MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE - DECRETO 27 luglio 2010 | Chimici.info

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE – DECRETO 27 luglio 2010

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE - DECRETO 27 luglio 2010 - Modifica dei decreti adottati ai sensi degli articoli 6 ed 11 del decreto legislativo n. 239 (White list con i quali e' attuabile lo scambio di informazioni), ed ai sensi degli articoli 2, 110 e 167 del TUIR (black list Stati e territori aventi regime fiscale privilegiato). (10A09406) - (GU n. 180 del 4-8-2010 )

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE

DECRETO 27 luglio 2010

Modifica dei decreti adottati ai sensi degli articoli 6 ed 11 del
decreto legislativo n. 239 (White list con i quali e’ attuabile lo
scambio di informazioni), ed ai sensi degli articoli 2, 110 e 167 del
TUIR (black list Stati e territori aventi regime fiscale
privilegiato). (10A09406)

IL MINISTRO DELL’ECONOMIA
E DELLE FINANZE

Visto l’art. 1, comma 83, lettera n) della legge 24 dicembre 2007,
n. 244, il quale introduce l’art. 168-bis del testo unico delle
imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della
Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, con il quale viene stabilito che
con decreto del Ministro dell’economia e delle finanze sono
individuati gli Stati e territori che consentono un adeguato scambio
di informazioni;
Visto l’art. 1, comma 88, della suddetta legge n. 244 del 2007, il
quale dispone che fino al periodo d’imposta in corso alla data di
pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del decreto del Ministro
dell’economia e delle finanze previsto dall’art. 168-bis del citato
testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22
dicembre 1986, n. 917 continuano ad applicarsi le disposizioni
vigenti al 31 dicembre 2007;
Visto il decreto legislativo 1° aprile 1996, n. 239, recante
modificazioni al regime fiscale degli interessi, premi ed altri
frutti delle obbligazioni e titoli similari, pubblici e privati;
Visto, in particolare, l’art. 6, comma 1, del citato decreto
legislativo n. 239 del 1996, e successive modificazioni, il quale
stabilisce la non applicazione dell’imposta sostitutiva sugli
interessi, premi ed altri frutti delle obbligazioni e titoli
similari, pubblici e privati, percepiti da soggetti residenti in
Paesi che consentono un adeguato scambio di informazioni;
Visto l’art. 11, comma 4, lettera c), del menzionato decreto
legislativo n. 239 del 1996, il quale dispone che con decreto del
Ministro delle finanze viene stabilito l’elenco dei predetti Stati;
Visto l’art. 11, comma 5, del citato decreto legislativo n. 239 del
1996, il quale prevede che le disposizioni recate nei decreti
indicati al comma 4 possono essere modificate con successivi decreti
del Ministro delle finanze;
Visto il decreto del Ministro delle finanze del 4 settembre 1996,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 220 del 19 settembre 1996, che
ha approvato l’elenco degli Stati con i quali risulta attuabile lo
scambio di informazioni ai sensi delle convenzioni per evitare la
doppia imposizione sul reddito in vigore con la Repubblica italiana;
Visto l’Atto relativo alle condizioni di adesione della Repubblica
ceca, della Repubblica di Estonia, della Repubblica di Cipro, della
Repubblica di Lettonia, della Repubblica di Lituania, della
Repubblica di Ungheria, della Repubblica di Malta, della Repubblica
di Polonia, della Repubblica di Slovenia e della Repubblica slovacca
e agli adattamenti dei trattati sui quali si fonda l’Unione europea,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea, del 23
settembre 2003, serie L 236;
Tenuto conto che l’Allegato II del citato Atto, punto 9
«Fiscalita’», enumera, tra gli Atti che formano oggetto di
adattamento, la direttiva 77/799/CEE del Consiglio, del 19 dicembre
1977, relativa alla reciproca assistenza tra le autorita’ competenti
degli Stati membri nel settore delle imposte dirette e indirette, e
che pertanto si rende applicabile, con la Repubblica di Cipro e la
Repubblica di Lettonia, lo scambio delle informazioni necessarie ai
sensi dell’art. 6, comma 1, del citato decreto legislativo n. 239 del
1996;
Ritenuto che la Repubblica di Cipro e la Repubblica di Malta sono
Stati membri dell’Unione europea e che le stesse hanno concluso con
il Governo italiano dei Protocolli di modifica alle vigenti
Convenzioni per evitare le doppie imposizioni in materia di imposte
sul reddito, con i quali viene data una piu’ ampia base giuridica per
lo scambio di informazioni;
Tenuto conto della sentenza della Corte di giustizia dell’Unione
europea n. 72/06 del 12 settembre 2006, vertente sulla compatibilita’
con i principi di diritto comunitario della normativa vigente negli
Stati membri dell’Unione europea in materia di imprese estere
controllate;
Considerato l’accordo amministrativo tra l’Amministrazione fiscale
italiana e quella della Corea del Sud in base al quale l’autorita’
fiscale coreana si impegna ad effettuare lo scambio di informazioni
previsto dall’art. 26 della Convenzione per evitare le doppie
imposizioni e per prevenire le evasioni fiscali in materia di imposte
sul reddito in vigore tra i due Paesi, finalizzato a verificare,
mediante il controllo delle transazioni intercorse tra imprese
italiane ed imprese domiciliate fiscalmente nella Corea del Sud, che
le imprese coreane non usufruiscono dei benefici della Tax incentives
Limitation Law;
Ritenuta la necessita’ di modificare, nelle more della
predisposizione del decreto del Ministro dell’economia e delle
finanze previsto dall’art. 168-bis del testo unico di cui al decreto
del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, l’elenco
degli Stati approvato con il citato decreto del Ministro delle
finanze del 4 settembre 1996, al fine di procedere ad un
aggiornamento dell’elenco medesimo;
Ritenuta, altresi’, la necessita’ di modificare gli elenchi
contenuti nel decreto del Ministro delle finanze 4 maggio 1999 e nei
decreti del Ministro dell’economia e delle finanze 21 novembre 2001 e
23 gennaio 2002, pubblicati rispettivamente nelle Gazzette Ufficiali
n. 107 del 10 maggio 1999, n. 273 del 23 novembre 2001 e n. 29 del 4
febbraio 2002 ed emanati rispettivamente ai sensi degli articoli 2,
comma 2-bis, 167, comma 4, e 110, comma 10, del testo unico delle
imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della
Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917.

