ISTITUTO NAZIONALE DI ASTROFISICA - COMUNICATO | Chimici.info

ISTITUTO NAZIONALE DI ASTROFISICA – COMUNICATO

ISTITUTO NAZIONALE DI ASTROFISICA - COMUNICATO - Regolamento per la creazione di Spin off dell'Istituto nazionale di astrofisica (INAF) (GU n. 216 del 16-9-2006)

ISTITUTO NAZIONALE DI ASTROFISICA

COMUNICATO

Regolamento per la creazione di Spin off dell’Istituto nazionale di
astrofisica (INAF)

Art. 1.
Oggetto della disciplina e ambito di applicazione
1. Il presente regolamento disciplina la costituzione di societa’
e consorzi aventi come scopo l’utilizzazione imprenditoriale, in
contesti innovativi, dei risultati della ricerca dell’Ente e lo
sviluppo di nuovi prodotti e/o servizi (Spin off).
2. L’Istituto nazionale di astrofisica, di seguito indicato come
«INAF», favorisce la costituzione di Spin off per il perseguimento
dei fini indicati nel comma precedente.
3. Le modalita’ di costituzione delle Spin off, la disciplina dei
rapporti con l’INAF ed il regime delle autorizzazioni del personale
del-l’INAF sono disciplinati dal presente regolamento, nonche’, per
gli aspetti ivi non disciplinati, dalla normativa applicabile alle
varie tipologie di societa’ e consorzi.
4. Il presente regolamento si applica al personale di ricerca,
tecnologo, tecnico e amministrativo che presti la propria attivita’
lavorativa presso l’INAF:
con contratto di lavoro a tempo indeterminato a tempo pieno o a
tempo parziale;
con contratto di lavoro a tempo determinato per la
realizzazione di particolari progetti a tempo pieno o a tempo
parziale;
attraverso forme contrattuali di lavoro flessibile previste
nell’ambito della pubblica amministrazione ed anche sulla base di
programmi di formazione e di inserimento nelle attivita’ dell’INAF;
a seguito di procedure di trasferimento;
a seguito di associazione all’Ente ai sensi dell’art. 5 del
regolamento del personale dell’INAF.

Art. 2.
Definizioni
1. Ai fini dell’applicazione del presente regolamento:
per «Spin off con la partecipazione dell’INAF» si intendono
quegli Spin off ai quali l’INAF partecipa in qualita’ di socio;
per «Spin off dell’INAF» si intendono quegli Spin off nei quali
l’INAF non abbia una quota di partecipazione, a condizione che
rivesta la qualita’ di socio proponente uno o piu’ soggetti tra
quelli indicati nel successivo art. 3, comma 2.

Art. 3.
Soci proponenti e altri partecipanti
1. La costituzione di uno Spin off con la partecipazione
dell’INAF puo’ essere proposta da almeno un soggetto che si trovi al
momento della presentazione della domanda nelle condizioni indicate
nell’art. 1, comma 4.
2. La costituzione di uno Spin off dell’INAF puo’ essere proposta
oltre che da uno dei soggetti indicati nell’art. 1, comma 4, da
soggetti che al momento della presentazione della domanda siano
titolari di assegni di ricerca, di borse di studio post-laurea e
post-dottorato.

Art. 4.
Spin off con la partecipazione dell’INAF
1. La partecipazione dell’INAF in qualita’ di socio nello Spin
off puo’ avvenire anche con conferimenti di beni in natura ed
eventualmente, in base a specifiche pattuizioni, attraverso il
conferimento di licenze, anche esclusive, di brevetti e di know-how
tecnico.
2. Con deliberazione del consiglio di amministrazione dell’INAF
viene decisa, per ogni singolo Spin off, la percentuale di
partecipazione.
3. Tale partecipazione non puo’ essere ridotta se non con il
consenso dell’INAF e dovra’ in ogni caso assicurare all’Ente adeguate
garanzie in caso di trasferimento delle azioni o quote nonche’ la
presenza di propri rappresentanti negli organi dello Spin off. A tal
fine lo statuto dello Spin off dovra’ contenere, tra l’altro,
adeguate clausole che realizzino gli obiettivi indicati di seguito:
a) la modifica di previsioni statutarie poste a salvaguardia
della partecipazione dell’INAF, nonche’ eventuali deliberazioni
assembleari aventi ad oggetto la realizzazione di operazioni
straordinarie che abbiano il risultato di ridurre la quota
proporzionale di partecipazione dell’INAF allo Spin off siano
efficaci solo se approvate all’unanimita’ o a maggioranza qualificata
(da indicare in ambito di statuto);
b) in caso di trasferimento a qualunque titolo delle azioni o
quote, spetti ai soci dello Spin off un diritto di prelazione da
esercitarsi in proporzione alla partecipazione detenuta e che, ove la
prelazione non venga esercitata, il trasferimento sia subordinato al
gradimento degli altri soci;
c) la partecipazione dell’INAF nello Spin off, pur attribuendo
il diritto di voto in assemblea ordinaria e straordinaria, sia
postergata nella partecipazione alle perdite, tanto in sede di
riduzione del capitale per perdite, quanto in sede di liquidazione;
d) lo Spin off sia amministrata da un consiglio di
amministrazione di non meno di tre membri e comunque in numero
dispari per garantire la govemabilita’ della stessa;
e) la remunerazione per l’attivita’ a qualunque titolo prestata
dal socio a favore dello Spin off non possa in nessun caso eccedere
quanto praticato usualmente sul mercato in situazioni analoghe, ne’
possa costituire strumento per l’attribuzione al socio dei vantaggi,
diretti o indiretti, derivanti dal controllo dello Spin off o
comunque strumento di discriminazione o di pregiudizio nei confronti
degli altri soci;
f) sia fatto espresso divieto allo Spin off di svolgere
attivita’ in concorrenza con quella di consulenza e ricerca per conto
terzi svolta con finanziamenti esterni, nonche’ delle attivita’ di
collaborazione scientifica che l’INAF svolga con enti pubblici o
privati.
4. I soci dello Spin off devono inoltre sottoscrivere con l’INAF
adeguati patti parasociali come previsto dalla legge vigente. La
nomina alle cariche sociali avverra’ in modo da assicurare all’INAF
una rappresentanza qualificata nei ruoli di controllo e/o gestione.

