LEGGE 9 gennaio 2008, n.2 | Chimici.info

LEGGE 9 gennaio 2008, n.2

LEGGE 9 gennaio 2008, n.2 - Disposizioni concernenti la Societa' italiana degli autori ed editori. (GU n. 21 del 25-1-2008)

LEGGE 9 gennaio 2008, n.2

Disposizioni concernenti la Societa’ italiana degli autori ed
editori.

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno
approvato;
IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
Promulga
la seguente legge:
Art. 1.
Disposizioni concernenti
la Societa’ italiana degli autori ed editori
1. La Societa’ italiana degli autori ed editori (SIAE) e’ ente
pubblico economico a base associativa e svolge le funzioni indicate
nella legge 22 aprile 1941, n. 633, e successive modificazioni. La
SIAE esercita le altre funzioni ad essa attribuite dalla legge e puo’
effettuare, altresi’, la gestione di servizi di accertamento e
riscossione di imposte, contributi e diritti, anche in regime di
convenzione con pubbliche amministrazioni, regioni, enti locali e
altri enti pubblici o privati. La SIAE, di intesa con il Ministero
per i beni e le attivita’ culturali, promuove studi e iniziative
volti ad incentivare la creativita’ di giovani autori italiani e ad
agevolare la fruizione pubblica a fini didattici ed educativi delle
opere dell’ingegno diffuse attraverso reti telematiche.
2. L’attivita’ della SIAE e’ disciplinata dalle norme di diritto
privato. Tutte le controversie concernenti le attivita’ dell’ente,
ivi incluse le modalita’ di gestione dei diritti, nonche’
l’organizzazione e le procedure di elezione e di funzionamento degli
organi sociali, sono devolute alla giurisdizione ordinaria, fatte
salve le competenze degli organi della giurisdizione tributaria.
3. Il Ministro per i beni e le attivita’ culturali esercita,
congiuntamente con il Presidente del Consiglio dei Ministri, la
vigilanza sulla SIAE. L’attivita’ di vigilanza e’ svolta sentito il
Ministro dell’economia e delle finanze, per le materie di sua
specifica competenza.
4. Lo statuto della SIAE e’ adottato dall’assemblea su proposta del
consiglio di amministrazione ed e’ approvato con decreto del
Presidente del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro per i
beni e le attivita’ culturali, di concerto con il Ministro
dell’economia e delle finanze. Il presidente e’ nominato con decreto
del Presidente della Repubblica, su proposta del Presidente del
Consiglio dei Ministri, di concerto con il Ministro per i beni e le
attivita’ culturali e con il Ministro dell’economia e delle finanze,
previa designazione da parte dell’assemblea della SIAE.
5. L’articolo 7 del decreto legislativo 29 ottobre 1999, n. 419, e
successive modificazioni, e’ abrogato.
6. Dall’attuazione delle disposizioni della presente legge non
devono derivare nuovi o maggiori oneri a carico del bilancio dello
Stato.

Avvertenza:
Il testo delle note qui pubblicato e’ stato redatto
dall’amministrazione competente per materia, ai sensi
dell’art. 10, commi 2 e 3, del testo unico delle
disposizioni sulla promulgazione delle leggi,
sull’emanazione dei decreti del Presidente della Repubblica
e sulle pubblicazioni ufficiali della Repubblica italiana,
approvato con D.P.R. 28 dicembre 1985, n. 1092, al solo
fine di facilitare la lettura delle disposizioni di legge
modificate o alle quali e’ operante il rinvio. Restano
invariati il valore e l’efficacia degli atti legislativi
qui trascritti.
Note all’art. 1:
– La legge 22 aprile 1941, n. 633, reca: «Protezione
del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo
esercizio».
– L’art. 7 del decreto legislativo 29 ottobre 1999, n.
419 (Riordinamento del sistema degli enti pubblici
nazionali, a norma degli articoli 11 e 14 della legge 15
marzo 1977, n. 59), e’ abrogato dalla presente legge,
recava: «Societa’ italiana autori e editori».

