Impianti sportivi | Chimici.info

Impianti sportivi

Impianti sportivi - Pavimentazioni della zona attività sportiva
Circolare Ministeriale

Per opportuna conoscenza e norma si riporta di seguito il
parere, con il quale si concorda, formulato dal Comitato Centrale
Tecnico Scientifico per la Prevenzione Incendi: ”le
pavimentazioni delle zone dove si praticano le ”attività
sportive“, all’interno degli impianti sportivi, sono da
considerare attrezzature sportive e quindi non soggette alle
disposizioni del D.M. 6 luglio 1983 in analogia di quanto previsto per
il palcoscenico dal penultimo comma dell’art. 2 del citato Decreto
Ministeriale. Non è comunque consentita la posa in opera di
cavi elettrici o canalizzazioni che possano provocare l’insorgere o il
propagarsi di incendi all’interno di eventuali intercapedini
realizzate al di sotto di tali pavimentazioni“.Le citate
pavimentazioni, se in materiale combustibile, vanno ovviamente
computate nel carico di incendio ai fini della valutazione dei
requisiti di resistenza al fuoco degli elementi strutturali degli
impianti sportivi.Per le pavimentazioni della zona spettatori si
conferma l’obbligo di classificazione, ai fini della reazione al
fuoco, secondo quanto previsto dall’art. 2 lettera b) del D.M. 6
luglio 1983, come peraltro chiarito con la lettera-circolare prot. n.
3588/4109 del 3 marzo 1990.

Impianti sportivi

Chimici.info