del 5 novembre 2002 | Chimici.info

del 5 novembre 2002

del 5 novembre 2002 che modifica le direttive in materia di sicurezza marittima e di prevenzione dell'inquinamento provocato dalle navi (Testo rilevante ai fini del SEE)
Direttiva del Parlamento Europeo e del Consiglio CE

IL PARLAMENTO EUROPEO E IL CONSIGLIO DELL’UNIONE EUROPEA,visto
il trattato che istituisce la Comunità europea, in particolare
l’articolo 80, paragrafo 2,vista la proposta della Commissione,visto
il parere del Comitato economico e sociale,visto il parere del
Comitato delle regioni,deliberando secondo la procedura di cui
all’articolo 251 del trattato,considerando quanto segue:(1) Le
direttive in vigore nel settore della sicurezza marittima fanno
riferimento al comitato istituito con direttiva 93/75/CEE del
Consiglio, del 13 settembre 1993, relativa alle condizioni minime
necessarie per le navi dirette a porti marittimi della Comunità
che ne escono e che trasportano merci pericolose o inquinanti e, in
alcuni casi, a un comitato ad hoc istituito dalla pertinente
direttivaTali comitati erano disciplinati dalle regole fissate con
decisione 87/373/CEE del Consiglio, del 13 luglio 1987, che stabilisce
le modalità per l’esercizio delle competenze di esecuzione
conferite alla Commissione(2) La decisione 87/373/CEE è stata
sostituita dalla decisione 1999/468/CE del Consiglio, del 28 giugno
1999, recante modalità per l’esercizio delle competenze di
esecuzione conferite alla Commissione. Le misure richieste per
l’attuazione delle direttive in vigore nel settore della sicurezza
marittima sono adottate secondo la decisione 1999/468/CE del
Consiglio.(3) Il regolamento (CE) n. 2099/2002 del Parlamento europeo
e del Consiglio, del 5 novembre 2002, che istituisce un comitato per
la sicurezza marittima e la prevenzione dell’inquinamento provocato
dalle navi (comitato COSS), accentra i compiti dei comitati istituiti
dalla pertinente legislazione comunitaria in materia di sicurezza
marittima, prevenzione dell’inquinamento provocato dalle navi e
protezione delle condizioni di vita e di lavoro a bordo.(4) È
quindi opportuno modificare le direttive del Consiglio 93/75/CEE,
94/57/CE, 95/21/CE, 96/98/CE, 97/70/CE, 98/18/CE, 98/41/CE, 1999/35/
CE, e le direttive 2000/59/CE , 2001/25/CE e 2001/96/CE del Parlamento
europeo e del Consiglio nel settore della sicurezza marittima al fine
di sostituire i comitati esistenti con il comitato COSS(5) È
altresì opportuno che le direttive menzionate siano modificate
in modo tale che ad esse si applichino le procedure di modifica
previste dal regolamento (CE) n 2099/2002 e le pertinenti disposizioni
di tale regolamento intese a facilitare il loro adattamento alle
modifiche degli strumenti internazionali richiamati dalla legislazione
comunitaria in materia di sicurezza marittima,HANNO ADOTTATO LA
PRESENTE DIRETTIVA:Articolo 1ObiettivoObiettivo della presente
direttiva è migliorare l’attuazione della legislazione
comunitaria in materia di sicurezza marittima, rotezione dell’ambiente
marino e condizioni di vita e di lavoro a bordo delle navi:a)
inserendo un riferimento al COSS;b) accelerando l’aggiornamento e
agevolando la modifica di tale legislazione alla luce dell’evoluzione
degli strumenti internazionali applicabili in materia di sicurezza
marittima, prevenzione dell’inquinamento provocato dalle navi e
condizioni di vita e di lavoro a bordo delle navi, ai sensi del
regolamento (CE) n. 2099/2002Articolo 2Modifica della direttiva
93/75/CEELa direttiva 93/75/CEE è modificata come segue:1)
all’articolo 2, le lettere e), f), g), h), e i) sono sostituite dalle
seguenti:"e) “Marpol 73/78”: la convenzione
internazionale del 1973 per la prevenzione dell’inquinamento causato
da navi, nella versione modificata dal protocollo del 1978, di volta
in volta in vigore;f) “Codice IMDG”: il codice marittimo
internazionale per il trasporto delle merci pericolose, di volta in
volta vigente;g) “Codice IBC”: il codice internazionale
IMO per la costruzione e le dotazioni delle navi adibite al trasporto
alla rinfusa di prodotti chimici pericolosi, di volta in volta
vigente;h) “Codice IGC”: il codice internazionale IMO per
la costruzione e le dotazioni delle navi adibite al trasporto alla
rinfusa di gas liquefatti, di volta in volta vigente;i)
“raccolta INF”: il corpus delle norme di sicurezza IMO per
il trasporto di combustibile nucleare irradiato, di plutonio e di
scorie altamente radioattive in fusti a bordo di navi, di volta in
volta vigente;2) all’articolo 11 è aggiunto il seguente
comma:"Le modifiche degli strumenti internazionali di cui
all’articolo 2 possono essere escluse dall’ambito di applicazione
della presente direttiva in forza dell’articolo 5 del regolamento (CE)
n. 2099/2002 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 5 novembre
2002, che istituisce un comitato per la sicurezza marittima e la