Art. 2.
Usi liberi didattici e scientifici
1. Dopo il comma 1 dell’articolo 70 della legge 22 aprile 1941, n.
633, e successive modificazioni, e’ inserito il seguente:
«1-bis. E’ consentita la libera pubblicazione attraverso la rete
internet, a titolo gratuito, di immagini e musiche a bassa
risoluzione o degradate, per uso didattico o scientifico e solo nel
caso in cui tale utilizzo non sia a scopo di lucro. Con decreto del
Ministro per i beni e le attivita’ culturali, sentiti il Ministro
della pubblica istruzione e il Ministro dell’universita’ e della
ricerca, previo parere delle Commissioni parlamentari competenti,
sono definiti i limiti all’uso didattico o scientifico di cui al
presente comma».
La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sara’ inserita
nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica
italiana. E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla
osservare come legge dello Stato.
Data a Roma, addi’ 9 gennaio 2008
NAPOLITANO
Prodi, Presidente del Consiglio dei
Ministri
Visto, il Guardasigilli: Mastella
LAVORI PREPARATORI
Camera dei deputati (atto n. 2221):
Presentato dall’on. Lusetti il 6 febbraio 2007.
Assegnato alla VII Commissione (Cultura), in sede
referente, il 22 marzo 2007 con pareri delle Commissioni I,
II, V, VI e della Commissione parlamentare per le questioni
regionali.
Esaminato dalla VII Commissione, in sede referente, il
5, 6, 12, 20 giugno 2007; l’1, 2 agosto 2007; il 19
settembre 2007; il 2, 3, 10 ottobre 2007.
Assegnato nuovamente alla VII Commissione (Cultura), in
sede legislativa, il 24 ottobre 2007 con pareri delle
Commissioni I, II, V, VI e della Commissione parlamentare
per le questioni regionali.
Esaminato dalla VII Commissione, in sede legislativa,
ed approvato il 25 ottobre 2007.
Senato della Repubblica (atto n. 1861):
Assegnato alla 7ª Commissione (Istruzione), in sede
referente, il 5 novembre 2007 con pareri delle Commissioni
1ª, 2ª, 5ª, 6ª e della Commissione parlamentare per le
questioni regionali.
Esaminato dalla 7ª Commissione, in sede referente, il
27, 29 novembre 2007; il 4, 5 dicembre 2007.
Assegnato nuovamente alla 7ª Commissione (Istruzione),
in sede deliberante, il 13 dicembre 2007 con pareri delle
Commissioni 1ª, 2ª, 5ª 6ª e della Commissione parlamentare
per le questioni regionali.
Esaminato dalla 7ª Commissione, in sede deliberante, ed
approvato il 21 dicembre 2007.

Note all’art. 2:
– Il testo dell’art. 70 della legge 22 aprile 1941, n.
633, cosi’ come modificato dalla presente legge, e’ il
seguente:
«Art. 70. – 1. Il riassunto, la citazione o la
riproduzione di brani o di parti di opera e la loro
comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso
di critica o di discussione, nei limiti giustificati da
tali fini e purche’ non costituiscano concorrenza
all’utilizzazione economica dell’opera; se effettuati a
fini di insegnamento o di ricerca scientifica l’utilizzo
deve inoltre avvenire per finalita’ illustrative e per fini
non commerciali.
1-bis. E’ consentita la libera pubblicazione attraverso
la rete internet, a titolo gratuito, di immagini e musiche
a bassa risoluzione o degradate, per uso didattico o
scientifico e solo nel caso in cui tale utilizzo non sia a
scopo di lucro. Con decreto del Ministro per i beni e le
attivita’ culturali, sentiti il Ministro della pubblica
istruzione e il Ministro dell’universita’ e della ricerca,
previo parere delle Commissioni parlamentari competenti,
sono definiti i limiti all’uso didattico o scientifico di
cui al presente comma.
2. Nelle antologie ad uso scolastico la riproduzione
non puo’ superare la misura determinata dal regolamento, il
quale fissa la modalita’ per la determinazione dell’equo
compenso.
3. Il riassunto, la citazione o la riproduzione debbono
essere sempre accompagnati dalla menzione del titolo
dell’opera, dei nomi dell’autore, dell’editore e, se si
tratti di traduzione, del traduttore, qualora tali
indicazioni figurino sull’opera riprodotta».

LEGGE 9 gennaio 2008, n.2

Chimici.info