Del 23 gennaio 1998 | Chimici.info

Del 23 gennaio 1998

Del 23 gennaio 1998 che modifica il regolamento (CE) n. 3051/95 del Consiglio sulla gestione della sicurezza dei traghetti passeggeri roll-on/roll-off
Regolamento

LA COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE,visto il trattato
che istituisce la Comunità europea,visto il regolamento (CE) n.
3051/9S del Consiglio, dell’8 dicembre 1995, sulla gestione della
sicurezza dei traghetti passeggeri roll-on/roll-off (traghetti
"roro"), in particolare l’articolo 9,considerando che detto
regolamento impone agli Stati membri e alle società di
navigazione di osservare il Codice internazionale di gestione della
sicurezza delle navi e della prevenzione dell’inquinamento, adottato
dall’assemblea dell’Organizzazione marittima internazionale (IMO) con
la risoluzione A.741 (18) del 4 novembre 1993, per quanto riguarda
l’esercizio dei traghetti roro che prestano servizio da e verso i
porti degli Stati membri della Comunità;considerando che, al
fine di facilitare l’attuazione uniforme del Codice internazionale di
gestione della sicurezza delle navi e della prevenzione
dell’inquinamento (Codice ISM), I’assemblea dell’IMO, con la
risoluzione A.788 (19), in data 23 novembre 1995, ha adottato alcuni
orientamenti per l’attuazione di detto codice da parte delle
amministrazioni con la risoluzione A.788 (19);considerando che, per
tener conto dell’evoluzione a livello internazionale, è
necessario introdurre alcune disposizioni dettagliate sul rilascio di
certificati e documenti provvisori, i modelli dei documenti e
certificati ISM, nonché alcune norme concernenti i sistemi di
certificazione ISM;considerando che la validità di taluni
documenti e certificati emessi anteriormente non deve essere
pregiudicata;considerando che il regolamento (CE) n. 3051/95 deve
essere modificato di conseguenza;considerando che le disposizioni del
presente regolamento sono conformi al parere del comitato menzionato
all’articolo 12 della direttiva 93/75/CEE del Consiglio, modificata da
ultimo dalla direttiva 97/34/CE della Commissione,HA ADOTTATO IL
PRESENTE REGOLAMENTO:Articolo 1Il regolamento (CE) n. 3051/95 è
modificato come segue:1) Il testo dell’articolo 2, lettera d),
è sostituito dal seguente:"d) "organismo
riconosciuto": un organismo riconosciuto ai sensi delle
disposizioni della direttiva 94/57/CE, come modificata dalla direttiva
97/58/CE della Commissione.2) L’allegato è modificato come
risulta dall’allegato al presente regolamento.Articolo 2Il presente
regolamento entra in vigore il ventesimo giorno successivo alla sua
pubblicazione nella Gazzetta ufficiale delle Comunità
europee.Esso si applica a decorrere dal 1° luglio 1998.I documenti
di conformità e i certificati di gestione della sicurezza
rilasciati dalle amministrazioni o da organismi riconosciuti
anteriormente al 1° luglio 1998 restano validi fino alla scadenza
della loro validità.ALLEGATOL’allegato del regolamento (CE) n.
3051/95 è modificato come segue:a) Il titolo è
sostituito dal titolo seguente:"PARTE ACODICE INTERNAZIONALE DI
GESTIONE DELLA SICUREZZA DELLE NAVI E DELLA PREVENZIONE
DELL’INQUINAMENTO(CODICE INTERNAZIONALE DI GESTIONE DELLA SICUREZZA
[ISM]"b) È aggiunta la parte B seguente:"PARTE
BDISPOSIZIONI PER LE AMMINISTRAZIONI CONCERNENTI L’ATTUAZIONE DEL
CODICE INTERNAZIONALE DI GESTIONE DELLA SICUREZZA (ISM)1.EMISSIONE E
VALIDITÀ DEI DOCUMENTI DI CONFORMITA’ E DEI CERTIFICATI DI
GESTIONE DELLA SICUREZZA1.1. Definizioni:a) per "sistema di
gestione della sicurezza (SMS)" si intende un sistema strutturato
e formalizzato che consenta al personale della società di
applicare effettivamente la politica di sicurezza e di tutela
dell’ambiente adottata dalla società;b) per "controllo
della gestione della sicurezza" si intende un’analisi sistematica
condotta da terzi indipendenti, volta ad accertare se le
attività inerenti al SMS e i relativi risultati sono conformi
alle modalità e procedure previste e se tali modalità e
procedure sono applicate efficacemente e sono idonee a conseguire i
loro obiettivi;c) per "osservazione" si intende la
dichiarazione di un fatto presentata nell’ambito di un controllo della
gestione della sicurezza e confermata da una prova oggettiva;d) per
"prova oggettiva" si intende un’informazione su una
quantità o qualità oppure la registrazione o la
dichiarazione di un fatto concernente la sicurezza o l’esistenza e
l’attuazione di un elemento del SMS, basata sull’osservazione, sulla
misurazione o su una prova che può essere verificata;e) per
"non conformità" si intende una situazione
riscontrata di inosservanza di prescrizioni specifiche, dimostrata da
una prova oggettiva;f) per "non conformità grave" si
intende una difformità individuata, che comporti un grave
