D.P.R. 20 ottobre 1998, n° 447 | Chimici.info

D.P.R. 20 ottobre 1998, n° 447

D.P.R. 20 ottobre 1998, n° 447 - Regolamento sullo sportello unico per le attività produttive
Circolare Ministeriale

MINISTERO DELL’INTERNODIREZIONE GENERALE DELLA PROTEZIONE
CIVILE E DEI SERVIZI ANTINCENDISERVIZIO TECNICO CENTRALEIspettorato
insediamenti civili, commerciali, artigianali e industrialiProt.
n° P647/4101 sott. 72/C.1(22)Nella Gazzetta Ufficiale n° 301
del 28 dicembre 1998 è stato pubblicato il D.P.R. 20 ottobre
1998, n° 447, recante il regolamento per la semplificazione dei
procedimenti di autorizzazione connessi con la realizzazione di
attività produttive, in attuazione delle combinate disposizioni
dell’art. 20 della Legge 15 marzo 1997, n° 59 e degli articoli
23-27 del Decreto Legislativo 31 marzo 1998, n° 112 sullo
sportello unico. Relativamente al rapporto tra i Comandi
Provinciali dei Vigili del Fuoco e le strutture degli sportelli unici,
per quanto attiene le procedure di prevenzione incendi, si ritiene
opportuno fornire alcuni chiarimenti, anche sulla base di quanto
emerso nel corso di incontri promossi dall’Associazione Nazionale
Comuni Italiani, cui hanno partecipato rappresentanti di questa
Direzione Generale. Il regolamento di cui in oggetto non prevede
abrogazioni di norme previgenti, e tenuto conto che le procedure di
prevenzione incendi, relative alle attività ricomprese nel D.M.
16 febbraio 1982, sono state oggetto recentemente di semplificazione
con il D.P.R. 12 gennaio 1998, n° 37, si precisa che i Comandi
Provinciali dei Vigili del Fuoco non potranno che applicare quanto
contenuto nel citato D.P.R. n° 37/1998 e nel connesso D.M. 4
maggio 1998 per le attività soggette agli obblighi di
prevenzione incendi. Tanto premesso, al fine di armonizzare le
procedure sopracitate ed assicurare un corretto funzionamento dello
sportello unico è di fondamentale importanza la sottoscrizione
di protocolli di intesa tra gli enti locali preposti e le varie
amminstrazioni che, nel rispetto delle rispettive competenze
istituzionali, sono chiamate a fornire pareri nei procedimenti di
autorizzazione di insediamenti produttivi. Da un esame comparato
dei due regolamenti suindicati (D.P.R. n° 37/1998 e D.P.R. n°
447/1998), non emergono infatti discordanze sostanziali.A) – Procedura
per il rilascio del parere sul progetto Per quanto attiene la
procedura relativa al rilascio del parere di conformità sul
progetto, l’art. 2 del D.P.R. n° 37/1998 concede al Comando dei
Vigili del Fuoco un termine fissato di norma in 45 giorni ed elevabile
a 90 giorni nei casi di particolare complessità. Il D.P.R.
n° 447/1998 prevede due tipi di procedure per il rilascio di
autorizzazioni sui progetti di insediamenti produttivi, con termini
temporali diversi tra loro, ma comunque correlati con quelli del
D.P.R. n° 37/1998. Infatti se si adotta il procedimento
semplificato di cui all’art. 4 del D.P.R. n° 447/1998, il Comando
è tenuto a rispondere entro 90 giorni dal ricevimento della
documentazione: tale termine coincide con quello massimo previsto
dall’art. 2 del D.P.R. n° 37/1998. Se viceversa viene adottato
il procedimento mediante autocertificazione, di cui all’art. 6 del
D.P.R. n° 447/1998, il Comando è tenuto a rilasciare il
proprio parere entro 45 giorni dal ricevimento della documentazione,
sulla base della specifica previsione di cui all’art. 6, comma 9, che
prevede l’applicazione dei termini temporali degli articoli 16 e 17
della Legge 241/1990, come modificati dall’art. 17 della Legge n°
127/1997: anche in tale circostanza il termine, di 45 giorni, coincide
con quello normalmente fissato dall’art. 2 del D.P.R. n° 37/1998;
in sostanza, la novità introdotta dal D.P.R. n° 447/1998,
rispetto alle previsioni del D.P.R. n° 37/1998, sta solo nel fatto
che la richiesta di parere sul progetto dell’insediamento viene
inoltrata al Comando tramite la struttura dello sportello unico,
anziché direttamente dal soggetto interessato. La suddetta
richiesta dovrà pervenire al Comando completa della
documentazione prevista dal D.M. 4 maggio 1998 ed a tal fine è
di fondamentale importanza che nel protocollo d’intesa sia
espressamente previsto che il Comando fornisca tutta la necessaria
informazione e formazione sia al responsabile che al personale addetto
allo sportello unico sui seguenti principali punti: -documentazione
tecnica da allegare alla istanza; -modulistica da
utilizzare; -corrispettivi dei pagamenti che devono essere
effettuati dai richiedenti ai sensi della Legge n° 966/1965 e
modalità di versamento degli stessi. E’ di tutta evidenza
che quanto più completi saranno gli interventi di informazione
e di formazione preventiva fornita alla struttura dello sportello
unico da parte del Comando, tanto più efficace, si ritiene,
sarà l’attuazione dei connessi procedimenti.B) – Procedura di
controllo e verifica ad opera realizzata Anche per quanto attiene i
controlli sulle attività non si ritiene che sussistano
contrasti tra i due regolamenti. Infatti l’art. 9, comma 6 e 7, del
D.P.R. n° 447/1998, riconoscendo la specifica conmpetenza del
Comando dei Vigili del Fuoco nella effettuazione dei controlli e
verifiche in materia di prevenzione incendi, è in piena armonia
con le disposizioni dell’art. 3 del D.P.R. n°
37/1998. L’interessato, a mezzo della dichiarazione prevista
dall’art. 3, comma 5, del D.P.R. n° 37/1998, è peraltro
autorizzato a dare inizio alla propria attività, ai fini
antincendi, senza attendere il sopralluogo da parte del Comando
Provinciale dei Vigili del Fuoco, che verrà espletato
successivamente. Occorre precisare che l’attivazione dello
sportello unico, nonché la sottoscrizione da parte del Comando
Provinciale dei Vigili del Fuoco di protocollo d’intesa, non determina
un obbligo per gli enti e privati, tenuti agli adempimenti procedurali
di cui al D.P.R. n° 37/1998, a servirsi esclusivamente della
struttura dello sportello unico, potendo quindi gli stessi continuare
ad inoltrare le relative richieste direttamente al Comando Provinciale
dei Vigili del Fuoco. Al fine di avere un quadro conoscitivo sul
coinvolgimento dei Comandi Provinciali dei Vigili del Fuoco
nell’attuazione del D.P.R. n° 447/1998, i Sigg. Comandanti
Provinciali dei Vigili del Fuoco sono pregati di inoltrare al Servizio
Tecnico Centrale – Ispettorato insediamenti civili, commerciali,
artigianali ed industriali, copia dei protocolli d’intesa
sottoscritti.

D.P.R. 20 ottobre 1998, n° 447

Chimici.info