DECRETO-LEGGE 28 dicembre 2006, n.300 | Chimici.info

DECRETO-LEGGE 28 dicembre 2006, n.300

DECRETO-LEGGE 28 dicembre 2006, n.300 - Proroga di termini previsti da disposizioni legislative. (GU n. 300 del 28-12-2006)

DECRETO-LEGGE 28 dicembre 2006, n.300

Proroga di termini previsti da disposizioni legislative.

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
Visti gli articoli 77 e 87 della Costituzione;
Ritenuta la straordinaria necessita’ ed urgenza di provvedere alla
proroga di termini previsti da disposizioni legislative, al fine di
consentire una piu’ concreta e puntuale attuazione dei correlati
adempimenti, nonche’ di conseguire riduzioni di spesa per le
pubbliche amministrazioni;
Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella
riunione del 22 dicembre 2006;
Sulla proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri e del
Ministro per i rapporti con il Parlamento e le riforme istituzionali,
di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze;

E m a n a
il seguente decreto-legge:

Art. 1.
Proroga di termini in materia di personale, professioni e lavoro
1. Per l’anno 2007 le spese per il personale universitario, docente
e non docente che presta attivita’ in regime convenzionale con il
Servizio sanitario nazionale, sono ricomprese per i due terzi tra le
spese fisse obbligatorie previste dall’articolo 51, comma 4, della
legge 27 dicembre 1997, n. 449.
2. Per garantire la continuita’ assistenziale e fronteggiare
l’emergenza nel settore infermieristico e tecnico, il termine
previsto dall’articolo 6-quinquies del decreto-legge 30 dicembre
2004, n. 314, convertito, con modificazioni, dalla legge 1° marzo
2005, n. 26, e’ prorogato al 31 maggio 2007, in attesa della
definizione di tali prestazioni e nel rispetto delle disposizioni
recate in materia di contenimento delle spese di personale degli enti
del Servizio sanitario nazionale dai provvedimenti di finanza
pubblica.
3. Le disposizioni di cui all’articolo 28, comma 1, del
decreto-legge 30 dicembre 2005, n. 273, convertito, con
modificazioni, dalla legge 23 febbraio 2006, n. 51, sono prorogate al
30 aprile 2007.
4. La graduatoria del concorso pubblico a centottantaquattro posti
di vigile del fuoco, indetto con decreto direttoriale in data 6 marzo
1998, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – 4ª serie speciale – n. 24
del 27 marzo 1998, e la graduatoria del concorso per titolo a
centosettantatre posti di vigile del fuoco, indetto con decreto
direttoriale in data 5 novembre 2001, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale – 4ª serie speciale – n. 92 del 20 novembre 2001, sono
prorogate fino al 31 dicembre 2007.
5. In attesa del riordino del Consiglio nazionale delle ricerche
(CNR), i direttori degli istituti del predetto Ente, di cui
all’articolo 14 del decreto legislativo 4 giugno 2003, n. 127,
restano in carica fino al 30 giugno 2007; sono sospese, fino a tale
data, le procedure concorsuali destinate al rinnovo dei predetti
incarichi.
6. All’articolo 3, comma 1-bis, del decreto-legge 9 maggio 2003, n.
105, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 luglio 2003, n.
170, le parole: «anno 2006» sono sostituite dalle seguenti: «anno
2007».

Art. 2.
Disposizioni in materia di agricoltura
1. All’articolo 23, comma 6-bis, del decreto legislativo 11 maggio
1999, n. 152, e successive modificazioni, le parole: «30 giugno 2006»
sono sostituite dalle seguenti: «31 dicembre 2007».
2. All’articolo 2 del decreto legislativo 10 dicembre 2002, n. 306,
dopo il comma 1 e’ inserito il seguente:
«1-bis. Il termine per l’iscrizione degli operatori del settore
ortofrutticolo alla banca dati nazionale di cui all’articolo 3 del
regolamento (CE) n. 1148/2001 della Commissione, del 12 giugno 2001,
e’ fissato al 30 giugno 2007.».
3. Per le aziende in crisi di cui al comma 3-bis dell’articolo 5
del decreto-legge 1° ottobre 2005, n. 202, convertito, con
modificazioni, dalla legge 30 novembre 2005, n. 244, e successive
modificazioni, il termine per il versamento della prima e della
seconda rata e’ effettuato entro il 29 dicembre 2006, senza aggravio
di sanzioni ed interessi; il temine per il versamento della terza e
quarta rata di cui all’articolo 2, comma 116, del decreto-legge
3 ottobre 2006, n. 262, convertito, con modificazioni, dalla legge
24 novembre 2006, n. 286, e’ posticipato al 30 giugno 2007; al
relativo onere, pari a 50.000 euro per l’anno 2007, si provvede
mediante riduzione dell’autorizzazione di spesa di cui
all’articolo 5, comma 3-ter del decreto-legge 1° ottobre 2005, n.
202, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 novembre 2005, n.
244. I versamenti tributari non eseguiti per effetto della
sospensione di cui all’articolo 5, comma 3-bis, del decreto-legge
1° ottobre 2005, n. 202, convertito, con modificazioni, dalla legge
30 novembre 2005, n. 244, e successive modificazioni, sono effettuati
in unica soluzione senza aggravio di sanzioni e di interessi entro il
16 gennaio 2007 ovvero in un massimo di quattro rate trimestrali di
pari importo. La prima rata e’ versata entro il 16 gennaio 2007. Le
rate successive alla prima sono maggiorate degli interessi legali a
decorrere dal 17 gennaio 2007. Gli adempimenti tributari diversi dai
versamenti non eseguiti per effetto della sospensione di cui al
predetto articolo 5, comma 3-bis, del decreto-legge n. 202 del 2005
sono effettuati entro il 31 gennaio 2007.
4. I compiti del Commissario straordinario del Governo di cui
all’articolo 7-bis del decreto-legge 11 gennaio 2001, n. 1,
convertito, con modificazioni, dalla legge 9 marzo 2001, n. 49, sono
estesi a tutte le emergenze zootecniche e sono prorogati al
31 dicembre 2007. Al relativo onere, pari a 150.000 euro a decorrere
dall’anno 2007, si provvede mediante corrispondente riduzione
dell’autorizzazione di spesa di cui all’articolo 5, comma 3-ter, del
decreto-legge 1° ottobre 2005, n. 202, convertito, con modificazioni,
dalla legge 30 novembre 2005, n. 244, e successive modificazioni.
5. Il termine di cui all’articolo 15, comma 2, del decreto
legislativo 29 aprile 2006, n. 217, per l’iscrizione nel registro dei
fertilizzanti o dei fabbricanti di fertilizzanti, e’ prorogato al
31 luglio 2007.

