MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI - DECRETO 20 Settembre 2007 | Chimici.info

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI – DECRETO 20 Settembre 2007

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI - DECRETO 20 Settembre 2007 - Predisposizione dell'elenco degli esercenti impianti relativi al sistema "tonnara fissa". (GU n. 251 del 27-10-2007 )

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

DECRETO 20 Settembre 2007

Predisposizione dell’elenco degli esercenti impianti relativi al
sistema “tonnara fissa”.

IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE
ALIMENTARI E FORESTALI
Vista la legge 14 luglio 1965, n. 963, come modificata dal decreto
legislativo 26 maggio 2004, n. 153, recante la disciplina della pesca
marittima;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 2 ottobre 1968, n.
1639, e successive modificazioni, con il quale e’ stato approvato il
regolamento di esecuzione della legge n. 963/1965;
Visto il decreto legislativo del 26 maggio 2004, n. 154, recante la
modernizzazione del settore pesca e dell’acquacoltura, a norma
dell’art. 1, comma 2, della legge 7 marzo 2003, n. 38;
Visto il regolamento (CE) n. 41/2007 del Consiglio del 21 dicembre
2006 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea L 15 del
20 gennaio 2007;
Visto il regolamento (CE) n. 643/2007 del Consiglio dell’11 giugno
2007 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea L 151
del 13 giugno 2007 che modifica regolamento (CE) n. 41/2007 con il
quale e’ stato esplicitato il totale ammissibile di cattura (TAC) del
tonno rosso da parte delle flotte comunitarie attribuendo a quella
italiana, per la campagna di pesca 2007, il massimale di 4.336,31
tonnellate;
Visto il regolamento (CE) n. 2807/1993 della Commissione del
22 settembre 1983 che stabilisce le modalita’ di registrazione delle
informazioni fornite sulle catture di pesci da parte degli Stati
membri;
Visto il regolamento (CE) n. 2454/93 della Commissione, del
2 luglio 1993, che fissa talune disposizioni d’applicazione del
regolamento (CEE) n. 2913/92 del Consiglio che istituisce il codice
doganale comunitario;
Visto il regolamento (CE) n. 869/04 del Consiglio, del 26 aprile
2004, che modifica il regolamento (CE) n. 1936/2001 che stabilisce
alcune misure di controllo applicabili alle attivita’ di pesca di
taluni stock di grandi migratori;
Visto il regolamento (CE) n. 1984/03 del Consiglio, dell’8 aprile
2003, che istituisce nella Comunita’ un regime di registrazione
statistica relativo al tonno rosso, al pesce spada e al tonno obeso;
Visto il decreto ministeriale 14 gennaio 1999 pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 76 del 1° aprile 1999, che prevede un piano di
razionalizzazione della pesca del tonno rosso in Italia;
Visto il decreto ministeriale 27 luglio 2000, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 180 del 3 agosto 2000, concernente la
determinazione dei criteri per la ripartizione delle quote di pesca
del tonno rosso, e in particolare l’art. 1 in materia di “tonnare
fisse”;
Visto il decreto ministeriale 23 aprile 2001, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 106 del 9 maggio 2001, recante misure di
gestione della pesca del tonno rosso negli impianti denominati
“tonnare fisse”;
Visto il decreto ministeriale 5 aprile 2006, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 100 del 2 maggio 2006, recante la ripartizione
della quota nazionale di cattura del tonno rosso tra sistemi di pesca
e criteri di attribuzione, nonche’ ripartizione delle quote
individuali per la campagna di pesca 2006;
Ritenuta necessaria la suddivisione del suindicato TAC complessivo
di 4.336.31 tonnellate in quote specifiche per i vari sistemi di
pesca del tonno rosso;
Ritenuto di dover razionalizzare il sistema di dichiarazione e di
monitoraggio delle quote, nel piu’ stretto rispetto delle normative
comunitarie citate;
Considerata l’opportunita’ di valorizzare la continuita’
dell’esercizio dell’attivita’ di pesca del tonno rosso, in quanto
strettamente connesso al principio di tradizionalita’ alla base del
sistema di contingentamento;
Considerato il basso sfruttamento delle risorse attraverso il
sistema tonnara fissa, e per contro la sempre maggiore valenza
turistica sotto il profilo socio-economico della medesima attivita’;
Ritenuto, quindi, di poter incentivare le attivita’ complementari
alla pesca del tonno relative al sistema tonnara fissa;
Decreta:
Art. 1.
1. L’esercizio della pesca del tonno rosso con la tonnara fissa e’
consentito esclusivamente ai titolari degli impianti iscritti in un
apposito elenco tenuto presso la Direzione generale della pesca
marittima e dell’acquacoltura.
2. Ai fini della predisposizione del suddetto elenco per le
successive campagne di pesca i titolari di concessione in essere dal
2004 al 2006, gia’ iscritti in elenco, e che hanno effettuato
attivita’ di pesca durante le relative campagne, possono presentare
domanda documentata al Ministero delle politiche agricole alimentari
e forestali – Direzione generale della pesca marittima e
dell’acquacoltura – PEMACQ VI – Viale dell’Arte, 16 – 00144 Roma,
entro il 31 dicembre 2007.

