MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE - DECRETO 30 gennaio 2006 | Chimici.info

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE – DECRETO 30 gennaio 2006

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE - DECRETO 30 gennaio 2006 - Modalita' di effettuazione dei controlli automatici dei versamenti, relativi all'imposta sugli intrattenimenti, concernente gli apparecchi da divertimento ed intrattenimento, di cui all'articolo 110, comma 7, del T.U.L.P.S., nonche' di quelli meccanici o elettromeccanici richiamati dall'articolo 14-bis, comma 5, del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 640. (GU n. 44 del 22-2-2006)

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE

DECRETO 30 gennaio 2006

Modalita’ di effettuazione dei controlli automatici dei versamenti,
relativi all’imposta sugli intrattenimenti, concernente gli
apparecchi da divertimento ed intrattenimento, di cui all’articolo
110, comma 7, del T.U.L.P.S., nonche’ di quelli meccanici o
elettromeccanici richiamati dall’articolo 14-bis, comma 5, del
decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 640.

IL DIRETTORE GENERALE
dell’Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato

Visto l’art. 22 della legge 27 dicembre 2002, n. 289 e successive
modificazioni ed integrazioni;
Visto l’art. 110, comma 7, del testo unico delle leggi di pubblica
sicurezza di cui al regio decreto 18 giugno 1931, n. 773 e successive
modificazioni ed integrazioni;
Visto l’art. 14-bis del decreto del Presidente della Repubblica
26 ottobre 1972, n. 640 e successive modificazioni ed integrazioni;
Visto l’art. 38 della legge 23 dicembre 2000, n. 388 e successive
modificazioni ed integrazioni;
Visto l’art. 1, comma 548, della legge 23 dicembre 2005, n. 266 che
disciplina il controllo dei versamenti relativi all’imposta sugli
intrattenimenti dovuta per gli apparecchi previsti all’art. 110,
comma 7, del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza di cui al
regio decreto 18 giugno 1931, n. 773 e successive modificazioni ed
integrazioni, nonche’ per gli apparecchi meccanici ed
elettromeccanici, rinviando a uno o piu’ decreti del Ministero
dell’economia e delle finanze Amministrazione autonoma dei monopoli
di Stato la definizione delle modalita’ di effettuazione dei
controlli automatici;
Considerata la necessita’ di stabilire le modalita’ di
effettuazione dei controlli automatici al fine di provvedere
all’invio ai contribuenti degli esiti dei suddetti controlli nei casi
in cui i versamenti dovuti risultino omessi, carenti o intempestivi;
Decreta:
Art. 1.
Definizioni
Ai soli fini del presente decreto, si intendono:
a) per Amministrazione, l’Amministrazione autonoma dei monopoli
di Stato;
b) per T.U.L.P.S., il testo unico delle leggi di pubblica
sicurezza di cui al regio decreto 18 giugno 1931, n. 773 e successive
modificazioni ed integrazioni;
c) per gestore, colui che esercita una attivita’ organizzata
diretta alla distribuzione, installazione e gestione economica degli
apparecchi e congegni previsti all’art. 110, comma 7, del T.U.L.P.S.,
per i quali e’ titolare del relativo nulla osta per la messa in
esercizio, nonche’ degli apparecchi meccanici od elettromeccanici da
divertimento ed intrattenimento, dallo stesso posseduti a qualunque
titolo, presso luoghi pubblici o aperti al pubblico ovvero in circoli
od associazioni di qualunque specie. E’ equiparato al gestore
l’esercente del locale ove tali apparecchi sono installati, nel caso
in cui ne sia proprietario;
d) per nulla osta, il nulla osta per la messa in esercizio
rilasciato dalla Amministrazione al gestore, ai sensi dell’art. 38
della legge 23 dicembre 2000, n. 388, per gli apparecchi e congegni
previsti all’art. 110, comma 7, del T.U.L.P.S.;
e) per banca dati, l’insieme delle informazioni, memorizzate nel
sistema informativo dell’Amministrazione, che sono dichiarate dai
gestori per gli apparecchi previsti dall’articolo 110, comma 7, del
T.U.L.P.S., nonche’ contenute nei relativi nulla osta rilasciati ai
sensi dell’art. 38 della legge 23 dicembre 2000, n. 388, dalla stessa
Amministrazione.

