificazione degli adempimenti
per l’applicazione degli studi di settore ai contribuenti che
esercitano due o piu’ attivita’ d’impresa ovvero una o piu’ attivita’
in diverse unita’ di produzione o di vendita;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 7 giugno 2006, con
l’unita delega di funzioni, registrato alla Corte dei conti il
13 giugno 2006 Ministeri istituzionali, Presidenza del Consiglio dei
Ministri, registro n. 7, foglio n. 397, concernente l’attribuzione
all’on. prof. Vincenzo Visco del titolo di vice ministro presso il
Ministero dell’economia e delle finanze;
Acquisito il parere della predetta Commissione di esperti in data
31 gennaio 2008;
Decreta:
Art. 1.
Approvazione degli studi di settore
1. Sono approvate, in base all’art. 62-bis del decreto legge
30 agosto 1993, n. 331, convertito con modificazioni dalla legge
29 ottobre 1993, n. 427, le evoluzioni degli studi di settore
relativi alle seguenti attivita’ economiche nel settore delle
manifatture:
a) studio di settore TD39U (che sostituisce lo studio di settore
SD39U) – Fabbricazione di coloranti e pigmenti, codice attivita’
20.12.00; fabbricazione di pitture, vernici e smalti, inchiostri da
stampa e adesivi sintetici, codice attivita’ 20.30.00;
b) studio di settore TD40U (che sostituisce lo studio di settore
SD40U) – Fabbricazione di magneti metallici permanenti, codice
attivita’ 25.99.91; fabbricazione di altri componenti elettronici,
codice attivita’ 26.11.09; fabbricazione di sistemi antifurto e
antincendio, codice attivita’ 26.30.21; fabbricazione di rilevatori
di fiamma e combustione, di mine, di movimento, generatori d’impulso
e metal detector, codice attivita’ 26.51.21; fabbricazione di motori,
generatori e trasformatori elettrici, codice attivita’ 27.11.00;
fabbricazione di apparecchiature per le reti di distribuzione e il
controllo dell’elettricita’, codice attivita’ 27.12.00; fabbricazione
di batterie di pile ed accumulatori elettrici, codice attivita’
27.20.00; fabbricazione di cavi a fibra ottica per la trasmissione di
dati o di immagini, codice attivita’ 27.31.01; fabbricazione di altri
fili e di cavi elettrici ed elettronici, codice attivita’ 27.32.00;
fabbricazione di apparecchiature in plastica non conduttiva, codice
attivita’ 27.33.01; fabbricazione di apparecchiature di illuminazione
e segnalazione per mezzi di trasporto, codice attivita’ 27.40.01;
fabbricazione di altre apparecchiature elettriche n.c.a., codice
attivita’ 27.90.09; fabbricazione di macchine per la galvanostegia,
codice attivita’ 28.49.01; fabbricazione di apparecchiature
elettriche ed elettroniche per autoveicoli e loro motori, codice
attivita’ 29.31.00; riparazione e manutenzione di apparecchiature
elettriche, codice attivita’ 33.13.02; riparazione e manutenzione di
altre apparecchiature elettriche (esclusi gli elettrodomestici),
codice attivita’ 33.14.09; installazione di motori, generatori e
trasformatori elettrici; di apparecchiature per la distribuzione e il
controllo dell’elettricita’ (esclusa l’installazione all’interno
degli edifici), codice attivita’ 33.20.01;
c) studio di settore TD41U (che sostituisce lo studio di settore
SD41U) – Fabbricazione di diodi, transistor e relativi congegni
elettronici, codice attivita’ 26.11.01; fabbricazione di schede
elettroniche assemblate, codice attivita’ 26.12.00; fabbricazione di
computer e unita’ periferiche, codice attivita’ 26.20.00;
fabbricazione di apparecchi trasmittenti radiotelevisivi (incluse le
telecamere) codice attivita’ 26.30.10; fabbricazione di altri
apparecchi elettrici ed elettronici per telecomunicazioni, codice
attivita’ 26.30.29; fabbricazione di apparecchi per la riproduzione e
registrazione del suono e delle immagini, codice attivita’ 26.40.01;
fabbricazione di strumenti per navigazione, idrologia, geofisica e
meteorologia, codice attivita’ 26.51.10; fabbricazione di altri di
apparecchi di misura e regolazione, di contatori di elettricita’,
gas, acqua ed altri liquidi, di bilance analitiche di precisione
(incluse parti staccate ed accessori), codice attivita’ 26.51.29;
fabbricazione di orologi, codice attivita’ 26.52.00; fabbricazione di
apparecchi elettromedicali (incluse parti staccate ed accessori),
codice attivita’ 26.60.02; fabbricazione di attrezzature ottiche di
misurazione e controllo, codice attivita’ 26.70.12; fabbricazione di
capacitatori elettrici, resistenze, condensatori e simili,
acceleratori, codice attivita’ 27.90.03; fabbricazione di macchine ed
altre attrezzature per ufficio (escluse computer e periferiche),
codice attivita’ 28.23.09; fabbricazione di livelle, metri doppi a
nastro e utensili simili, strumenti di precisione per meccanica
(esclusi quelli ottici), codice attivita’ 28.29.93; fabbricazione di
apparecchiature per l’allineamento e il bilanciamento delle ruote;
altre apparecchiature per il bilanciamento, codice attivita’
28.99.93; fabbricazione di cinturini metallici per orologi (esclusi
quelli in metalli preziosi) codice attivita’ 32.13.01; fabbricazione
di apparecchi e strumenti per odontoiatria e di apparecchi medicali
per diagnosi (incluse parti staccate e accessori), codice attivita’
32.50.12; riparazione e manutenzione di altre apparecchiature
elettroniche (escluse quelle per le telecomunicazioni ed i computer),
codice attivita’ 33.13.09; installazione di apparecchi elettrici ed
elettronici per telecomunicazioni, di apparecchi trasmittenti
radiotelevisivi, di impianti di apparecchiature elettriche ed
elettroniche (esclusa l’installazione all’interno degli edifici),
codice attivita’ 33.20.02; installazione di strumenti ed apparecchi
di misurazione, controllo, prova, navigazione e simili, (incluse le
apparecchiature di controllo dei processi), codice attivita’
33.20.03; installazione di macchine per ufficio, di mainframe e
computer simili, codice attivita’ 33.20.06; installazione di
apparecchi elettromedicali, codice attivita’ 33.20.08; configurazione
di personal computer, codice attivita’ 62.09.01; riparazione e
manutenzione di altre apparecchiature per le comunicazione, codice
attivita’ 95.12…

[Continua nel file zip allegato]

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE – DECRETO – 6 marzo 2008

Chimici.info