Art. 2.
1. Il mantenimento dell’iscrizione nell’elenco degli autorizzati
alla cattura del tonno rosso, e’ subordinata al rispetto delle
disposizioni previste dalle normativa comunitaria e nazionale, ed in
particolare alle disposizioni dei regolamenti (CE) n. 2847/93 del
12 ottobre 1993, n. 2454/93 del 2 luglio 1993 e n. 1984/03
dell’8 aprile 2003 e n. 643/2007 dell’11 giugno 2007, con particolare
riferimento alla corretta e tempestiva dichiarazione delle quantita’
catturate.
2. Il decreto ministeriale 14 gennaio 1999, “Piano di
razionalizzazione della pesca del tonno rosso in Italia” (pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale n. 76 del 1° aprile 1999) nonche’ il modello
“TR” in esso previsto e’ abrogato. Il modello da utilizzare per la
dichiarazione di cattura e’ in allegato al presente decreto.
Il presente decreto sara’ sottoposto alla registrazione dei
competenti organi di controllo e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana.
Roma, 20 settembre 2007
Il Ministro: De Castro

Allegato
MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE
ALIMENTARI E FORESTALI
Direzione generale della pesca marittima e dell’acquacoltura
DICHIARAZIONE STATISTICA DA COMPILARE OBBLIGATORIAMENTE
IN OCCASIONE DI CIASCUNA CATTURA
DI TONNO ROSSO EFFETTUATA CON IL SISTEMA “TONNARA FISSA”
REGOLAMENTO (CE) N. 1894/2003 E REGOLAMENTO (CEE) N. 2847/93
COMPILARE E CONSEGNARE IMMEDIATAMENTE DOPO LA CATTURA ALLA
CAPITANERIA DI PORTO DI SBARCO TRAMITE IL LOCALE UFFICIO E INVIARE
COPIA AL MIPAF – D.G. PESCA MARITTIMA E ACQUACOLTURA AL FAX n. +39 06
59084176
CAPITANERIA DI PORTO DI SBARCO:…. TITOLARE DELL’IMPIANTO:….
TONNARA DI:…. QUANTITA’ (IN KG) DI TONNO ROSSO (THUNNUS THYNNUS)
CATTURATO (*) IL GIORNO (**):….

ATTREZZO DA PESCA | |TOTALE CATTURATO (KG)
TONNARA FISSA | |

(*) LA QUANTITA’ DA DICHIARARE E’ QUELLA DEL PESO INTERO, COMPRESI
GLI SCARTI. (**) INDICARE GIORNO, MESE ED ANNO.

Firma e timbro del titolare |Timbro e firma della Capitaneria
dell’impianto |di Porto
…. | ….

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI – DECRETO 20 Settembre 2007

Chimici.info