GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI - DELIBERAZIONE 30 dicembre 2011 | Chimici.info

GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI – DELIBERAZIONE 30 dicembre 2011

GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI - DELIBERAZIONE 30 dicembre 2011 - Modifiche al regolamento n. 3/2000 concernente la gestione amministrativa e la contabilita'. (Deliberazione n. 518). (12A00783) - (GU n. 19 del 24-1-2012 )

GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

DELIBERAZIONE 30 dicembre 2011

Modifiche al regolamento n. 3/2000 concernente la gestione
amministrativa e la contabilita’. (Deliberazione n. 518). (12A00783)

IL GARANTE PER LA PROTEZIONE
DEI DATI PERSONALI

Nella riunione odierna, in presenza del prof. Francesco Pizzetti,
presidente, del dott. Giuseppe Chiaravalloti, vice presidente, del
dott. Giuseppe Fortunato, componente e del dott. Daniele De Paoli,
segretario generale;
Visto il Codice in materia di protezione dei dati personali (d.lgs.
30 giugno 2003, n. 196);
Visto il regolamento del Garante 28 giugno 2000, n. 3, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale del 13 luglio 2000, n. 162, concernente la
gestione amministrativa e la contabilita’;
Visto il decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, e successive
modificazioni, recante codice dei contratti pubblici relativi a
lavori, servizi e forniture;
Vista la propria precedente deliberazione n. 30 del 27 aprile 2010,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 117
del 21 maggio 2010;
Rilevata la necessita’ di adeguare il richiamato regolamento n.
3/2000 alle ulteriori disposizioni legislative intervenute in materia
di contratti pubblici e, piu’ in generale, di operare il piu’ ampio
rinvio al decreto legislativo n. 163/2006;
Ritenuto che l’adeguamento delle disposizioni regolamentari
consente di disciplinare le procedure di acquisizione di beni,
servizi e lavori in funzione delle effettive esigenze gestionali
dell’Autorita’, nell’ambito dei margini di autonomia consentiti sul
piano legislativo;
Visti gli atti d’ufficio e, in particolare, la Relazione tecnica
del segretario generale;
Viste le osservazioni formulate dal segretario generale, ai sensi
dell’art. 15 del regolamento del Garante n. 1/2000;
Relatore il dott. Giuseppe Fortunato;
Tutto cio’ premesso il Garante:
1. Delibera di apportare al regolamento n. 3/2000, concernente la
gestione amministrativa e la contabilita’, le modifiche e le
integrazioni riportate nell’allegato A.
2. Dispone la trasmissione di copia del presente provvedimento al
Ministero della giustizia – Ufficio pubblicazione leggi e decreti,
per la sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana.
Roma, 30 dicembre 2011

Il presidente: Pizzetti

Il relatore: Fortunato

Il segretario generale: De Paoli

Allegato A

MODIFICHE AL REGOLAMENTO N. 3/2000 CONCERNENTE LA GESTIONE
AMMINISTRATIVA E LA CONTABILITA’

Al regolamento n. 3/2000 del Garante per la protezione dei dati
personali, concernente la gestione amministrativa e la contabilita’,
sono apportate le seguenti modifiche:

a) all’articolo 19 sono apportate le seguenti modificazioni:

1) dopo il comma 1, e’ inserito il seguente:
“1-bis. L’attivita’ negoziale dell’Ufficio si esplica conformemente a
quanto previsto dal codice dei contratti pubblici relativi a lavori,
servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e
2004/18/CE, di cui al decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 e
successive modificazioni, nonche’ dal Regolamento di esecuzione ed
attuazione del suddetto codice, di cui al decreto del Presidente
della Repubblica 5 ottobre 2010, n. 207.”;
2) al comma 2, le parole: “, alle locazioni, comprese quelle
finanziarie”, sono soppresse;
3) i commi da 3 a 8 sono abrogati;

b) all’articolo 20 sono apportate le seguenti modificazioni:

1) al comma 2, l’ultimo periodo e’ soppresso;
2) il comma 3, e’ sostituito dal seguente: “Salvo quanto previsto
dall’articolo 28, comma 1, i contratti sono stipulati dal Segretario
generale o, se di importo inferiore a 100.000,00 euro, dal dirigente
responsabile del Dipartimento contratti e risorse finanziarie. I
contratti, nei casi stabiliti, sono rogati dal dirigente responsabile
del Dipartimento contratti e risorse finanziarie in qualita’ di
ufficiale rogante.”;

c) all’articolo 21 sono apportate le seguenti modificazioni:

1) il comma 1 e’ sostituito dal seguente: “1. L’Autorita’ si avvale
delle procedure di selezione del contraente previste dal codice dei
contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in
attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE, di cui al decreto
legislativo 12 aprile 2006, n. 163 e successive modificazioni.”;
2) al comma 2, dopo la parola: “Dipartimento”, sono inserite le
seguenti: “contratti e risorse finanziarie d’intesa con il
Dipartimento”;

d) all’articolo 26, il comma 2 e’ abrogato;

e) all’articolo 27 sono apportate le seguenti modificazioni:

1) i commi 1, 2 e 3 sono sostituiti dai seguenti:
“1. Le acquisizioni di beni, servizi e lavori in economia, che non
superano singolarmente l’importo di 10.000,00 euro, possono avvenire,
senza l’adozione della determinazione a contrarre, conservando
documentazione delle indagini di mercato ed eventuali trattative
svolte.
2. Le acquisizioni di beni, servizi e lavori in economia sono
effettuate con le modalita’ previste all’articolo 125 del codice dei
contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in
attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE, di cui al decreto
legislativo 12 aprile 2006, n. 163 e successive modificazioni.
3. Il ricorso alle acquisizioni di beni, servizi e lavori in economia
e’ consentito nei casi e nei termini previsti all’articolo 125 del
codice di cui al comma 2 e nell’apposita direttiva emanata dal
Segretario generale, su proposta del dirigente del Dipartimento
contratti e risorse finanziarie, ai sensi dei commi 6 e 10 del
medesimo articolo 125.”;
2) il comma 4 e’ abrogato;
3) al comma 5 la parola: “determina” e’ sostituita dalla seguente:
“determinazione” ed e’ aggiunto, in fine, il seguente periodo: “Per
importi inferiori a 100.000,00 euro la determinazione e’ adottata dal
dirigente del Dipartimento contratti e risorse finanziarie.”;

f) all’articolo 28 sono apportate le seguenti modificazioni:

1) al comma 2, le parole: “di importo superiore a euro 50.000” e
“generale”, sono soppresse;
2) al comma 3, le parole: “delibera del Garante, su proposta”, sono
sostituite dalle seguenti:
“determinazione”;

g) all’articolo 31, il comma 2 e’ abrogato;

h) gli articoli da 22 a 24 e l’articolo 29 sono abrogati.

GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI – DELIBERAZIONE 30 dicembre 2011

Chimici.info