Art. 3.
Disposizioni in materia di costruzioni, opere infrastrutturali e
lavori in edilizia
1. Il termine previsto dall’articolo 1-quater, comma 1, del
decreto-legge 12 maggio 2006, n. 173, convertito, con modificazioni,
dalla legge 12 luglio 2006, n. 228, e’ prorogato fino alla data di
entrata in vigore del regolamento recante norme sulla sicurezza degli
impianti, di cui all’articolo 11-quaterdecies, comma 13, lettera a),
del decreto-legge 30 settembre 2005, n. 203, convertito, con
modificazioni, dalla legge 2 dicembre 2005, n. 248, e, comunque, non
oltre il 31 maggio 2007.
2. All’articolo 1, comma 452, della legge 30 dicembre 2004, n. 311,
relativo al completamento degli interventi infrastrutturali per
l’integrale attuazione della Convenzione tra l’Italia e la Francia,
conclusa a Roma il 24 giugno 1970, di cui alla legge 18 giugno 1973,
n. 475, le parole: « alla data di entrata in vigore della presente
legge» sono sostitute dalle seguenti: «alla data del 31 dicembre
2005».
3. I verbali di concordamento dell’indennita’ di espropriazione e
di rinuncia a qualunque pretesa connessa alla procedura di esproprio,
relativi alla realizzazione degli interventi di cui al titolo VIII
della legge 14 maggio 1981, n. 219, conservano la loro efficacia
indipendentemente dall’emanazione del decreto di espropriazione.
4. Il termine per il completamento degli investimenti per gli
adempimenti relativi alla messa a norma delle strutture ricettive,
previsto dall’articolo 14, comma 1, del decreto-legge 9 novembre
2004, n. 266, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 dicembre
2004, n. 306, e’ ulteriormente prorogato al 30 aprile 2007 per le
imprese che abbiano presentato la richiesta di nulla osta ai vigili
del fuoco entro il 30 giugno 2005.

Art. 4.
Disposizioni in tema di enti ed organismi pubblici, nonche’ di
attivita’ produttive
1. All’articolo 29 del decreto-legge 4 luglio 2006, n. 223,
convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 2006, n. 248, il
comma 4 e’ sostituito dal seguente:
«4. Ferma restando la realizzazione degli obiettivi di risparmio di
spesa di cui al comma 1, gli organismi non individuati dai
provvedimenti previsti dai commi 2 e 3 entro il 15 maggio 2007 sono
soppressi. A tale fine, i regolamenti ed i decreti di cui al comma 2,
nonche’ gli atti di natura regolamentare di cui al comma 3, devono
essere trasmessi per l’acquisizione dei prescritti pareri, ovvero per
la verifica da parte degli organi interni di controllo e per
l’approvazione da parte dell’amministrazione vigilante, ove prevista,
entro il 28 febbraio 2007.».
2. Nelle more del riordino del Consiglio superiore delle
comunicazioni, ai sensi dell’articolo 29 del decreto-legge 4 luglio
2006, n. 223, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto
2006, n. 248, e’ sospesa la previsione di cui all’articolo 1,
comma 2, del decreto del Presidente della Repubblica 9 novembre 2005,
n. 243, limitatamente alle ipotesi di cui alla lettera b).
3. Fermo restando il divieto, per le aziende produttrici, di
immettere in commercio nuovi lotti dei prodotti di cui
all’articolo 1-qu…

[Continua nel file zip allegato]

DECRETO-LEGGE 28 dicembre 2006, n.300

Chimici.info