rischio per la sicurezza del personale o della nave, oppure che
rappresenti una minaccia per l’ambiente, alla quale occorra porre
immediato rimedio; si considera non conformità grave anche la
mancata attuazione sistematica ed effettiva delle prescrizioni del
codice ISM;g) per "documento provvisorio di
conformità" si intende il documento rilasciato alla
società a norma del paragrafo 1.2;h) per "certificato
provvisorio di gestione della sicurezza" si intende il
certificato rilasciato ai traghetti roro a norma del paragrafo 1.31.2.
Documento provvisorio di conformità :1.2.1. Le amministrazioni
possono rilasciare un documento provvisorio di conformità a una
società solo quando:1. Ia società è di nuova
costituzione, oppure2. Ia società assuma per la prima volta
l’esercizio di un traghetto roro non contemplato da un documento di
conformità già in suo processo.1.2.2. Prima di
rilasciare il documento provvisorio di conformità
l’amministrazione verifica che la società abbia adottato un SMS
conforme agli obiettivi indicati al paragrafo 1.2.3 del codice ISM e
abbia pianificato l’attuazione di un SMS che soddisfi i requisiti del
codice ISM entro il periodo di validità del documento di
conformità provvisorio.1.2.3. La validità del documento
provvisorio di conformità non può essere superiore a 12
mesi.1.3. Certificato provvisorio di gestione della sicurezza1.3.1. Le
amministrazioni possono rilasciare un certificato provvisorio di
gestione della sicurezza a un traghetto roro solo quando:1. il
traghetto roro è messo in servizio per la prima volta dopo la
sua costruzione o dopo l’esecuzione di modifiche che ne abbiano
cambiato il tipo;2. I’esercizio del traghetto roro è stata
ceduto a una società che non ha mai precedentemente assunto
l’esercizio di traghetti roro di quel tipo specifico;3. il traghetto
roro proviene da bandiera estera.1.3.2. Prima di rilasciare il
certificato provvisorio di gestione della sicurezza l’amministrazione
verifica che:1. Ia società che assume l’esercizio del traghetto
roro sia in possesso di un documento di conformità o di un
documento provvisorio di conformità relativo al traghetto roro
considerato;2. il SMS predisposto dalla società per il
traghetto roro includa gli elementi fondamentali del codice ISM e sia
stato valutato in sede di controllo ai fini del rilascio del documento
di conformità o sia stato comprovato ai fini del rilascio del
documento provvisorio di conformità;3. il comandante e gli
altri ufficiali responsabili conoscano il SMS e le relative
modalità di attuazione previste;4. le istruzioni, che sono
state designate essenziali e che devono essere fornite prima della
partenza, siano state impartite;5 sia previsto un controllo del
traghetto roro da parte della società entro i tre mesi
successivi;6. Ie informazioni relative al SMS siano fornite in una
lingua di lavoro conosciuta dal personale del traghetto roro.1.3.3. La
validità del certificato provvisorio di gestione della
sicurezza non può essere superiore a sei mesi. Se la
società ha ottenuto un documento provvisorio di
conformità ma non ha ancora ottenuto un documento di
conformità valido per il traghetto roro, la sua validità
può essere prorogata per non più di sei mesi a decorrere
dalla prima scadenza del certificato.1.4. Accettazione e
riconoscimento dei documenti provvisori di conformità e dei
certificati provvisori di gestione della sicurezza1.4.1. I documenti
provvisori di conformità e i certificati provvisori di gestione
della sicurezza conformi alle norme del presente regolamento e
rilasciati dall’amministrazione di uno Stato membro, o da un organismo
riconosciuto che operi per conto dell’amministrazione, sono accettati
dagli altri Stati membri.1.4.2. I documenti provvisori di
conformità o i certificati provvisori di gestione della
sicurezza emessi dall’amministrazione di un paese terzo, o da chi per
essa, sono riconosciuti dagli Stati membri, purché essi
risultino conformi alle norme del presente regolamento.1.5. Revoca dei
documenti provvisori di conformità e dei certificati provvisori
di gestione della sicurezza1.5.1. L’amministrazione emittente revoca
il documento di conformità qualora sia comprovata una non
conformità grave rispetto al codice ISM. Sono parimenti
invalidati e revocati i certificati di gestione della sicurezza
correlati al documento di conformità.1.5.2. L’amministrazione
emittente revoca il certificato provvisorio di gestione della
sicurezza qualora sia constatata una non conformità grave
rispetto al codice ISM.2. PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE2.1. La procedura
di certificazione ai fini del rilascio di un documento di
conformità a una società o di un certificato di gestione
della …

[Continua nel file zip allegato]

Del 23 gennaio 1998

Chimici.info