DECRETO-LEGGE 8 aprile 2008, n. 61 - Ripubblicazione del testo del decreto-legge 8 aprile 2008, n. 61 (in Gazzetta Ufficiale - serie generale - n. 84 del 9 aprile 2008), convertito, senza modificazioni, dalla legge 6 giugno 2008, n. 103 (in questa stessa Gazzetta Ufficiale alla pag. 14), recante: «Disposizioni finanziarie urgenti in materia di protezione civile», correlato delle relative note. (GU n. 132 del 7-6-2008 | Chimici.info

DECRETO-LEGGE 8 aprile 2008, n. 61 – Ripubblicazione del testo del decreto-legge 8 aprile 2008, n. 61 (in Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 84 del 9 aprile 2008), convertito, senza modificazioni, dalla legge 6 giugno 2008, n. 103 (in questa stessa Gazzetta Ufficiale alla pag. 14), recante: «Disposizioni finanziarie urgenti in materia di protezione civile», correlato delle relative note. (GU n. 132 del 7-6-2008

DECRETO-LEGGE 8 aprile 2008, n. 61 - Ripubblicazione del testo del decreto-legge 8 aprile 2008, n. 61 (in Gazzetta Ufficiale - serie generale - n. 84 del 9 aprile 2008), convertito, senza modificazioni, dalla legge 6 giugno 2008, n. 103 (in questa stessa Gazzetta Ufficiale alla pag. 14), recante: «Disposizioni finanziarie urgenti in materia di protezione civile», correlato delle relative note. (GU n. 132 del 7-6-2008 )

DECRETO-LEGGE 8 aprile 2008 , n. 61

Ripubblicazione del testo del decreto-legge 8 aprile 2008, n. 61 (in
Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 84 del 9 aprile 2008),
convertito, senza modificazioni, dalla legge 6 giugno 2008, n. 103
(in questa stessa Gazzetta Ufficiale alla pag. 14), recante:
«Disposizioni finanziarie urgenti in materia di protezione civile»,
correlato delle relative note.

Avvertenza:

Si procede alla ripubblicazione del testo del decreto-legge
citato in epigrafe corredato delle relative note, ai sensi dell’art.
8, comma 3, del regolamento di esecuzione del testo unico delle
disposizioni sulla promulgazione delle leggi, sull’emanazione dei
decreti del Presidente della Repubblica e sulle pubblicazioni
ufficiali della Repubblica italiana, approvato con decreto del
Presidente della Repubblica 14 marzo 1986, n. 217.
Il testo delle note qui pubblicato e’ stato redatto ai sensi
dell’art. 10, comma 3, del testo unico delle disposizioni sulla
promulgazione delle leggi, sull’emanazione dei decreti del Presidente
della Repubblica e sulle pubblicazioni ufficiali della Repubblica
italiana, approvato con decreto del Presidente della Repubblica
28 dicembre 1985, n. 1092, al solo fine di facilitare la lettura
delle disposizioni di legge alle quali e’ operato il rinvio.
Resta invariato il valore e l’efficacia dell’atto legislativo qui
trascritto.
Art. 1.

1. L’autorizzazione di spesa di cui al decreto-legge 3 maggio 1991,
n. 142, convertito, con modificazioni, dalla legge 3 luglio 1991,
n. 195, come determinata dalla tabella C della legge 24 dicembre
2007, n. 244, e’ integrata di 48,8 milioni di euro per l’anno 2008.
Al relativo onere si provvede mediante corrispondente riduzione dello
stanziamento del fondo speciale di parte corrente iscritto, ai fini
del bilancio triennale 2008-2010, nell’ambito del programma «Fondi di
riserva e speciali» della missione «fondi da ripartire» dello stato
di previsione del Ministero dell’economia e delle finanze per l’anno
2008, allo scopo parzialmente utilizzando gli accantonamenti di euro
9.903.000 per il Ministero della giustizia, euro 29.850.000 per il
Ministero della pubblica istruzione, euro 3.057.000 per il Ministero
per i beni e le attivita’ culturali, euro 1.331.000 per il Ministero
dei trasporti, euro 4.659.000 per il Ministero dell’universita’ e
della ricerca.
2. Il Ministro dell’economia e delle finanze e’ autorizzato ad
apportare, con propri decreti, le occorrenti variazioni di bilancio.

Riferimenti normativi:

– Il decreto-legge 3 maggio 1991, n. 142 (Provvedimenti
in favore delle popolazioni delle province di Siracusa,
Catania e Ragusa colpite dal terremoto nel dicembre 1990 ed
altre disposizioni in favore delle zone danneggiate da
eccezionali avversita’ atmosferiche dal giugno 1990
al gennaio 1991), convertito, con modificazioni, dalla
legge 3 luglio 1991, n. 195, e’ pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale 4 maggio 1991, n. 103.
– La legge 24 dicembre 2007, n. 244 (Disposizioni per
la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello
Stato (legge finanziaria 2008), e’ pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale 28 dicembre 2007, n. 300, supplemento
ordinario.

Art. 2.

