MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO - DECRETO 16 Gennaio 2004, n. 44: Recepimento della direttiva 1999/13/CE relativa alla limitazione delle emissioni di composti organici volatili di talune attivita' industriali, ai sensi dell'articolo 3, comma 2, del decreto del Presidente della Repubblica 24 maggio 1988, n. 203. (GU n. 47 del 26-2-2004 | Chimici.info

MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO – DECRETO 16 Gennaio 2004, n. 44: Recepimento della direttiva 1999/13/CE relativa alla limitazione delle emissioni di composti organici volatili di talune attivita’ industriali, ai sensi dell’articolo 3, comma 2, del decreto del Presidente della Repubblica 24 maggio 1988, n. 203. (GU n. 47 del 26-2-2004

MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO - DECRETO 16 Gennaio 2004, n. 44: Recepimento della direttiva 1999/13/CE relativa alla limitazione delle emissioni di composti organici volatili di talune attivita' industriali, ai sensi dell'articolo 3, comma 2, del decreto del Presidente della Repubblica 24 maggio 1988, n. 203. (GU n. 47 del 26-2-2004 )

MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO

DECRETO 16 Gennaio 2004 , n. 44

Recepimento della direttiva 1999/13/CE relativa alla limitazione
delle emissioni di composti organici volatili di talune attivita’
industriali, ai sensi dell’articolo 3, comma 2, del decreto del
Presidente della Repubblica 24 maggio 1988, n. 203.

IL MINISTRO DELL’AMBIENTE
E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO
di concerto con
IL MINISTRO DELLA SALUTE
e
IL MINISTRO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE
Visto l’articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400;
Vista la legge 29 dicembre 2000, n. 422, recante disposizioni per
l’adempimento di obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia
alle Comunita’ europee. Legge comunitaria 2000;
Vista la direttiva 1999/13/CE, sulla limitazione delle emissioni
dei composti organici volatili dovute all’uso dei solventi organici
in talune attivita’ ed in taluni impianti;
Vista la decisione della Commissione del 27 giugno 2002 n. C.
(2002)2234, concernente il questionario relativo alle relazioni degli
Stati membri sull’attuazione della citata direttiva 1999/13/CE;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 24 maggio 1988, n.
203, concernente norme in materia di qualita’ dell’aria,
relativamente a specifici agenti, e di inquinamento prodotto dagli
impianti industriali, e, in particolare, gli articoli 3, comma 2, e
11;
Visto il decreto del Ministro dell’ambiente 12 luglio 1990,
pubblicato nel supplemento ordinario n. 51 alla Gazzetta Ufficiale n.
176 del 30 luglio 1990, recante linee guida per il contenimento delle
emissioni inquinanti degli impianti industriali e la fissazione dei
valori minimi e massimi di emissione;
Visto il decreto del Ministro dell’ambiente 21 dicembre 1995,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 5 dell’8 gennaio 1996, sulla
disciplina dei metodi di controllo delle emissioni in atmosfera dagli
impianti industriali;
Visto il decreto legislativo 4 agosto 1999, n. 372, concernente la
prevenzione e la riduzione integrata dell’inquinamento;
Visto il decreto legislativo 3 febbraio 1997, n. 52, e successive
modifiche, concernente la classificazione, l’etichettatura e
l’imballaggio delle sostanze pericolose;
Sentita la Conferenza unificata nella seduta del 24 luglio 2003;
Udito il parere del Consiglio di Stato, espresso dalla sezione
consultiva per gli atti normativi nell’adunanza del 27 ottobre 2003;
Vista la comunicazione al Presidente del Consiglio dei Ministri,
effettuata con nota n. UL/2003/8413 del 12 novembre 2003;
A d o t t a
il seguente regolamento:
Art. 1.
Campo di applicazione
1. Il presente decreto disciplina, in attuazione della direttiva
99/13/CE e dell’articolo 3, comma 2, del decreto del Presidente della
Repubblica 24 maggio 1988, n. 203, i valori limite, i criteri
temporali di adeguamento e i metodi di analisi e di valutazione delle
emissioni prodotte dagli impianti, come definiti all’articolo 2,
comma 1, lettera r), che nell’esercizio delle attivita’ individuate
all’allegato I superano le soglie di consumo di solvente indicate
nello stesso allegato.

