MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI | Chimici.info

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI - DECRETO 10 novembre 2004: Obbligo di istituire un sistema di controllo satellitare per i pescherecci comunitari, aventi lunghezza fuori tutta superiore a 24 metri, denominato V.M.S. (vessel monitoring system), al fine di poter controllare le attivita' durante le battute di pesca. (GU n. 293 del 15-12-2004)

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

DECRETO 10 novembre 2004

Obbligo di istituire un sistema di controllo satellitare per i
pescherecci comunitari, aventi lunghezza fuori tutta superiore a 24
metri, denominato V.M.S. (vessel monitoring system), al fine di poter
controllare le attivita’ durante le battute di pesca.

IL DIRETTORE GENERALE
della pesca e dell’acquacoltura
Vista la legge 14 luglio 1965, n. 963e, ss. mm, concernente la
disciplina della pesca marittima e relativo regolamento di
attuazione;
Visto il regolamento (CEE) n. 2847/93 del Consiglio del 12 ottobre
1993, che ha istituito un regime di controllo applicabile nell’ambito
della politica comune della pesca;
Visto il regolamento n. 686/1997 del Consiglio del 14 aprile 1997,
che ha sancito l’obbligo di istituire un sistema di controllo
satellitare per i pescherecci comunitari, aventi lunghezza fuori
tutta superiore a 24 metri, denominato V.M.S. (vessel monitoring
system), al fine di poter controllare le attivita’ durante le battute
di pesca ;
Visti i risultati delle attivita’ svolte durante il primo periodo
di operativita’ del sistema V.M.S. gestito dal Comando Generale del
Corpo delle Capitanerie di Porto, durante il quale i relativi oneri
sono stati sostenuti dall’Amministrazione Mi .P. A. F.;
Considerato che detti oneri, comprendenti sia i costi delle
trasmissioni satellitari dei dati – bordo/terra – che la manutenzione
e/o sostituzione degli appartai di bordo (blue box) a decorrere dal
1° gennaio 2005 dovranno essere necessariamente sostenuti dagli
armatori/proprietari delle navi soggette al controllo satellitare,
affinche’ sia assicurata una gestione autonoma degli apparati
installati a bordo delle rispettive navi da pesca per uniformarsi a
quanto gia’ avviene negli altri Stati membri dell’Unione europea;
Visto il regolamento (CE) n. 2244/2003 del 18 dicembre 2003 della
Commissione che ha statuito un inderogabile divieto di effettuare
battute di pesca alle navi comunitarie soggette all’obbligo del
controllo satellitare, ovunque esse operino ed a quelle dei Paesi
terzi che operino nelle acque comunitarie, senza apparati o con
apparati guasti, difettosi e/o non funzionanti;
Visto la legge 27 marzo 2004 n. 77 ;
Stante la necessita’ di procedere prioritariamente alle
intestazioni delle utenze satellitari a carico degli
armatori/proprietari di navi soggette all’obbligo di cui innanzi;
Ritenuto necessario assicurare l’effettiva attuazione delle
iniziative di cui sopra, in aderenza ai precetti comunitari e, di
sanzionare eventuali inadempienze;
Decreta:
Art. 1.
E’ fatto obbligo agli armatori/proprietari di navi da pesca
nazionali, ovunque esse operino, aventi lunghezza fuori tutta
superiore a 24 metri, dotate di apparato di controllo satellitare
(c.d. blue box) di provvedere a proprie cure e spese all’intestazione
delle utenze relative al traffico satellitare effettuato tramite gli
apparati di bordo, attualmente in carico all’Amministrazione e di
sostenerne i relativi costi di gestione (trasmissione dei dati e
manutenzione ordinaria e straordinaria).
L’obbligo dell’intestazione delle utenze satellitari dovra’ essere
attuato entro e non oltre il 31 dicembre 2004, mentre l’accollo degli
oneri economici, relativi alla gestione degli apparati di bordo (blue
box), decorreranno dal 1° gennaio 2005.

Art. 2.
Gli armatori/proprietari delle navi, qualora non ottemperino ai
suddetti obblighi non potranno:
esercitare alcuna attivita’ di pesca a norma del Reg. n.
2244/2003;
accedere ad alcun aiuto pubblico (comunitario e/o nazionale).

Art. 3.
I Centri di controllo nazionale e d’area, adotteranno tutte le
misure necessarie ritenute piu’ idonee per dare, senza deroga alcuna,
concreta attuazione al presente provvedimento.
Roma, 10 novembre 2004
Il direttore generale: Tripodi

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

Chimici.info