1. Ai fini dell’adozione del decreto del Presidente del Consiglio
dei Ministri di cui all’articolo 2, comma 109, della legge 24
dicembre 2007, n. 244, per la restituzione, in misura ridotta al
quaranta per cento senza aggravio di sanzioni e di interessi,
mediante rateizzazione per 120 rate mensili, dei tributi e contributi
sospesi di cui agli articoli 13 e 14, commi 1, 2 e 3, dell’ordinanza
28 settembre 1997, n. 2668, agli articoli 1 e 2 dell’ordinanza 22
dicembre 1997, n. 2728, e all’articolo 2 dell’ordinanza 30 dicembre
1998, n. 2908, emanate dal Ministro dell’interno, delegato per il
coordinamento della protezione civile, e successive modificazioni, e’
autorizzata l’ulteriore spesa di euro 17.820.000 per l’anno 2008,
euro 51.730.000 per l’anno 2009 ed euro 39.510.000 per l’anno 2010.
Al relativo onere si provvede mediante corrispondente riduzione dello
stanziamento del fondo speciale di parte corrente iscritto, ai fini
del bilancio triennale 2008-2010, nell’ambito del programma «Fondi di
riserva e speciali» della missione «fondi da ripartire» dello stato
di previsione del Ministero dell’economia e delle finanze per l’anno
2008, allo scopo parzialmente utilizzando gli accantonamenti secondo
la seguente tabella:

=====================================================================
Anni di riferimento | 2008 | 2009 | 2010
=====================================================================
Ministero della giustizia…. |3.616.000 |29.959.000|20.429.000
———————————————————————
Ministero della pubblica | | |
istruzione….. |10.900.000|0 |0
———————————————————————
Ministero per i beni e le attivita’ | | |
culturali….. |1.116.000 |10.190.000|13.287.000
———————————————————————
Ministero dei trasporti…. |486.000 |4.768.000 |4.107.000
———————————————————————
Ministero dell’universita’ e della | | |
ricerca…. |1.702.000.|6.813.000 |1.687.000

2. Il Ministro dell’economia e delle finanze e’ autorizzato ad
apportare, con propri decreti, le occorrenti variazioni di bilancio.

Riferimenti normativi:

– Si riporta il testo del comma 109 dell’art. 2 della
gia’ citata legge n. 244 del 2007:
«109. I soggetti che hanno usufruito delle sospensioni
dei termini dei versamenti tributari, previste dall’art.
14, commi 1, 2 e 3, dell’ordinanza n. 2668 del 28 settembre
1997, del Ministro dell’interno, delegato per il
coordinamento della protezione civile, dall’art. 2,
comma 1, dell’ordinanza n. 2728 del 22 dicembre 1997, del
Ministro dell’interno, delegato per il coordinamento della
protezione civile, e dall’art. 2, comma 2, dell’ordinanza
n. 2908 del 30 dicembre 1998, del Ministro dell’interno,
delegato per il coordinamento della protezione civile, e
della sospensione dei pagamenti dei contributi
previdenziali, assistenziali ed assicurativi, prevista
dall’art. 13 dell’ordinanza n. 2668 del 28 settembre 1997,
del Ministro dell’interno, delegato per il coordinamento
della protezione civile, e successive modificazioni,
possono definire la propria posizione relativa al periodo
interessato dalla sospensione, corrispondendo l’ammontare
dovuto per ciascun tributo e contributo oggetto della
sospensione al netto dei versamenti gia’ eseguiti nella
misura e con le modalita’ da stabilire nei limiti di 50
milioni di euro a decorrere dall’anno 2008 con decreto del
Presidente del Consiglio dei Ministri, su proposta del
Ministro dell’economia e delle finanze.».
– Si riporta il testo degli articoli 13 e 14, commi 1,
2 e 3 dell’ordinanza 28 settembre 1997, n. 2668 (Interventi
urgenti diretti a fronteggiare i danni conseguenti alla
crisi sismica iniziata il giorno 26 settembre 1997 che ha
colpito il territorio delle regioni Marche e Umbria).
«Art. 13. – 1. Nei confronti dei soggetti residenti nei
comuni di cui all’art. 1, commi 2 e 3, e dei soggetti
gravemente danneggiati residenti nei comuni di cui all’art.
1, comma 1, della presente ordinanza sono sospesi, a
decorrere dal 26 settembre 1997 e fino al 31 dicembre 1997,
i pagamenti dei contributi di previdenza ed assistenza
sociale, ivi compresa la quota di contributi a carico dei
dipendenti, nonche’ dei contributi per le prestazioni del
Servizio sanitario nazionale di cui all’art. 31 della legge
28 febbraio 1986, n. 41, e successive modificazioni. Il
versamento delle somme dovute e non corrisposte per effetto
della predetta sospensione avviene senza aggravio di
sanzioni, interessi o altri oneri. Nel caso di versamenti
effettuati entro la data della pubblicazione nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana della presente
ordinanza non si da’ luogo al rimborso. Gli oneri derivanti
dalla presente disposizione, sono valutati in lire 300
milioni.
2. Le disposizioni di cui al comma 1 si applicano anche
ai soggetti aventi residenza o sede altrove, limitatamente
alle obbligazioni di previdenza e assistenza sociale che
afferiscono in via esclusiva alle attivita’ svolte nei
comuni indicati all’art. 1, commi 2 e 3, dell’ordinanza
n. 2694 del 13 ottobre 1997.».
«Art. 14. – 1. Nei confronti delle persone fisiche,
anche…

[Continua nel file zip allegato]

DECRETO-LEGGE 8 aprile 2008, n. 61 – Ripubblicazione del testo del decreto-legge 8 aprile 2008, n. 61 (in Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 84 del 9 aprile 2008), convertito, senza modificazioni, dalla legge 6 giugno 2008, n. 103 (in questa stessa Gazzetta Ufficiale alla pag. 14), recante: «Disposizioni finanziarie urgenti in materia di protezione civile», correlato delle relative note. (GU n. 132 del 7-6-2008

Chimici.info