MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI - DECRETO 28 ottobre 2011 | Chimici.info

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI – DECRETO 28 ottobre 2011

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI - DECRETO 28 ottobre 2011 - Deroga alle disposizioni di cui all'articolo 4, comma 2, del decreto 19 aprile 2011 concernente le caratteristiche, le diciture nonche' le modalita' per la fabbricazione, l'uso, la distribuzione, il controllo ed il costo dei contrassegni di Stato per i vini a denominazione di origine controllata e garantita e per i vini a denominazione di origine controllata. (11A14501) - (GU n. 261 del 9-11-2011 )

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

DECRETO 28 ottobre 2011

Deroga alle disposizioni di cui all’articolo 4, comma 2, del decreto
19 aprile 2011 concernente le caratteristiche, le diciture nonche’ le
modalita’ per la fabbricazione, l’uso, la distribuzione, il controllo
ed il costo dei contrassegni di Stato per i vini a denominazione di
origine controllata e garantita e per i vini a denominazione di
origine controllata. (11A14501)

IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE
ALIMENTARI E FORESTALI

Visto il decreto legislativo 8 aprile 2010, n. 61, recante la
«tutela delle denominazioni di origine e delle indicazioni
geografiche dei vini, in attuazione dell’art. 15 della legge 7 luglio
2009, n. 88», pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana n. 96 del 26 aprile 2010;
Visto il decreto ministeriale 19 aprile 2011 recante le
disposizioni, le caratteristiche, le diciture nonche’ le modalita’
per la fabbricazione, l’uso, la distribuzione, il controllo ed il
costo dei contrassegni di Stato per i vini a denominazione di origine
controllata e garantita e per i vini a denominazione di origine
controllata, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana n. 106 del 9 maggio 2011;
Visto il decreto ministeriale 2 agosto 2011 recante integrazione al
decreto ministeriale 19 aprile 2011 concernente le disposizioni, le
caratteristiche, le diciture nonche’ le modalita’ per la
fabbricazione, l’uso, la distribuzione, il controllo ed il costo dei
contrassegni di Stato per i vini a denominazione di origine
controllata e garantita e per i vini a denominazione di origine
controllata, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana n. 195 del 23 agosto 2011;
Visto l’allegato 2 del decreto ministeriale 19 aprile 2011,
riportante, per ciascuna tipologia di contrassegno di Stato, il
relativo formato;
Considerato che l’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A.,
a seguito della comunicazione dei fabbisogni di cui all’art. 5 del
decreto ministeriale 19 aprile 2011, ha provveduto alla stampa ed
alla distribuzione dei contrassegni di Stato per i vini DOCG e DOC la
cui larghezza risulta conforme all’allegato 2 del decreto
ministeriale 19 aprile 2011 di cui al precedente punto;
Considerato che, successivamente alla distribuzione dei
contrassegni ottenuti conformemente alle disposizioni di cui al
decreto ministeriale 19 aprile 2011, alcuni consorzi di tutela
nonche’ talune organizzazioni di categoria hanno rappresentato
difficolta’ operative circa l’apposizione dei contrassegni di Stato
previsti per i vini DOCG e DOC benche’ avessero condiviso il
provvedimento e nonostante la bozza di contrassegno fosse stata
proposta da un specifico gruppo di lavoro costituito da
rappresentanti di taluni consorzi di tutela;
Considerate le ulteriori e reiterate istanze recentemente avanzate
da talune associazioni di categoria volte ad ottenere
l’autorizzazione a ridurre ulteriormente la larghezza dei
contrassegni consegnati dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato
S.p.A. alle strutture di controllo autorizzate;
Considerato che il mantenimento dell’integrita’ e la visibilita’
delle diciture di cui all’art. 3 del decreto ministeriale 19 aprile
2011 ai sensi dell’art. 4, comma 2 del medesimo decreto vincola il
taglio della larghezza rispetto alle esigenze specifiche
rappresentate dai soggetti istanti, sopra richiamati;
Considerato che, al fine di non penalizzare le filiere
vitivinicole, si rende necessario consentire ai soggetti
imbottigliatori l’apposizione del contrassegno di Stato mediante le
macchine etichettatrici attualmente in uso;

Decreta:

Art. 1

1. In deroga alle previsioni di cui all’art. 4, comma 2, del
decreto ministeriale 19 aprile 2011, limitatamente ai contrassegni di
Stato DOCG e DOC stampati dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello
Stato S.p.A., nel rispetto del predetto decreto, e’ consentito ai
soggetti imbottigliatori ridurre la larghezza dei contrassegni di
Stato garantendo, in ogni caso, l’integrita’ delle indicazioni di cui
all’art. 3, comma 3, lettera c) e d) del decreto ministeriale 19
aprile 2011 e la visibilita’ non inferiore alla meta’ dell’emblema
dello Stato e della dicitura Ministero delle politiche agricole
alimentari e forestali indicati alla lettera a) e b) del citato art.
3, comma 3.
2. Le strutture di controllo autorizzate o designate ai sensi
dell’art. 118-septdecies del Regolamento (CE) n. 1234/2007 al
controllo delle produzioni DOCG e DOC che utilizzano, quale sistema
di rintracciabilita’ delle partite di vino certificate, il
contrassegno di Stato sono tenute a verificare la corretta attuazione
del presente decreto secondo le disposizioni stabilite dal piano di
controllo approvato per la singola denominazione di origine
nell’ambito della specifica sessione dedicata alla designazione e
presentazione delle partite di vino certificate confezionate.
3. La mancanza delle informazioni minime di cui al comma 1
configura fattispecie sanzionabile ai sensi dell’art. 23, comma 1,
del decreto legislativo 8 aprile 2010, n. 61.

Art. 2

1. Le disposizioni di cui al presente decreto si applicano fino
all’emanazione del decreto di modifica degli allegati 1 e 2 del
decreto ministeriale 19 aprile 2011.
Il presente decreto entra in vigore dalla data di emanazione ed e’
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Roma, 28 ottobre 2011

Il Ministro: Romano

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI – DECRETO 28 ottobre 2011

Chimici.info