MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI | Chimici.info

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI - DECRETO 11 novembre 2004: Tutela dei molluschi bivalvi. (GU n. 284 del 3-12-2004)

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

DECRETO 11 novembre 2004

Tutela dei molluschi bivalvi.

IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO
delegato per la pesca e l’acquacoltura

Visto il decreto legislativo 26 maggio 2004, n. 153, in materia di
pesca marittima;
Visto il decreto legislativo 26 maggio 2004, n. 154, in materia di
modernizzazione del settore pesca e dell’acquacoltura;
Vista la legge 14 luglio 1965, n. 963, recante disciplina della
pesca marittima cosi’ come modificata dai predetti decreti
legislativi;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 2 ottobre 1968, n.
1639, riguardante il regolamento di esecuzione della predetta legge;
Visti i decreti ministeriali 12 gennaio 1995, n. 44, e 1° dicembre
1998, n. 515, ed i relativi decreti attuativi concernenti la
disciplina dell’attivita’ dei consorzi di gestione e tutela dei
molluschi bivalvi aventi sede nelle Regioni Abruzzo, Campania,
Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Marche, Molise, Puglia,
Veneto;
Visto il decreto ministeriale 5 novembre 2001, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 2 del 3 gennaio 2002, recante la delega di
attribuzioni del Ministro delle politiche agricole e forestali, per
taluni atti di competenza dell’amministrazione, al Sottosegretario di
Stato on. Paolo Scarpa Bonazza Buora;
Visto l’art. 117 della Costituzione della Repubblica italiana nel
testo modificato dall’art. 3 della legge costituzionale 18 ottobre
2001, n. 3, con particolare riferimento al comma 2, lettera s)
concernente la competenza relativa alla tutela dell’ambiente e
dell’eco- sistema;
Tenuto conto che i molluschi bivalvi sono una risorsa ittica la cui
preservazione concorre al mantenimento dell’equilibrio eco-sistemico
marino;
Tenuto conto che, ai sensi dei decreti richiamati, i consorzi
svolgono attivita’ di semina e ripopolamento dei molluschi bivalvi in
aree allo scopo individuate negli ambiti compartimentali di
operativita’;
Considerato che tale attivita’ di tutela della specie ittica svolta
dai consorzi concorre al perseguimento degli interessi generali di
preservazione dell’equilibrio eco-sistemico e di sviluppo sostenibile
dell’esercizio della pesca dei molluschi bivalvi da parte di tutti
gli operatori di settore ivi compresi quelli non aderenti ai
consorzi;
Considerata pertanto la necessita’ di potenziare tali azioni di
tutela degli stocks di molluschi bivalvi con il coinvolgimento attivo
anche degli operatori non aderenti ai consorzi e che esercitano la
pesca dei molluschi bivalvi con licenza autorizzante l’uso del
sistema «draga idraulica»;
Decreta:

Art. 1.
1. Per le finalita’ di tutela dei molluschi bivalvi nelle premesse
richiamate, tutti gli operatori autorizzati con licenza di pesca
all’uso della draga idraulica nei compartimenti marittimi ove hanno
sede i consorzi di gestione e tutela dei molluschi bivalvi sono
tenuti a compartecipare alle attivita’ di semina e ripopolamento di
tale risorsa ittica.
2. Gli operatori non aderenti al consorzio adempiono all’obbligo di
compartecipazione conferendo, settimanalmente, al consorzio della
pertinente area, quota parte del pescato, in misura non inferiore a
due sacchetti di molluschi bivalvi, destinato a supportare le
attivita’ di semina e ripopolamento di tale risorse ittica.
3. Su proposta del consorzio e sentiti gli operatori non aderenti,
l’autorita’ marittima competente per territorio individua, con
apposita ordinanza, il punto di sbarco e di consegna del conferimento
di cui al comma 2 nonche’ ogni altra regola atta a garantire la
corretta destinazione del conferimento stesso.
Il presente decreto e’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 11 novembre 2004

Il Sottosegretario di Stato
Scarpa Bonazza Buora

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

Chimici.info