MINISTERO DEI TRASPORTI - DECRETO 31 gennaio 2007 | Chimici.info

MINISTERO DEI TRASPORTI – DECRETO 31 gennaio 2007

MINISTERO DEI TRASPORTI - DECRETO 31 gennaio 2007 - Individuazione delle tratte marittime incentivabili per il trasporto di merci, in attuazione dell'articolo 3, comma 2-quater, della legge 22 novembre 2002, n. 265. (GU n. 35 del 12-2-2007)

MINISTERO DEI TRASPORTI

DECRETO 31 gennaio 2007

Individuazione delle tratte marittime incentivabili per il trasporto
di merci, in attuazione dell’articolo 3, comma 2-quater, della legge
22 novembre 2002, n. 265.

IL MINISTRO DEI TRASPORTI
Visto l’art. 3, comma 2-quater, del decreto-legge 24 settembre
2002, n. 209, convertito con modificazioni, dalla legge 22 novembre
2002, n. 265;
Vista la decisione della commissione europea n. C(2005)1155 del
20 aprile 2005;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 11 aprile 2006, n.
205, che regola le modalita’ di ripartizione ed erogazione della
somma prevista dalla norma sopra richiamata;
Considerato che l’art. 3 del predetto decreto del Presidente della
Repubblica prevede, al comma 1, l’adozione di un decreto ministeriale
per l’individuazione delle tratte marittime incentivabili,
conformemente ai criteri individuati nel successivo comma 6;
Ritenuto che le rotte individuate in allegato soddisfino i criteri
previsti;
Decreta:
Art. 1.
1. Le tratte marittime coperte da servizi regolari di linea alla
data di entrata in vigore del presente decreto, indicate nell’elenco
allegato, che costituisce parte integrante del presente decreto
medesimo, rispondono ai criteri di cui all’art. 3, comma 6, del
decreto del Presidente della Repubblica 11 aprile 2006, n. 205.
2. Ai sensi di quanto disposto dall’art. 3, comma 4, di detto
decreto del Presidente della Repubblica, il contributo da accordare
alle imprese di autotrasporto, cosi’ come individuate dal comma 1
dello stesso articolo, non puo’ superare il 20% delle tariffe
applicate sulle tratte di cui all’elenco allegato.

Art. 2.
1. Sono nuove rotte incentivabili, con riferimento ai criteri di
cui all’art. 3, comma 6, del richiamato decreto del Presidente della
Repubblica n. 205/2006, gli itinerari che non duplicano tratte gia’
esistenti e assicurano collegamenti regolari:
a) tra l’arco adriatico settentrionale e gli archi adriatici
meridionale e ionico;
b) tra l’arco tirrenico settentrionale e l’arco tirrenico
meridionale;
c) tra gli archi tirrenici ed i porti francesi e spagnoli.
La relativa cartografia e’ consultabile presso il Dipartimento
trasporti terrestri – Direzione generale per l’autotrasporto di
persone e cose.
2. Il contributo da accordare sulle nuove rotte non puo’ superare
il 30% delle tariffe che saranno applicate sulle stesse.

Art. 3.
1. Il contributo, accordato ai sensi di quanto disposto dal decreto
del Presidente della Repubblica n. 205/2006, e’ calcolato sulla base
del valore attribuito alla differenza tra i costi generati dal
trasporto su strada e quelli del trasporto via mare delle merci, su
ciascuna delle tratte individuate, secondo le modalita’ indicate
dallo studio realizzato dagli «Amici della terra», menzionato al
punto 13 della decisione della commissione europea n. C(2005)1155 del
20 aprile 2005.
2. Per il calcolo del contributo relativo alle tratte marittime
che toccano porti comunitari, viene presa in considerazione la
distanza chilometrica stradale corrispondente fino al confine
nazionale.
3. Con successivi provvedimenti, potranno essere apportate
integrazioni e modificazioni al presente decreto e verranno dettate
le disposizioni attuative dei commi 2, 3 e 5 dell’art. 3 del
richiamato decreto del Presidente della Repubblica n. 205/2006,
relativi alle modalita’ operative per l’effettuazione delle verifiche
e l’eventuale recupero del contributo in caso di mancato mantenimento
dei volumi di traffico, alla fissazione degli importi massimi dei
contributi per ognuna delle tratte marittime interessate ed al
riconoscimento di un ulteriore contributo alle imprese od
aggregazioni imprenditoriali che raggiungano il livello di 1600
viaggi annui per ciascuna tratta.
Roma, 31 gennaio 2007
Il Ministro: Bianchi

Allegato I

—-> vedere allegato a pag. 15 della G.U. in formato zip/pdf

MINISTERO DEI TRASPORTI – DECRETO 31 gennaio 2007

Chimici.info