DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 14 luglio 2006 | Chimici.info

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 14 luglio 2006

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 14 luglio 2006 - Competenze e Uffici del Ministero dell'istruzione e del Ministero dell'universita' e della ricerca. (GU n. 206 del 5-9-2006)

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 14 luglio 2006
Competenze e Uffici del Ministero dell’istruzione e del Ministero
dell’universita’ e della ricerca.

IL PRESIDENTE
DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI
Visto il decreto-legge 18 maggio 2006, n. 181, recante disposizioni
urgenti in materia di riordino delle attribuzioni della Presidenza
del Consiglio dei Ministri e dei Ministeri;
Visto, in particolare, l’art. 1 del predetto decreto che, con i
commi 7 e 8, istituisce, in sostituzione del Ministero
dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca, il Ministero
dell’istruzione e il Ministero dell’universita’ e della ricerca
trasferendo agli stessi le funzioni attribuite, rispettivamente,
dalle lettere a) e b) dell’art. 50, comma 1 del decreto legislativo
30 luglio 1999, n. 300, con le inerenti risorse finanziarie,
strumentali e di personale;
Visto l’art. 1, comma 10 del medesimo decreto-legge n. 181 del
2006, che prevede l’immediata ricognizione in via amministrativa, con
decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri d’intesa con il
Ministro dell’economia e delle finanze e sentiti i Ministri
interessati, delle strutture trasferite ai sensi dello stesso
decreto-legge nonche’ l’individuazione, in via provvisoria, del
contingente minimo degli uffici strumentali e di diretta
collaborazione, garantendo in ogni caso l’invarianza della spesa;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 11 agosto 2003, n.
319, concernente il regolamento di organizzazione del Ministero
dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca;
Visto il decreto del Ministro dell’istruzione, dell’universita’ e
della ricerca 28 aprile 2004, concernente la riorganizzazione degli
uffici dirigenziali di livello non generale;
D’intesa con il Ministero dell’economia e delle finanze e sentiti
il Ministero dell’istruzione e il Ministero dell’universita’ e della
ricerca;
Decreta:

Art. 1.
Strutture ed Uffici
1. Le strutture del Ministero dell’istruzione, dell’universita’ e
della ricerca, di cui al decreto del Presidente della Repubblica
11 agosto 2003, n. 319 e al decreto del Ministro dell’istruzione,
dell’universita’ e della ricerca 28 aprile 2004, pubblicato nel
supplemento ordinario n. 90 alla Gazzetta Ufficiale – serie generale
– n. 110 del 12 maggio 2004, trasferite rispettivamente al Ministero
dell’istruzione e al Ministero dell’universita’ e della ricerca ai
sensi dell’art. 1, comma 10 del decreto-legge 18 maggio 2006, n. 181
sono le seguenti:
1) al Ministero dell’istruzione:
a) il Dipartimento per l’istruzione;
b) il Dipartimento per la programmazione ministeriale e per la
gestione ministeriale del bilancio, delle risorse umane e
dell’informazione, con esclusione degli Uffici di cui al punto 2,
lettera b);
c) gli Uffici scolastici regionali;
2) al Ministero dell’universita’ e della ricerca:
a) il Dipartimento per l’universita’, l’alta formazione
artistica, musicale e coreutica e per la ricerca scientifica e
tecnologica;
b) gli Uffici III e V della Direzione generale studi e
programmazione sui sistemi dell’istruzione, dell’universita’, della
ricerca e dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica,
l’Ufficio IV della Direzione generale per i sistemi informativi e
l’Ufficio II della Direzione generale per la comunicazione, compresi
nel Dipartimento di cui al punto 1), lettera b).

Art. 2.
Dotazioni organiche
1. Le dotazioni organiche del personale del Ministero
dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca, appartenente alle
qualifiche dirigenziali, alle aree funzionali ed alle posizioni
economiche, come rideterminate dalla Tabella A allegata al decreto
del Presidente del Consiglio dei Ministri 12 ottobre 2005, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale n. 285 del 7 dicembre 2005, sono ripartite,
in via provvisoria, tra il Ministero dell’istruzione ed il Ministero
dell’universita’ e della ricerca secondo quanto previsto
dall’allegata Tabella 1.

