MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI | Chimici.info

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI - CIRCOLARE 11 gennaio 2005, n.584: Circolare esplicativa del Piano per l'arresto definitivo delle imbarcazioni abilitate all'esercizio della pesca costiera locale entro le 6 miglia che utilizzano il sistema di pesca a strascico. (GU n. 28 del 4-2-2005)

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

CIRCOLARE 11 gennaio 2005, n.584

Circolare esplicativa del Piano per l’arresto definitivo delle
imbarcazioni abilitate all’esercizio della pesca costiera locale
entro le 6 miglia che utilizzano il sistema di pesca a strascico.

Premessa.

Il presente provvedimento viene emanato al fine di integrare e
modificare quanto disposto dalla Circolare n. 200431125 del 7 ottobre
2004 pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 287 – serie generale –
del 7 dicembre 2004 ed in particolare il paragrafo 5, comma 1 e comma
9, e il paragrafo 6.

Modalita’ di presentazione della domanda.
Il paragrafo 5, comma 1 viene cosi’ modificato:
«i termini di presentazione delle domande di adesione al Piano
per l’arresto definitivo delle imbarcazioni abilitate all’esercizio
della pesca costiera locale entro le 6 miglia, che utilizzano il
sistema di pesca a strascico, sono riaperti e prorogati di giorni
trenta decorrenti dal giorno successivo alla data di pubblicazione
del presente provvedimento nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana»;
Il paragrafo 5, comma 9 viene cosi’ modificato:
«per le istanze presentate sulla base del decreto ministeriale 22
dicembre 2000 e per le quali e’ gia’ intervenuto il decreto di
concessione ma non quello di liquidazione, e’ previsto, a richiesta
dell’interessato, il riconoscimento dell’intero ammontare del premio
senza le decurtazioni introdotte dal decreto-ministeriale 5 febbraio
2003, sempreche’ la demolizione stessa avvenga o sia avvenuta entro
il termine di 6 mesi dalla riconsegna del titolo abilitativo alla
pesca o entro ulteriori trenta giorni in caso di proroga concessa
dall’Autorita’ marittima di iscrizione dell’imbarcazione».

Formazione della graduatoria.
Il paragrafo 6 viene cosi’ modificato:
«Alle imbarcazioni risultate rispondenti ai requisiti di cui al
paragrafo 3 della circolare in premessa, saranno assegnate le
priorita’, nell’ordine di seguito indicate:
a) imbarcazioni che esercitano l’attivita’ di pesca con il
sistema di strascico entro le 3 miglia, in base ad apposita
autorizzazione rilasciata per tale attivita’ di pesca “speciale” e/o
tradizionale a carattere stagionale (3-4 mesi all’anno), nei
compartimenti marittimi di Rimini, Chioggia, Ravenna, Monfalcone,
Trieste e Venezia; ovvero imbarcazioni che esercitano l’attivita’ di
pesca con il sistema a strascico entro le 3 miglia con autorizzazione
diversa da quelle predette.
Tali attivita’ sono state finora consentite, con autorizazioni in
deroga al regolamento (CE)1626/94. Peraltro, con l’applicazione di
precedenti misure di riduzione di tale attivita’ di pesca, si e’
raggiunto, in modo progressivo, il dimezzamento del numero di
imbarcazioni gia’ autorizzate a tale tipo di pesca al momento
dell’entrata in vigore del predetto regolamento (CE)1626/94;
b) imbarcazioni che esercitano l’attivita’ entro le 6 miglia
autorizzate con licenza di pesca al solo sistema a strascico;
c) imbarcazioni che esercitano l’attivita’ entro le 6 miglia
autorizzate con licenza di pesca al sistema a strascico e ad altri
sistemi di pesca (c.d. unita’ polivalenti).».
Il presente provvedimento e’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana.
Roma, 11 gennaio 2005

Il direttore generale
per la pesca e l’acquacoltura
Tripodi

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

Chimici.info