MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE - DECRETO - 21 dicembre 2007 | Chimici.info

MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE – DECRETO – 21 dicembre 2007

MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE - DECRETO - 21 dicembre 2007 - Adeguamento degli importi dei contributi e delle maggiorazioni previsto per l'istituto dell'esonero parziale dagli obblighi assuntivi di soggetti disabili. (GU n. 29 del 4-2-2008 )

MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE

DECRETO 21 dicembre 2007 –

Adeguamento degli importi dei contributi e delle maggiorazioni
previsto per l’istituto dell’esonero parziale dagli obblighi
assuntivi di soggetti disabili.

IL MINISTRO DEL LAVORO
E DELLA PREVIDENZA SOCIALE
Vista la legge 12 marzo 1999, n. 68, recante «Norme per il diritto
al lavoro dei disabili», che all’art. 5, comma 3, prevede che i
datori di lavoro privati e gli enti pubblici economici, in presenza
delle speciali condizioni della loro attivita’, possano essere
parzialmente esonerati dall’obbligo di assumere l’intera percentuale
di disabili prescritta versando al Fondo regionale per l’occupazione
dei disabili un contributo esonerativo per ciascuna unita’ non
assunta, nella misura di lire 25.000 per ogni giorno lavorativo per
ciascun lavoratore disabile non occupato;
Visto l’art. 5, comma 6, della citata legge 12 marzo 1999, n. 68
che rimette al decreto del Ministro del lavoro e della previdenza
sociale l’adeguamento degli importi del contributo esonerativo e
della maggiorazione di cui al medesimo articolo, comma 5, da
effettuarsi ogni cinque anni, sentita la Conferenza unificata;
Visto il decreto ministeriale 7 luglio 2000, n. 357, recante
«Disciplina dei procedimenti relativi agli esoneri parziali dagli
obblighi occupazionali di cui alla legge 12 marzo 1999, n. 68»;
Visto che la normativa in materia di collocamento obbligatorio non
individua il criterio sulla base del quale effettuare l’adeguamento
in questione, si e’ convenuto di utilizzare la retribuzione media
giornaliera lorda prevista dai vigenti contratti collettivi nazionali
di lavoro del settore privato con riferimento al mese di marzo 2006,
tenuto conto che l’istituto dell’esonero parziale costituisce di
fatto una misura residuale, temporanea ed alternativa all’assunzione
obbligatoria;
Vista la comunicazione dell’Istituto nazionale di statistica n.
3541 del 25 maggio 2006 da cui risulta che l’importo della
retribuzione media mensile lorda, relativamente al mese di marzo
2006, ammonta ad euro 1.685,30, che, rapportato a 22 giornate
lavorative mensili, fornisce il dato della retribuzione media
giornaliera lorda pari ad euro 76,60;
Considerato che, nel contemperamento delle posizioni giuridicamente
rilevanti quali quella del soggetto disabile ad essere avviato al
lavoro e quella del datore di lavoro ad accedere all’istituto
dell’esonero parziale, l’importo da versare a titolo di contributo
esonerativo e’ fissato ad euro 30,64, ovvero il 40% di euro 76,60;
Ritenuto di non procedere all’adeguamento della maggiorazione del
contributo esonerativo, in quanto il limite minimo del 5% e quello
massimo del 24% su base annua, previsti dall’art. 5, comma 5, della
legge 12 marzo 1999, n. 68, risultano essere idonei a perseguire la
finalita’ sanzionatoria prescritta dalla norma;
Sentita la Conferenza unificata, istituita ai sensi dell’art. 8 del
decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, che ha espresso parere
favorevole sullo schema di provvedimento nella seduta del 18 ottobre
2001;
Decreta:
Art. 1.
1. L’importo del contributo esonerativo di cui all’art. 5, comma 3,
della legge 12 marzo 1999, n. 68, e’ convertito da lire 25.000 ad
euro 12,91, ed e’ adeguato ad euro 30,64.
Roma, 21 dicembre 2007
Il Ministro: Damiano

MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE – DECRETO – 21 dicembre 2007

Chimici.info