DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 20 gennaio 2012 | Chimici.info

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 20 gennaio 2012

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 20 gennaio 2012 - Dichiarazione dello stato di emergenza in relazione al naufragio della nave da crociera Costa - Concordia, nel territorio del comune dell'Isola del Giglio. (12A00847) - (GU n. 21 del 26-1-2012 )

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 20 gennaio 2012

Dichiarazione dello stato di emergenza in relazione al naufragio
della nave da crociera Costa – Concordia, nel territorio del comune
dell’Isola del Giglio. (12A00847)

IL PRESIDENTE
DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

Visto l’art. 5, comma 1, della legge 24 febbraio 1992, n. 225;
Visto l’art. 107 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112;
Visto il decreto-legge 7 settembre 2001, n. 343, convertito, con
modificazioni, dalla legge 9 novembre 2002, n. 401;
Considerato che nella notte del 13 gennaio 2012, alle ore 21,30, e’
naufragata al largo dell’Isola del Giglio in provincia di Grosseto la
nave da crociera Costa – Concordia;
Considerato che a seguito del predetto naufragio hanno perso la
vita alcuni passeggeri ed altri risultano tutt’ora dispersi e che si
e’ reso necessario fornire assistenza ad oltre quattromila persone
imbarcate sulla nave, in buona parte di nazionalita’ straniera;
Ravvisata l’esigenza di adottare misure urgenti di carattere
straordinario di assistenza alle persone colpite dal disastro e per
accelerare le procedure di rimozione del carburante e di recupero
della nave, la cui ulteriore permanenza nel luogo dell’affondamento
determina il rischio immediato ed attuale di un grave danno
ambientale con la conseguente compromissione dell’habitat naturale e
dell’economia dell’Isola del Giglio che vive essenzialmente di
turismo;
Tenuto conto che la nave, per come e’ posizionata, costituisce un
serio pericolo per la navigazione potendo costituire un intralcio per
le imbarcazioni in transito e per quelle in ingresso ed in uscita dal
porto dell’Isola del Giglio;
Tenuto conto che detta situazione di emergenza non e’
fronteggiabile con mezzi e poteri ordinari;
Considerato, quindi, che ricorrono, nella fattispecie, i
presupposti previsti dall’art. 5, comma 1, della citata legge n.
225/1992 per la dichiarazione dello stato di emergenza;
Acquisita l’intesa della regione Toscana;
Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri adottata nella
riunione del 20 gennaio 2012;

Decreta:

Ai sensi e per gli effetti dell’art. 5, comma 1, della legge 24
febbraio 1992, n. 225, in considerazione di quanto espresso in
premessa, e’ dichiarato, fino al 31 gennaio 2013, lo stato di
emergenza nel territorio dell’Isola del Giglio (Grosseto) in
relazione al naufragio della nave da crociera Costa – Concordia.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 20 gennaio 2012

Il Presidente: Monti

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 20 gennaio 2012

Chimici.info