MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI - DECRETO 24 marzo 2005: Disposizioni nazionali di attuazione dell'articolo 42 del regolamento (CE) n. 1782/2003 | Chimici.info

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI – DECRETO 24 marzo 2005: Disposizioni nazionali di attuazione dell’articolo 42 del regolamento (CE) n. 1782/2003

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI - DECRETO 24 marzo 2005: Disposizioni nazionali di attuazione dell'articolo 42 del regolamento (CE) n. 1782/2003 concernente la gestione della riserva nazionale. (GU n. 98 del 29-4-2005)

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

DECRETO 24 marzo 2005

Disposizioni nazionali di attuazione dell’articolo 42 del regolamento
(CE) n. 1782/2003 concernente la gestione della riserva nazionale.

IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

Visto il regolamento (CE) n. 1782/03 del Consiglio del 29 settembre
2003, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea L 270
del 21 ottobre 2003, che stabilisce norme comuni relative ai regimi
di sostegno diretto nell’ambito della politica agricola comune ed
istituisce taluni regimi di sostegno a favore degli agricoltori;
Visto il regolamento (CE) n. 795/2004 della Commissione del
21 aprile 2004, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione
europea L 141 del 30 aprile 2004 recante modalita’ di applicazione
del regime di pagamento unico di cui al regolamento (CE) n. 1782/03
del Consiglio;
Visto il regolamento (CE) n. 796/04 della Commissione del 21 aprile
2004, recante modalita’ di applicazione della condizionalita’, della
modulazione e del sistema integrato di gestione e di controllo di cui
al regolamento (CE) n. 1782/03 del Consiglio;
Visto l’art. 4, comma 3 della legge 29 dicembre 1990, n. 428,
concernente «disposizioni per l’adempimento di obblighi derivanti
dall’appartenenza dell’Italia alle Comunita’ europee (legge
comunitaria per il 1990)», con il quale si dispone che
all’applicazione nel territorio nazionale dei regolamenti emanati
dalla Comunita’ europea si provvede con decreto del Ministro delle
politiche agricole e forestali;
Visto il decreto legislativo n. 165 del 27 maggio 1999, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 137 del
14 giugno 1999, concernente la soppressione dell’organismo pagatore e
l’istituzione dell’Agenzia per le erogazioni in agricoltura (AGEA) a
norma dell’art. 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59;
Visto il decreto ministeriale 5 agosto 2004 e successive
modificazioni ed integrazioni, concernente disposizioni per
l’attuazione della riforma della politica agricola comune, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 191 del
16 agosto 2004, in particolare l’art. 2;
Ritenuta la necessita’ di dettare disposizioni urgenti per
l’applicazione delle richiamate norme comunitarie relative ai regimi
di sostegno a favore degli agricoltori;
Acquisito il parere della Conferenza permanente per i rapporti tra
lo Stato e le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano,
espresso nella seduta del 3 e del 23 marzo 2005;

Decreta:

Art. 1.

Definizioni

1. Ai fini del presente decreto, si intendono per «regioni
omogenee» le zone indicate all’allegato A del presente decreto.

Art. 2.

