LEGGE 12 luglio 2005, n.153: Adesione della Repubblica italiana alla Convenzione sull'immatricolazione degli oggetti lanciati nello spazio extra-atmosferico, fatta a New York il 14 gennaio 1975 | Chimici.info

LEGGE 12 luglio 2005, n.153: Adesione della Repubblica italiana alla Convenzione sull’immatricolazione degli oggetti lanciati nello spazio extra-atmosferico, fatta a New York il 14 gennaio 1975

LEGGE 12 luglio 2005, n.153: Adesione della Repubblica italiana alla Convenzione sull'immatricolazione degli oggetti lanciati nello spazio extra-atmosferico, fatta a New York il 14 gennaio 1975 e sua esecuzione. (GU n. 177 del 1-8-2005)

LEGGE 12 luglio 2005, n.153

Adesione della Repubblica italiana alla Convenzione
sull’immatricolazione degli oggetti lanciati nello spazio
extra-atmosferico, fatta a New York il 14 gennaio 1975 e sua
esecuzione.

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno
approvato;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Promulga
la seguente legge:

Art. 1.
Autorizzazione all’adesione

1. Il Presidente della Repubblica e’ autorizzato ad aderire alla
Convenzione sull’immatricolazione degli oggetti lanciati nello spazio
extra-atmosferico, fatta a New York il 14 gennaio 1975.

Art. 2.
Ordine di esecuzione

1. Piena ed intera esecuzione e’ data alla Convenzione di cui
all’articolo 1, a decorrere dalla data della sua entrata in vigore,
in conformita’ a quanto disposto dall’articolo VIII, paragrafo 4,
della Convenzione stessa.

Art. 3.
Registro nazionale di immatricolazione

1. E’ istituito il Registro nazionale di immatricolazione degli
oggetti lanciati nello spazio extra-atmosferico.
2. L’Agenzia spaziale italiana (ASI) cura l’istituzione e la
custodia del Registro di cui al comma 1, nonche’ le annotazioni, che
discendono dall’applicazione della Convenzione di cui all’articolo 1.
3. Sul Registro di cui al comma 1 e’ annotato ogni oggetto lanciato
nello spazio extra-atmosferico:
a) da persone fisiche o giuridiche di nazionalita’ italiana o
dalle stesse commissionato;
b) da una base di lancio situata in territorio nazionale o sotto
il controllo italiano ad opera di persone fisiche o giuridiche di
altra nazionalita’.
4. I soggetti di cui al comma 3 notificano all’ASI i lanci
effettuati nello spazio extra-atmosferico, comunicando alla stessa:
a) il nome dello Stato o degli Stati di lancio, come definiti
all’articolo I, lettera a), della Convenzione;
b) il nome o un appropriato appellativo dell’oggetto spaziale o
il suo numero di immatricolazione;
c) la data, il territorio o il luogo di lancio;
d) la funzione generale e i parametri orbitali basici
dell’oggetto spaziale, inclusi il periodo nodale, l’inclinazione,
l’apogeo e il perigeo.
5. I soggetti di cui al comma 3 notificano all’ASI l’eventuale
abbandono dell’orbita terrestre da parte di oggetti iscritti nel
Registro nazionale di immatricolazione.
6. L’ASI comunica le annotazioni effettuate sul Registro di cui al
comma 1 al Ministero dell’istruzione, dell’universita’ e della
ricerca, al Ministero delle attivita’ produttive e al Ministero degli
affari esteri, che provvede agli adempimenti di carattere
internazionale previsti dalla Convenzione.

Art. 4.
Entrata in vigore

1. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello
della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.
La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sara’ inserita
nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica
italiana. E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla
osservare come legge dello Stato.
Data a Roma, addi’ 12 luglio 2005
CIAMPI

Berlusconi, Presidente del Consiglio
dei Ministri
Fini, Ministro degli affari esteri

Visto, il Guardasigilli: Castelli
LAVORI PREPARATORI

Camera dei deputati (atto n. 5106):

Presentato dal Ministro degli affari esteri (Frattini)
il 1° luglio 2004.
Assegnato alla III commissione (Affari esteri), in sede
referente, il 30 luglio 2004 con pareri delle commissioni
I, II, V, IX e X.
Esaminato dalla III commissione il 15 settembre 2004 e
il 26 maggio 2005.
Esaminato in aula il 30 maggio 2005 e approvato il 31
maggio 2005.
Senato della Repubblica (atto n. 3468):

Assegnato alla 3ª commissione (Affari esteri), in sede
referente, l’8 giugno 2005 con pareri delle commissioni 1ª,
2ª, 4ª, 5ª, 7ª, 8ª e 10ª.
Esaminato dalla 3ª commissione il 21 giugno 2005.
Relazione scritta presentata il 1° luglio 2005 (atto n.
3468-A relatore sen. Pianetta).
Esaminato in aula e approvato il 6 luglio 2005.

–> vedere CONVENZIONE da pag. 5 a pag. 12 della G.U. in formato zip/pdf
–> vedere Traduzione da pag. 13 a pag. 21 della G.U. in formato zip/pdf

LEGGE 12 luglio 2005, n.153: Adesione della Repubblica italiana alla Convenzione sull’immatricolazione degli oggetti lanciati nello spazio extra-atmosferico, fatta a New York il 14 gennaio 1975

Chimici.info