Art. 3.
Uffici di diretta collaborazione
1. Per entrambi i Ministeri, dell’istruzione e dell’universita’ e
della ricerca, sono individuati i seguenti uffici di diretta
collaborazione, con le funzioni per essi previste dal decreto del
Presidente della Repubblica 1° dicembre 1999, n. 477, come modificato
dal decreto del Presidente della Repubblica 26 marzo 2002, n. 128 e
dal decreto 9 giugno 2005 del Ministro dell’istruzione,
dell’universita’ e della ricerca: il Capo di Gabinetto e relativo
Ufficio; l’Ufficio Legislativo; la Segreteria del Ministro e il
Segretario particolare; l’Ufficio Stampa; il Servizio di Controllo
Interno; le Segreterie particolari dei Sottosegretari di Stato e il
Consigliere Diplomatico.
2. Il contingente di personale, di estranei all’amministrazione
assunto con contratto a tempo determinato e di esperti e consulenti
con incarichi di collaborazione coordinata e continuativa, di cui al
decreto 9 giugno 2005, del Ministro dell’istruzione, dell’universita’
e della ricerca, e’ cosi’ ripartito:
a) al Ministero dell’istruzione: 195 unita’ di personale
dell’amministrazione, di cui 16 con qualifica dirigenziale; estranei
all’amministrazione, assunti con contratto a tempo determinato, in
numero non superiore a 18 esperti e consulenti con incarichi di
collaborazione coordinata e continuativa, in numero non superiore a
18;
b) al Ministero dell’universita’ e della ricerca: 100 unita’ di
personale dell’amministrazione, di cui 9 con qualifica dirigenziale;
estranei all’amministrazione, assunti con contratto a tempo
determinato, in numero non superiore a 12 esperti e consulenti con
incarichi di collaborazione coordinata e continuativa, in numero non
superiore a 12.

Art. 4.
Contingente minimo degli uffici strumentali
e di diretta collaborazione
1. Il contingente minimo degli uffici strumentali e di diretta
collaborazione del Ministero dell’istruzione e del Ministero
dell’universita’ e della ricerca e’ individuato secondo l’allegata
Tabella 2.
2. Il personale, con qualifica dirigenziale e delle aree
funzionali, in servizio presso gli uffici svolgenti compiti nelle
aree funzionali di cui all’art. 50, comma 1, lettere a) e b) del
decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, continua a svolgere i
propri compiti e funzioni nell’ambito degli uffici come trasferiti
dal presente decreto.

Art. 5.
Disposizioni transitorie
1. Fermo restando quanto previsto dagli articoli 2, 3 e 4, fino
all’emanazione, da parte del Ministero dell’universita’ e della
ricerca, del regolamento di cui all’art. 1, comma 23 del
decreto-legge 18 maggio 2006, n. 181, la Direzione generale per la
politica finanziaria e per il bilancio, la Direzione generale per le
risorse umane del Ministero, acquisti e affari generali e la
Direzione generale per i sistemi informativi, del Dipartimento per la
programmazione ministeriale e per la gestione ministeriale del
bilancio, delle risorse umane e dell’informazione, di cui all’art. 1,
comma 1, punto 1, lettera b), continuano a svolgere i loro compiti,
anche per il Ministero dell’universita’ e della ricerca. Le predette
Direzioni generali continuano altresi’ a svolgere, anche per il
Ministero dell’universita’ e della ricerca, i compiti concernenti le
spese gia’ ad esse affidate per l’anno 2006, quali strutture di
servizio, secondo quanto previsto dall’art. 4 del decreto legislativo
7 agosto 1997, n. 279.
2. La predetta Direzione generale per le risorse umane del
Ministero, acquisti e affari generali, continua altresi’ ad operare,
fino all’emanazione, da parte del Ministero dell’universita’ e della
ricerca, del regolamento di cui all’art. 1, comma 23 del
decreto-legge 18 maggio 2006, n. 181, come struttura di servizio per
il Ministero dell’universita’ e della ricerca, per la gestione dei
capitoli di bilancio iscritti sotto il centro di responsabilita’
amministrativa numero 1 – Gabinetto ed altri uffici di diretta
collaborazione del Ministro, del medesimo Ministero.
Roma, 14 luglio 2006
Il Presidente: Prodi
Registrato alla Corte dei conti il 24 luglio 2006
Ministeri istituzionali – Presidenza del Consiglio dei Ministri,
registro n. 9, foglio n. 185

Tabella 1
(Articolo 2, comma 1)
RIPARTIZIONE DELLE DOTAZIONI ORGANICHE DEL PERSONALE
TRA IL MINISTERO DELL’ISTRUZIONE E IL MINISTERO
DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA

DOTAZIONE ORGANICA DEL PERSONALE
DEL MINISTERO DELL’ISTRUZIONE

Dirigenti: |
Dirigenti di 1ª fascia: | 32
Dirigenti di 2ª fascia: | 739
| —-
| Totale 771
Personale delle aree funzionali: |
Area funzionale C – posizione economica C3 | Totale 1.000

[Continua nel file zip allegato]

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 14 luglio 2006

Chimici.info