MINISTERO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE | Chimici.info

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

MINISTERO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE - DECRETO 19 dicembre 2003: Assunzione della titolarita' delle funzioni di garante della fornitura dei clienti vincolati da parte della societa' Acquirente unico ai sensi dell'art. 4, comma 8, del decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79, e direttive alla medesima societa'. (GU n. 301 del 30-12-2003)

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

DECRETO 19 dicembre 2003

Assunzione della titolarita’ delle funzioni di garante della
fornitura dei clienti vincolati da parte della societa’ Acquirente
unico ai sensi dell’art. 4, comma 8, del decreto legislativo 16 marzo
1999, n. 79, e direttive alla medesima societa’.

IL MINISTRO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

Visto il decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79, ed in
particolare l’art. 1, comma 3, e l’art. 4, comma 2, che prevedono il
potere di emanazione di apposite direttive da parte del Ministro
delle attivita’ produttive nei confronti dell’Acquirente unico;
Considerato che il Gestore della rete di trasmissione nazionale ha
costituito, ai sensi dell’art. 4, comma 1, del decreto legislativo 16
marzo 1999, n. 79/1999, la societa’ per azioni Acquirente unico in
data 12 novembre 1999;
Considerata, che ai sensi dell’art. 4, comma 3, del decreto
legislativo 16 marzo 1999, n. 79, la facolta’ concessa ai clienti
idonei di essere temporaneamente compresi nel mercato dei clienti
vincolati;
Ritenuta l’opportunita’ di dotare la societa’ Acquirente unico di
propria autonomia conferendogli la titolarita’ delle funzioni di
garante della fornitura di energia elettrica per il mercato dei
clienti vincolati;
Vista la direttiva del 3 maggio 2001 emanata dal Ministero
dell’industria, del commercio e dell’artigianato nei confronti
dell’Acquirente unico;
Ritenuta la necessita’ di definire ulteriori indirizzi necessari
alla societa’ Acquirente unico, anche in vista dell’avviamento del
sistema di cui all’art. 5 del decreto legislativo 16 marzo 1999, n.
79;
Considerato che, ai fini della non discriminazione del mercato dei
clienti vincolati, e’ necessario prevedere la partecipazione
dell’Acquirente unico alle procedure concorsuali per l’assegnazione
di capacita’ di trasporto per l’importazione di energia elettrica e
di capacita’ produttiva per l’acquisto dell’energia elettrica di cui
all’art. 3, comma 12, del decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79;
Considerato che, ai sensi dell’art. 4 del decreto legislativo 16
marzo 1999, n. 79, l’Acquirente Unico risulta il solo fornitore di
energia per i clienti vincolati e per i clienti idonei che scelgano
temporaneamente di essere compresi nel mercato dei clienti vincolati;

E m a n a
il seguente decreto:
Art. 1.
Assunzione di titolarita’

1. A decorrere dal 1° gennaio 2004 la societa’ Acquirente unico
S.p.a., costituita dalla societa’ Gestore della rete di trasmissione
nazionale S.p.a., ai sensi dell’art. 4, comma 1, del decreto
legislativo 16 marzo 1999, n. 79, assume la titolarita’ delle
funzioni di garante della fornitura di energia elettrica destinata ai
clienti del mercato vincolato.
2. Dalla data di cui al comma 1, fatto salvo quanto disposto dal
successivo art. 6, comma 1, l’Enel S.p.a. cessa di espletare le
funzioni di garante della fornitura di energia elettrica destinata ai
clienti del mercato vincolato e le imprese di distribuzione si
approvvigionano unicamente dall’Acquirente unico S.p.a. per la
fornitura di energia elettrica destinata al medesimo mercato.

Art. 2.
Previsioni della domanda

1. L’Acquirente unico S.p.a. e’ responsabile della previsione della
domanda di energia elettrica dei clienti del mercato vincolato ed
effettua detta previsione tenendo conto anche dei clienti finali
idonei che hanno esercitato la facolta’ di rimanere,
transitoriamente, nel mercato vincolato.