Art. 5.
Spin off dell’INAF – Partecipazione del personale INAF a societa’ di
Spin off
1. Ciascun soggetto indicato nell’art. 3, comma 2 puo’
partecipare, previa autorizzazione del consiglio di amministrazione,
alle iniziative di avvio di Spin off.
2. L’INAF si riserva di valutare, caso per caso, l’opportunita’,
in fase di avvio dello Spin off, di mantenere lo stato di servizio
del dipendente, consentendogli di svolgere al contempo funzioni che
prevedano la copertura di cariche sociali.
3. Il personale ricercatore o tecnologo dipendente INAF potra’
prendere parte alla compagine sociale, anche ricoprendo cariche
amministrative (presidente, vice presidente, amministratore delegato,
consigliere amministrativo), mantenendo il proprio stato di servizio,
purche’ le attivita’ svolte presso lo Spin off, non interferiscano
con lo svolgimento delle ricerche oggetto del contratto con l’INAF.
Parimenti, il personale dipendente INAF, nei profili diversi da
quelli del ricercatore e tecnologo, potra’ prendere parte alla
compagine sociale ed essere eventualmente autorizzato a ricoprire
cariche amministrative, mantenendo il proprio stato di servizio.
4. Il personale dipendente INAF potra’ richiedere di essere posto
in aspettativa senza assegni qualora intenda partecipare allo Spin
off, anche ricoprendo cariche amministrative, purche’ le attivita’
svolte presso lo Spin off non interferiscano con lo svolgimento delle
ricerche oggetto del contratto con INAF. Il personale dipendente con
contratto a tempo indeterminato potra’ essere posto in aspettativa
con diritto alla conservazione del posto per un penodo continuativo
non superiore a 36 mesi. Il personale con contratto a tempo
determinato potra’ essere posto in aspettativa per un periodo non
superiore alla durata residua del contratto e, comunque, per una
durata complessiva non superiore a 36 mesi, previo nulla osta del
direttore della propria struttura.
5. Il personale dipendente INAF potra’, altresi’, optare per un
periodo di distacco presso lo Spin off. In tal caso, gli oneri
relativi al trattamento economico del dipendente distaccato
rimarranno a carico dell’Istituto.
6. Il personale dipendente potra’ infine richiedere, tenendo
conto delle esigenze operative dell’Istituto, una riduzione del
proprio orario di lavoro. Nel caso in cui il personale intenda
prestare la propria opera nello Spin off con un rapporto di lavoro
dipendente, potra’ optare per una riduzione del 50% dell’orario di
lavoro al fine di prestare servizio nello Spin off un analogo
rapporto part-time.
7. I titolari di assegni di ricerca o di borse di studio o i
beneficiari di forme contrattuali di lavoro flessibile INAF potranno
prendere parte alla compagine sociale dello Spin off, anche
ricoprendo cariche amministrative (presidente, vice presidente,
amministratore delegato, consigliere amministrativo), purche’ tali
attivita’ non interferiscano con lo svolgimento delle ricerche
oggetto dell’assegno di ricerca.
8. I titolari di assegni di ricerca o di borse di studio o i
beneficiari di forme contrattuali di lavoro flessibile INAF, qualora
intendano partecipare allo Spin off con una previsione di impiego
globale tale da non consentire il normale svolgimento delle attivita’
di ricerca con INAF, potranno richiedere una sospensione dell’assegno
di ricerca per un periodo non superiore alla durata residua
dell’incarico e, comunque, per una durata…

[Continua nel file zip allegato]

ISTITUTO NAZIONALE DI ASTROFISICA – COMUNICATO

Chimici.info