Avvertenza:
Il testo delle note qui pubblicato e’ stato redatto
dall’amministrazione competente per materia, ai sensi
dell’art. 10, comma 3, del testo unico delle disposizioni
sulla promulgazione delle leggi sull’emanazione del decreti
del Presidente della Repubblica e sulle pubblicazioni
ufficiali della Repubblica italiana, approvato con D.P.R.
28 dicembre 1985, n. 1092, al solo fine di facilitare la
lettura delle disposizioni di legge alle quali e’ operato
il rinvio. Restano invariati il valore e l’efficacia degli
atti legislativi qui trascritti.
– Per le direttive CEE vengono forniti gli estremi di
pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale delle Comunita’
europee (GUCE).
Note alle premesse:
– Il comma 3 dell’art. 17 della legge 23 agosto 1988,
n. 400, recante disciplina dall’attivita’ di Governo e
ordinamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 12 settembre 1988, n.
214 (S.O.) e’ il seguente:
«3. Con decreto ministeriale possono essere adottati
regolamenti nelle materie di competenza del Ministro o di
autorita’ sottordinate al Ministro, quando la legge
espressamente conferisca tale potere. Tali regolamenti, per
materie di competenza di piu’ Ministri, possono essere
adottati con decreti interministeriali, ferma restando la
necessita’ di apposita autorizzazione da parte della legge.
I regolamenti ministeriali ed interministeriali non possono
dettare norme contrarie a quelle dei regolamenti emanati
dal Governo. Essi debbono essere comunicati al Presidente
del Consiglio dei Ministri prima della loro emanazione.».
– La legge 29 dicembre 2000, n. 422, recante
disposizioni per l’adempimento di obblighi derivanti
dell’appartenenza dell’Italia alla Comunita’ europea –
Legge comunitaria 2000 e’ pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale 20 gennaio 2001, n. 16 (S.O.).
– La direttiva 1999/13/CE dell’11 marzo 1999, sulla
limitazione delle emissioni di composti organici volatili
dovuta all’uso di solventi organici in talune attivita’ e
in taluni impianti e’ pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
delle Comunita’ europee n. L 85/1 del 29 marzo 1999.
– L’art. 3, comma 2, del decreto del Presidente della
Repubblica 24 maggio 1988, n. 203, recante attuazione delle
direttive CEE numeri 80/779, 82/884, 84/360 e 85/203
concernenti norme in materia di qualita’ dell’aria,
relativamente a specifici agenti: inquinanti, e di
inquinamento prodotto dagli impianti industriali, ai sensi
dell’art. 15 della legge 16 aprile 1987, n. 183, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale 16 giugno 1988, n. 140 (S.O.) e’
il seguente:
«2. Con decreto del Ministro dell’ambiente, di concerto
con i Ministri della sanita’ e dell’industria, del
commercio e dell’artigianato, sentita la conferenza dei
presidenti delle giunte regionali, sono fissati ed
aggiornati:
a) le linee guida per il contenimento delle
emissioni, nonche’ i valori minimi e massimi di emissione;
b) i metodi di campionamento, analisi e valutazione
degli inquinanti e dei combustibili;
c) i criteri per l’utilizzazione delle migliori
tecnologie disponibili;
d) i criteri temporali per l’adeguamento progressivo
degli impianti esistenti alla normativa del presente
decreto.».
– L’art. 11 del predetto decreto del Presidente della
Repubblica 24 maggio 1988, n. 203, e’ il seguente:
«Art. 11. – 1. Le prescrizioni dell’autorizzazione
possono essere modificate in seguito all’evoluzione della
migliore tecnologia disponibile, nonche’ alla evoluzione
della situazione ambientale.».
– Il decreto legislativo 4 agosto 1999, n. 372,
recante: «Attuazione della direttiva 96/67/CE relativa alla
prevenzione e riduzione integrata dell’inquinamento e’
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 26 ottobre 1999, n.
252».
– Il decreto legislativo 3 febbraio 1997, n. 52,
recante attuazione della direttiva 92/32/CEE concernente
classificazione, imballaggio ed etichettatura delle
sostanze pericolose, e’ e’ pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale 11 marzo 1997, n. 58 (S.O.).».
Note all’art. 1:
– La citata direttiva 99/13/CE e’ riportata nelle note
alle premesse.
– Il comma 2 dell’art. 3 del decreto del Presidente
della Repubblica 24 maggio 1988, n. 203, e’ riportato nelle
note alle premesse.

Art. 2.
Definizioni
1. Ai fini del presente decreto, si intende per:
a) «adesivo»: qualsiasi preparato, compresi tutti i solventi
organici o i preparati contenenti solventi organici necessari per una
sua corretta applicazione, usato per far aderire parti separate di un
prodotto;
b) «autorita’ competente»: le autorita’ competenti al rilascio
dell’autorizzazione ai sensi del decreto del Presidente della
Repubblica n. 203 del 1988, fatto salvo quanto previsto dal decreto
legislativo 4 agosto 1999, n. 372;
c) «autorizzazione»: il provvedimento di autorizzazione
rilasciato dall’autorita’ competente ai sensi del decreto del
Presidente della Repubblica n. 203 del 1988 ovvero del decreto
legislativo n. 372 del 1999;
d) «capacita’ nominale»: la massa giornaliera massima teorica di
solventi organici immessi in un impianto, se l’impianto funziona in
condizioni di esercizio normale e alla potenzialita’ di prodotto
prevista a livello di progetto;
e) «composto organico»: qualsiasi composto contenente almeno
l’elemento carbonio e…

[Continua nel file zip allegato]

MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO – DECRETO 16 Gennaio 2004, n. 44: Recepimento della direttiva 1999/13/CE relativa alla limitazione delle emissioni di composti organici volatili di talune attivita’ industriali, ai sensi dell’articolo 3, comma 2, del decreto del Presidente della Repubblica 24 maggio 1988, n. 203. (GU n. 47 del 26-2-2004

Chimici.info