Art. 3.
Modalita’ di approvvigionamento

1. L’Acquirente unico S.p.a. assicura la copertura della domanda di
energia elettrica dei clienti del mercato vincolato, minimizzando i
costi ed i rischi di approvvigionamento. A tal fine l’Acquirente
unico S.p.a.:
a) stipula i contratti di compravendita di energia elettrica, al
di fuori del sistema delle offerte di cui all’art. 5 del decreto
legislativo 16 marzo 1999, n. 79, per una quantita’ non superiore al
25% della previsione della domanda complessiva annua del mercato
vincolato, purche’ detti contratti presentino condizioni di prezzo
piu’ favorevoli rispetto al prezzo dell’energia elettrica
all’ingrosso, fissato dall’Autorita’ per l’energia elettrica e il
gas, al netto delle componenti a copertura degli oneri di
dispacciamento;
b) partecipa alle procedure per l’assegnazione di capacita’ di
trasporto per l’importazione di energia elettrica, secondo modalita’
stabilite con decreto del Ministro delle attivita’ produttive;
c) partecipa alle procedure per l’assegnazione di capacita’
produttiva per l’acquisto, dalla societa’ Gestore della rete di
trasmissione nazionale S.p.a., dell’energia elettrica di cui all’art.
3, comma 12, del decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79, secondo
modalita’ e quote di capacita’ produttiva stabilite con decreto del
Ministro delle attivita’ produttive;
d) si approvvigiona nel sistema delle offerte di cui all’art. 5
del decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79, previa stipula di
contratti per la copertura dal rischio di prezzo e di quantita’.
2. La quota di cui al comma 1, lettera a), puo’ essere modificata
dal Ministero delle attivita’ produttive, sentita l’Autorita’ per
l’energia elettrica e il gas, in funzione dell’evoluzione del mercato
vincolato.
3. L’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas determina, con
proprio provvedimento, i criteri e le condizioni per la stipula dei
contratti di cui al comma 1, lettera d).
4. L’Acquirente unico S.p.a., stipula contratti d’acquisto di
energia elettrica, anche su base pluriennale, derivanti dalle
modalita’ di approvvigionamento di cui al comma 1, tenendo conto
dell’evoluzione del mercato vincolato in modo da consentire una
graduale cessazione degli impegni contrattuali.

Art. 4.
Equilibrio economico

1. L’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas assicura
l’equilibrio economico dell’Acquirente unico S.p.a. nell’ambito del
sistema di perequazione dei costi di acquisto dell’energia elettrica
destinata al mercato vincolato, tramite un apposito conto gestito
dalla Cassa conguaglio per il settore elettrico.

Art. 5.
Contratti pluriennali di importazione di energia elettrica

1. L’Acquirente unico S.p.a., dalla data di cui all’art. 1, comma
1, acquisisce tutta l’energia elettrica oggetto dei contratti
pluriennali di importazione in essere stipulati dall’Enel S.p.a.
anteriormente alla data del 19 febbraio 1997. Detta energia e’ ceduta
all’Acquirente unico S.p.a. al prezzo dell’energia elettrica
all’ingrosso in vigore nel trimestre ottobre-dicembre 2003. Tale
prezzo verra’ aggiornato in misura corrispondente alle variazioni
della componente a copertura dei costi variabili di produzione cosi’
come definito dalla delibera dell’Autorita’ per l’energia elettrica e
il gas n. 194/02.
2. In caso di rinegoziazione dei contratti pluriennali di cui al
comma 1, una parte pari al 50% dell’eventuale beneficio e’ ceduta
all’Acquirente unico S.p.a.

Art. 6.
Norme transitorie e finali

1. Fino al 1° febbraio 1004 l’Acquirente unico S.p.a., nella
propria funzione di garante della fornitura dell’energia elettrica
destinata ai clienti del mercato vincolato, si avvale temporaneamente
dell’Enel S.p.a. per l’acquisto di partite di energia elettrica nel
sistema transitorio di offerte di vendita di energia elettrica e per
la conseguente cessione, delle medesime, alle imprese di
distribuzione.
2. Qualora il sistema delle offerte di cui all’art. 5 del decreto
legislativo 16 marzo 1999, n. 79, preveda, anche transitoriamente, la
non partecipazione attiva della domanda, l’Acquirente unico, nel
comunicare alla societa’ Gestore della rete di trasmissione nazionale
S.p.a. la previsione della propria domanda, ne evidenzia la quota
parte da approvvigionare nel citato sistema delle offerte.
3. Qualora l’operativita’ del sistema delle offerte di cui all’art.
5 del decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79, non siano state
perfezionate, in tutto o in parte, le modalita’ di approvvigionamento
di cui all’art. 3, comma 1, l’Acquirente unico S.p.a. si
approvvigiona nel citato sistema delle offerte per la copertura della
domanda del mercato vincolato.
4. E’ abrogata la direttiva del Ministro dell’industria, del
commercio e dell’artigianato del 3 maggio 2001 concernente «Indirizzi
necessari alla societa’ Acquirente unico anche al fine di predisporre
le strutture interne indispensabili alla sua operativita».
Roma, 19 dicembre 2003
Il Ministro: Marzano

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

Chimici.info