Decreta:

Art. 1

Modifica dell’elenco degli Stati con i quali
e’ attuabile lo scambio di informazioni

1. All’elenco di cui all’art. 1 del decreto del Ministro delle
finanze del 4 settembre 1996, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.
220 del 19 settembre 1996, sono inseriti i seguenti Stati:
«Cipro e Lettonia».

Art. 2

Modifica degli elenchi degli Stati e territori aventi
un regime fiscale privilegiato

1. Dall’elenco di cui all’art. 1 del decreto del Ministro delle
finanze 4 maggio 1999, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 107 del
10 maggio 1999, sono eliminati i seguenti Stati: «Cipro (Kypros) e
Malta (Republic of Malta)».
2. Dall’elenco di cui all’art. 1 del decreto del Ministro
dell’economia e delle finanze 21 novembre 2001, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 273 del 23 novembre 2001, e successive
modificazioni, e’ eliminato il seguente Stato: «Cipro».
3. Dall’elenco di cui all’art. 3 del citato decreto del Ministro
dell’economia e delle finanze 21 novembre 2001, sono soppressi i
numeri 3) e 10).
4. Dall’elenco di cui all’art. 1 del decreto del Ministro
dell’economia e delle finanze 23 gennaio 2002, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 29 del 4 febbraio 2002, e successive
modificazioni, e’ eliminato il seguente Stato: «Cipro».
5. Dall’elenco di cui all’art. 3 del citato decreto del Ministro
dell’economia e delle finanze 23 gennaio 2002, sono soppressi i
numeri 3) e 9).
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 27 luglio 2010

Il Ministro: Tremonti

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE – DECRETO 27 luglio 2010

Chimici.info