Art. 2.
Liquidazione dell’imposta sugli intrattenimenti relativa agli
apparecchi di cui all’art. 110, comma 7, del T.U.L.P.S.
1. L’Amministrazione provvede a liquidare l’imposta sugli
intrattenimenti dovuta per ciascun anno solare dai gestori per gli
apparecchi previsti all’art. 110, comma 7, del TULPS sulla base delle
informazioni memorizzate nella banca dati. Gli apparecchi si
considerano installati, ai fini della quantificazione dell’imposta
dovuta, nel mese in cui l’Amministrazione rilascia il relativo nulla
osta. Gli apparecchi che siano stati disinstallati dal soggetto
titolare del nulla osta, con consegna all’Amministrazione del
medesimo atto autorizzatorio entro il 31 dicembre dell’anno
precedente, si considerano installati, ai fini della quantificazione
dell’imposta dovuta, nel mese in cui l’Amministrazione riconsegna, a
seguito di specifica richiesta, il nulla osta al gestore.
2. Ai sensi dell’art. 14-bis del decreto del Presidente della
Repubblica 26 ottobre 1972, n. 640, per gli apparecchi installati
antecedentemente al primo marzo l’imposta e’ liquidata per l’intero
anno solare; per gli apparecchi installati a decorrere dalla suddetta
data, l’imposta e’ liquidata in dodicesimi dal mese di prima
installazione fino alla fine dell’anno.
3. Nella liquidazione dell’imposta sugli intrattenimenti dovuta per
l’anno 2004 si tiene conto, anche ai fini dell’individuazione della
data di installazione degli apparecchi, dei dati comunicati con le
dichiarazioni di titolarita’ e con le dichiarazioni di installazione
degli apparecchi presentate dai gestori.
4. Per la determinazione della base imponibile e dell’aliquota
dell’imposta l’Amministrazione applica le disposizioni contenute
nell’art. 14-bis del decreto del Presidente della Repubblica
26 ottobre 1972, n. 640 e nella tariffa allegata allo stesso decreto.

Art. 3.
Liquidazione dell’imposta sugli intrattenimenti relativa agli
apparecchi di cui all’art. 110, comma 7, del T.U.L.P.S. nei casi di
modifica della titolarita’ del nulla osta.
1. Nei casi di modifica in corso d’anno della titolarita’ del nulla
osta, l’imposta e’ liquidata per l’intero anno nei confronti del
gestore che dalla banca dati risulta essere titolare del relativo
nulla osta nell’ultimo giorno del mese di febbraio. Per gli
apparecchi e congegni installati a decorrere dal primo marzo
l’imposta e’ liquidata, per l’intero periodo compreso tra il mese di
prima installazione e la fine dell’anno, nei confronti del gestore
che ha provveduto alla loro prima installazione.

Art. 4.
Controllo automatico dei versamenti relativi agli apparecchi di cui
all’art. 110, comma 7, del T.U.L.P.S.
1. Con riferimento a ciascun anno solare l’Amministrazione
controlla, mediante procedure automatizzate, che l’imposta liquidata
secondo i criteri indicati negli articoli precedenti sia stata
versata dai gestori titolari dei nulla osta relativi agli apparecchi
previsti all’articolo 110, comma 7, del T.U.L.P.S., entro le scadenze
fissate nell’art. 14-bis del decreto del Presidente della Repubblica
26 ottobre 1972, n. 640. In presenza di versamenti omessi, carenti o
tardivi, l’Amministrazione comunica l’esito del controllo al
contribuente indicando gli importi da versare costituiti dall’imposta
sugli intrattenimenti, ove dovuta, dai relativi interessi e dalla
sanzione per ritardato od omesso versamento di cui all’art. 13 del
decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 471.

Art. 5.
Liquidazione dell’imposta sugli intrattenimenti e controllo
automatico dei versamenti relativi agli apparecchi meccanici o
elettromeccanici da divertimento e intrattenimento.
1. L’Amministrazione provvede a liquidare l’imposta sugli
intrattenimenti dovuta per ciascun anno solare in base alle
dichiarazioni relative agli apparecchi mecca-nici od elettromeccanici
presentate dai gestori con le modalita’ indicate nei decreti
direttoriali emanati ai sensi dell’art. 14-bis, comma 5, del decreto
del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 640.
2. Nella liquidazione dell’imposta sugli intrattenimenti dovuta dai
gestori per gli apparecchi meccanici o elettromeccanici,
l’Amministrazione applica le disposizioni contenute nell’art. 14-bis
del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 640,
nella Tariffa ivi allegata nonche’ nei decreti direttoriali di cui al
comma 1.
3. Con riferimento a ciascun anno solare l’Amministrazione
controlla, mediante procedure automatizzate, la tempestivita’ e la
rispondenza con le dichiarazioni di cui al comma 1 dei versamenti
effettuati dai gestori. In presenza di versamenti omessi, carenti o
tardivi, l’Amministrazione comunica l’esito del controllo al
contribuente indicando gli importi da versare costituiti dall’imposta
sugli intrattenimenti, ove dovuta, dai relativi interessi e dalla
sanzione per ritardato od omesso versamento di cui all’art. 13 del
decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 471.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica Italiana.
Roma, 30 gennaio 2006
Il direttore generale: Tino

Registrato alla Corte dei conti il 16 febbraio 2006
Ufficio di controllo Ministeri economico-finanziario, registro n. 1
Economia e finanze, foglio n. 333

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE – DECRETO 30 gennaio 2006

Chimici.info