Impianti, dispositivi e/o apparecchi posti e mantenuti in esercizio - Verbale di constatazione Ispesl avente esito negativo | Chimici.info

Impianti, dispositivi e/o apparecchi posti e mantenuti in esercizio – Verbale di constatazione Ispesl avente esito negativo

Impianti, dispositivi e/o apparecchi posti e mantenuti in esercizio - Verbale di constatazione Ispesl avente esito negativo - Obbligo della denuncia al Procuratore della Repubblica competente per territorio
Circolare Ministeriale

Come noto i funzionari tecnici dell’Istituto ai sensi dell’art.
357 del codice penale sono pubblici ufficiali che sono tenuti a
redigere denuncia alla Procura della Repubblica presso la Pretura
circondariale qualora nell’esercizio o a causa delle loro funzioni o
del loro servizio hanno notizia di un reato perseguibile di
ufficio.Tanto premesso ed in relazione all’entrata in vigore del
codice di procedura penale e ad alcune modifiche agli articoli del
codice penale, con la presente si forniscono chiarimenti all’obbligo
della denuncia qualora risulti che un apparecchio soggetto ad
omologazione sia messo e mantenuto in esercizio nonostante un verbale
negativo emesso da un tecnico dell’Istituto.La legge 26 aprile 1990,
n. 86, "Modifiche in tema di delitti dei pubblici ufficiali
contro la pubblica amministrazione" all’art. 17 ha sostituito
l’art. 357 del codice penale come segue:Art. 17.L’articolo 357 del
codice penale è sostituito dal seguente:Art. 357.(Nozione
del pubblico ufficiale)Agli effetti della legge penale, sono
pubblici ufficiali coloro i quali esercitano una pubblica funzione
legislativa, giurisdizionale o amministrativa.Agli stessi effetti
è pubblica la funzione amministrativa disciplinata da norme di
diritto pubblico e da atti autoritativi, e caratterizzata dalla
formazione e dalla manifestazione della volontà della pubblica
amministrazione e dal suo svolgersi per mezzo di poteri autoritativi e
certificativi".La denuncia da parte dei pubblici ufficiali
è disciplinata dagli artt. 331 e 332 del nuovo codice di
procedura che di seguito si riportano.Art. 331.(Denuncia da parte
di pubblici ufficiali e incaricati di un pubblico servizio)1.
Salvo quanto stabilito dall’articolo 347, i pubblici ufficiali e gli
incaricati di un pubblico esercizio che, nell’esercizio o a causa
delle loro funzioni o del loro servizio, hanno notizia di un reato
perseguibile di ufficio, devono farne denuncia per iscritto, anche
quando non sia individuata la persona alla quale il reato è
attribuito.2. La denuncia è presentata o trasmessa senza
ritardo al pubblico ministero o a un ufficiale di polizia
giudiziaria.3. Quando più persone sono obbligate alla denuncia
per il medesimo fatto, esse possono anche redigere e sottoscrivere un
unico atto.4. Se, nel corso di un procedimento civile o
amministrativo, emerge un fatto nel quale si può configurare un
reato perseguibile di ufficio, I’autorità che procede redige e
trasmette senza ritardo la denuncia al pubblico ministero.Art.
332.(Contenuto della denuncia)La denuncia contiene la
esposizione degli elementi essenziali del fatto e indica il giorno
dell’acquisizione della notizia nonchè le fonti di prova
già note. Contiene inoltre, quando è possibile, le
generalità, il domicilio e quanto altro valga alla
identificazione della persona alla quale il fatto è attribuito,
della persona offesa e di coloro che siano in grado di riferire su
circostanze rilevanti per la ricostruzione dei fatti".Di
conseguenza ove consti ad un funzionario del Dipartimento, in
occasione di interventi omologativi, che un apparecchio per il quale
è già stato redatto verbale di constatazione negativo
è ugualmente messo e tenuto in esercizio il funzionario
è tenuto ad inviare denuncia al Procuratore della Repubblica
presso la Pretura circondariale competente per territorio,
configurandosi il fatto come reato ai sensi delle vigenti norme in
materia prevenzionistica.Ai fini dell’uniformità della
redazione della denuncia da inviare al Procuratore della Repubblica si
trasmette in allegato alla presente fac-simile da redigere per
l’occorrenza di quanto emarginato.In ordine al contenuto della
denuncia, si significa che la stessa deve narrare l’avvenimento negli
"elementi essenziali" ed indicare il giorno in cui si
è venuti a conoscenza del fatto senza alcun obbligo di
indagare, ma se constano dati utili al lavoro istruttorio, come ad
esempio i nomi di possibili testimoni, devono essere inclusi nella
denuncia.Con la presente vengono abrogate le disposizioni impartite
con circolare n. 10226 dell’11 dicembre 1986.Questa Sede, Divisione
VIII, Organi collegiali e contenzioso, resta a disposizione per
ulteriori, eventuali chiarimenti.Si invitano le SS.LL. a portare il
contenuto della presente a conoscenza dei funzionari
interessati.AllegatoDenuncia ai sensi dell’art. 331 cod. proc.
pen.Impianti, dispositivi e/o apparecchi messi e mantenuti in
eserciziomalgrado verbali di constatazione ISPESL aventi esito
negativo.Premesso che all’ISPESL (Istituto superiore per la
prevenzione e la sicurezza del lavoro) organo tecnico-scientifico
istituito alle dipendenze del Ministero della sanità con D.P.R.
31 luglio 1980, n. 619, in virtù della delega di cui all’art.
23 della legge 23 dicembre 1978, n. 833, e avente natura giuridica di
Istituto di Stato – è stata attribuita, con D.L. 30 giugno
1982, n. 390, convertito in legge 12 agosto 1982, n. 597, la funzione
statale di omologazione dei prodotti industriali e, in particolare,
l’attività omologativa delle apparecchiature tecniche di cui
all’oggetto (elencate nella tabella allegata al Decreto
interministeriale 23 dicembre 1982) ai fini della prevenzione degli
infortuni sul lavoro e della sicurezza dei lavoratori.Il sottoscritto
………………. funzionario tecnico dipendente del Dipartimento
ISPESL di ……………. e pubblico ufficiale ai sensi dell’art. 357
cod. pen., ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 331 e 332 del
codice di procedura penale, denuncia alla S.V. Ill.ma che riguardo a
(A) …………………………………immatricolato con
n………………………………………ISPESL, ubicato presso
il cantiere/l’azienda (B) sito in ……………………. via
…………….. ………………………………………N…..e
appartenente alla Ditta ……………………….di cui è
legale rappresentante il Signor ………………………….
risulta che, in occasione del sopralluogo effettuato ai fini della
omologazione, sono state riscontrate le seguenti violazioni
(*)………………….……………………………………………………………………………………………………………………….…………………………………………………………………………………………………con
conseguente verificazione di pericolo grave e imminente per la
incolumità fisica dei lavoratori subordinati addetti al lavoro
presso ………………………………….. stesso.Allega copia
del citato verbale negativo di constatazione.___________(A)
L’impianto, il dispositivo o l’apparecchio(B) Cancellare quanto non
interessa(*) D.P.R. 27 aprile 1955, n. 547, o R.D. 12 maggio 1927, n.
824, o altri.

Impianti, dispositivi e/o apparecchi posti e mantenuti in esercizio – Verbale di constatazione Ispesl avente esito negativo

Chimici.info