MINISTERO DELLA GIUSTIZIA - DECRETO 24 luglio 2006 | Chimici.info

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA – DECRETO 24 luglio 2006

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA - DECRETO 24 luglio 2006 - Approvazione dei requisiti di accreditamento dei soggetti e/o enti abilitati a tenere corsi di formazione per l'iscrizione nel registro degli organismi di conciliazione. (GU n. 35 del 12-2-2007- Suppl. Ordinario n.33)

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

DECRETO 24 luglio 2006

Approvazione dei requisiti di accreditamento dei soggetti e/o
enti abilitati a tenere corsi di formazione per l’iscrizione nel
registro degli organismi di conciliazione.

IL DIRETTORE GENERALE
della giustizia civile

Visto l’art. 3, comma 2, del decreto ministeriale 23 luglio 2004,
n. 222, nel quale si designa il Direttore generale della giustizia
civile quale responsabile del registro degli organismi deputati a
gestire i tentativi di conciliazione a norma dell’art. 38 del decreto
legislativo 17 gennaio 2003, n. 5;
Visto l’art. 5, comma 1, del decreto ministeriale 23 luglio 2004,
n. 222, nel quale si dispone che il responsabile della tenuta del
registro degli organismi di conciliazione approva il modello della
domanda e fissa le modalita’ di svolgimento delle verifiche per
l’iscrizione, con l’indicazione degli atti, dei documenti e dei dati
di cui la domanda deve essere corredata;
Visto l’art. 10, comma 5, del decreto ministeriale 23 luglio 2004,
n. 222, nel quale si dispone che il responsabile della tenuta del
registro degli organismi di conciliazione deve, altresi’, stabilire i
requisiti di accreditamento dei soggetti abilitati a tenere i corsi
di formazione previsti dall’art. 4, comma 3, lettera d);
Sentito il Comitato degli esperti nominati ai sensi dell’art. 3,
comma 3, del decreto ministeriale 23 luglio 2004, n. 222, che ha
valutato la rispondenza del modello di domanda, comprensivo degli
allegati, ai criteri previsti dalla legge e dal decreto ministeriale
23 luglio 2004, n. 222, nonche’ l’idoneita’ dei requisiti di
accreditamento dei soggetti abilitati a tenere i corsi di formazione,
come di seguito determinati dal responsabile;
Approva
l’allegato modello di domanda con acclusa nota esplicativa e i
criteri ivi stabiliti;
Approva
i seguenti requisiti di accreditamento dei soggetti e/o enti
abilitati a tenere corsi di formazione:
1) attestazione di impegno a svolgere corsi di formazione per
conciliatori, ciascuno per un numero massimo di 30 partecipanti, con
le seguenti caratteristiche:
almeno 32 ore di lezione, di cui non meno di 16 ore di pratica
e 4 ore per la valutazione, con i seguenti contenuti minimi:
strumenti di risoluzione delle controversie alternativi alla
giurisdizione; principi, natura e funzione della conciliazione;
esperienze internazionali e principi comunitari; compiti,
responsabilita’ e caratteristiche del conciliatore; rapporti tra
conciliatore e organismi di conciliazione; tecniche di conciliazione;
la procedura di conciliazione; rapporti con la tutela contenziosa;
almeno 8 ore di lezione con i seguenti contenuti minimi: le
controversie di cui all’art. 1 del decreto legislativo 17 gennaio
2003, n. 5; i riti societari di cognizione ordinaria e sommaria;
2) attestazione di disponibilita’ di strutture e locali idonei a
consentire lo svolgimento dei corsi di formazione di cui sopra;
3) attestazione di disporre di almeno 3 formatori che siano in
possesso dei requisiti di qualificazione professionale dei
conciliatori e che abbiano maturato esperienza almeno triennale quali
docenti in corsi di formazione nelle materie giuridiche o economiche;
4) attestazione di impegno a svolgere, a pena di decadenza
dall’accreditamento, almeno 90 ore annuali dedicate all’attivita’ di
formazione dei conciliatori.
Allegato: Schema di domanda
Il presente provvedimento ha decorrenza immediata.
Manda alla Segreteria per la pubblicazione e le comunicazioni.

Roma, 24 luglio 2006

Il direttore generale: Papa

Allegato

—-> Vedere Allegato da pag. 6 a pag. 26 del S.O. in formato
zip/pdf

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA – DECRETO 24 luglio 2006

Chimici.info