prevenzione dell’inquinamento provocato dalle navi (comitato COSS)3)
l’articolo 12 è sostituito dal seguente:"Articolo 12 1. La
Commissione è assistita dal comitato per la sicurezza marittima
e la prevenzione dell’inquinamento provocato dalle navi (comitato
COSS), istituito dall’articolo 3, paragrafo 2, del regolamento (CE)
n. 2099/2002.2. Nei casi in cui è fatto riferimento al presente
paragrafo, si applicano gli articoli 5 e 7 della decisione 1999/
468/CE del Consiglio, del 28 giugno 1999, recante modalità per
l’esercizio delle competenze di esecuzione conferite alla Commissione,
tenendo conto delle disposizioni dell’articolo 8 della stessa Il
periodo di cui all’articolo 5, paragrafo 6, della decisione
1999/468/CE è fissato a due mesi3. Il comitato adotta il
proprio regolamento internoArticolo 3Modifica della direttiva
94/57/CELa direttiva 94/57/CE è così modificata:1)
all’articolo 2, lettera d), i termini "vigenti il 19 dicembre
2001" sono sostituiti dai termini: "di volta in volta in
vigore";2) all’articolo 7, il paragrafo 1 è sostituito dal
seguente:"1. La Commissione è assistita dal comitato per
la sicurezza marittima e la prevenzione dell’inquinamento provocato
dalle navi (COSS), istituito dall’articolo 3 del regolamento (CE) n.
2099/2002 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 5 novembre 2002,
che istituisce un comitato per la sicurezza marittima e la prevenzione
dell’inquinamento provocato dalle navi (comitato COSS)3) all’articolo
8, paragrafo 2, è aggiunto il seguente comma:"Le modifiche
degli strumenti internazionali di cui all’articolo 2, lettera d), e
all’articolo 6 possono essere escluse dall’ambito di applicazione
della presente direttiva in forza dell’articolo 5 del regolamento (CE)
n. 2099/2002."Articolo 4Modifica della direttiva 95/21/CELa
direttiva 95/21/CE è così modificata:1) l’articolo 2
è modificato come segue:a) al punto 1) i termini "in
vigore il 19 dicembre 2001" sono sostituiti dai termini "di
volta in volta in vigore";b) al punto 2) i termini "nel
testo vigente al 19 dicembre 2001" sono sostituiti dai termini
"di volta in volta vigente";2) all’articolo 18, il paragrafo
1 è sostituito dal seguente:"1. La Commissione è
assistita dal comitato per la sicurezza marittima e la prevenzione
dell’inquinamento provocato dalle navi (comitato COSS), istituito
dall’articolo 3 del regolamento (CE) n. 2099/2002 del Parlamento
europeo e del Consiglio, del 5 novembre 2002, che istituisce un
comitato per la sicurezza marittima e la prevenzione dell’inquinamento
provocato dalle navi (comitato COSS)3) l’articolo 19 è
così modificato:a) la lettera c) è sostituita dalla
seguente:"c) aggiornare, nell’articolo 2, punto 1), l’elenco
delle convenzioni internazionali rilevanti ai fini della presente
direttiva.";b) è aggiunto il seguente comma:"Le
modifiche degli strumenti internazionali di cui all’articolo 2 possono
essere escluse dall’ambito di applicazione della presente direttiva in
forza dell’articolo 5 del regolamento (CE) n. 2099/2002."
Articolo 5Modifica della direttiva 96/98/CELa direttiva 96/98/CE
è così modificata:1) all’articolo 2, lettere c), d) e
n), i termini "in vigore al 1° gennaio 2001" sono
sostituiti dai termini "di volta in volta in vigore";2)
l’articolo 17 è sostituito dal seguente:"Articolo 17 La
presente direttiva può essere modificata secondo la procedura
di cui all’articolo 18, paragrafo 2, allo scopo di:-applicare ai fini
della presente direttiva le successive modifiche degli strumenti
internazionali,-aggiornare l’allegato A, sia introducendo un nuovo
equipaggiamento, sia trasferendo un equipaggiamento dall’allegato A.2
all’allegato A.1 e viceversa,-introdurre la possibilità di
servirsi dei moduli B + C e del modulo H per gli equipaggiamenti di
cui all’allegato A.1, e modificando le colonne relative ai moduli per
la valutazione della conformità,-includere altri organismi di
normalizzazione nella definizione delle “norme di prova”
di cui all’articolo 2Le convenzioni e le norme di prova menzionate
alle lettere c), d) e n) dell’articolo 2 si intendono fatte salve le
misure eventualmente adottate in applicazione dell’articolo 5 del
regolamento (CE) n. 2099/2002 del Parlamento europeo e del Consiglio,
del 5 novembre 2002, che istituisce un comitato per la sicurezza
marittima e la prevenzione dell’inquinamento provocato dalle navi
(comitato COSS)3) l’articolo 18 è sostituito dal
seguente:"Articolo 18 1. La Commissione è assistita dal
comitato per la sicurezza marittima e la prevenzione dell’inquinamento
provocato dalle navi (comitato COSS), istituito dall’articolo 3 del
regolamento (CE) n. 2099/20022. Nei casi in cui è fatto
riferimento al presente paragrafo, si applicano gli articoli 5 e 7
della decisione 1999/ 468/CE del Consiglio, del 28 giugno 1999,
rec…

[Continua nel file zip allegato]

del 5 novembre 2002

Chimici.info