Medie regionali

1. Ai sensi dell’art. 6, paragrafo 4 del regolamento (CE) n.
795/2004, le medie regionali basate sul valore dei titoli all’aiuto
assegnati agli agricoltori nelle singole zone omogenee indicate
nell’allegato A del presente decreto, si applicano agli agricoltori
che iniziano un’attivita’ agricola ed agli agricoltori delle zone
interessate a programmi di ristrutturazione e/o sviluppo connessi con
una forma di pubblico intervento.
2. Le modalita’ per il calcolo delle medie regionali, sulla base
delle zone di cui all’allegato A, sono indicate nell’allegato B del
presente decreto.
3. Ai sensi dell’art. 7, paragrafo 4 del regolamento (CE) n.
795/2004, la media regionale non si applica. In tal caso, il valore
dei titoli assegnati agli agricoltori sono aumentati in proporzione
agli importi dei pagamenti complessivamente non percepiti sulle
superfici sottoposte a programmi di sviluppo connessi con una forma
di pubblico intervento.
4. Ai sensi dell’art. 18, paragrafo 3 del regolamento (CE) n.
795/2004, la media regionale non si applica. In tal caso gli
agricoltori ricevono:
a) in applicazione dell’art. 20 del succitato regolamento (CE) n.
795/2004, titoli all’aiuto calcolati sulla base degli importi di
riferimento percepiti dall’affittuario durante il periodo di
riferimento ovvero titoli all’aiuto calcolati sulla base delle medie
regionali se l’affittuario non ha presentato domanda di aiuto per i
terreni stessi;
b) in applicazione dell’art. 21 del succitato regolamento (CE)
n. 795/2004, titoli all’aiuto calcolati sulla base degli investimenti
effettuati in capacita’ di produzione oppure sulla base degli importi
di riferimento concessi sulla superficie acquistata e sulla quale
sono stati effettuati investimenti in capacita’ produttiva ovvero
titoli all’aiuto calcolati sulla base delle medie regionali se le
superfici acquistate non sono state oggetto di domanda di aiuto nel
periodo di riferimento.
c) in applicazione dell’art. 22 del regolamento (CE) n. 795/2004,
titoli all’aiuto calcolati sulla base degli importi di riferimento
percepiti dal locatore durante il periodo di riferimento ovvero
titoli all’aiuto calcolati sulla base delle medie regionali se il
locatore non ha presentato domanda di aiuto per i terreni stessi;
d) in applicazione dell’art. 23 del regolamento (CE) n. 795/2004,
titoli all’aiuto calcolati sulla base di importi di riferimento
percepiti nel periodo 1997-1999, non interessato a programmi
nazionali di riorientamento della produzione ovvero titoli all’aiuto
calcolati sulla base delle medie regionali se l’agricoltore non ha
presentato domanda di aiuto nel sopra citato periodo.

Art. 3.

Condizioni tecniche per l’accesso alla riserva nazionale

1. Le condizioni tecniche per l’accesso alla riserva nazionale sono
definite, entro il 31 marzo 2005, con provvedimento dirigenziale del
competente Dipartimento del Ministero delle politiche agricole e
forestali, sentiti i rappresentanti tecnici delle regioni.

Art. 4.

Modalita’ di presentazione della domanda

1. L’agricoltore che intenda richiedere diritti al pagamento
risultante dalla riserva nazionale, e’ tenuto a presentare la
domanda, secondo le modalita’ indicate dall’organismo pagatore
competente, con appositi provvedimenti, fondati sulle regole definite
da AGEA in accordo con i precitati organismi pagatori.

Art. 5.

Circostanze eccezionali

1. In applicazione dell’art. 16, paragrafo 2 del regolamento (CE)
n. 795/04 all’agricoltore sono attribuiti titoli all’aiuto calcolati
sulla base dei titoli all’aiuto assegnati agli agricoltori nelle
singole zone omogenee indicate nell’allegato A del presente decreto.

Art. 6.

Disposizioni finali

1. Per quanto non espressamente contemplato dal presente
regolamento, si fa rinvio alle disposizioni comunitarie vigenti in
materia ed alle procedure di attuazione definite dall’organismo di
coordinamento.
Il presente decreto sara’ trasmesso alla Corte dei conti per la
registrazione e sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 24 marzo 2005
Il Ministro: Alemanno

Registrato alla Corte dei conti il 18 aprile 2005
Ufficio di controllo atti Ministeri delle attivita’ produttive,
registro n. 1, foglio n. 360

Allegato A

—-> Vedere immagine a pag. 69 Vedere immagine a pag. 70

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI – DECRETO 24 marzo 2005: Disposizioni nazionali di attuazione dell’articolo 42 del regolamento (CE) n. 1782/2003

Chimici.info