Criteri di sicurezza antincendio applicabili alle sale del giuoco del “Bingo” | Chimici.info

Criteri di sicurezza antincendio applicabili alle sale del giuoco del “Bingo”

Criteri di sicurezza antincendio applicabili alle sale del giuoco del “Bingo” - Precisazioni
Lettera Circolare

Con lettera-circolare prot. n. P47/4109 sott. 44/C7 dell’11 gennaio
2001, è stato chiarito che le sale del giuoco del “Bingo” rientrano
nella generale fattispecie delle sale giuochi e che pur essendo
escluse dal campo di applicazione del D.M. 19 agosto 1996, per le
stesse vige comunque l’obbligo del conseguimento degli obiettivi di
sicurezza riportati all’art. 2 del citato decreto ministeriale.
Poiché sull’argomento stanno pervenendo quesiti e segnalazioni, dai
quali si evince una diffusa disuniformità sui criteri di sicurezza,
antincendi che vengono applicati, si forniscono le seguenti
precisazioni.
– Criteri generali di sicurezza antincendio
Le sale del giuoco del “Bingo” presentano analogie con i locali di
trattenimento di cui all’art. 1, comma 1, lettera e), del D.M. 19
agosto 1996 e pertanto, al fine di garantire l’uniformità sulle
misure di prevenzione incendi da applicare, si ritiene che possa farsi
riferimento a quelle previste nel citato decreto, per i suddetti
locali di trattenimento, tenendo altresì presente le precisazioni
appresso riportate.
– Distribuzione e sistemazione dei posti a sedere
Le postazioni di giuoco sono costituite da posti a sedere, non di tipo
fisso, distribuiti attorno a tavoli. Poiché, per i locali di cui
all’art. 1, comma 1, lettera e), del D.M. 19.8.1996, è previsto al
punto 3.1 dell’allegato che “la distribuzione dei posti a sedere, pur
realizzata secondo la necessità, non deve in ogni caso costituire
impedimento ed ostacolo all’esodo delle persone in caso di emergenza”,
si ritiene che per le sale del giuoco del Bingo vadano seguiti i
seguenti criteri:
a) i tavoli da giuoco vanno fissati stabilmente al pavimento;
b) la distribuzione dei tavoli da giuoco deve garantire:
– facilità di accesso e di esodo per ciascuna postazione di giuoco;
– la possibilità che ogni tavolo abbia almeno un affaccio su di un
passaggio interno alla sala;
c) la sala deve essere servita da passaggi interni, atti a garantire
la normale movimentazione delle persone, nonché l’esodo delle stesse
verso le uscite in caso di emergenza. Tali passaggi devono avere
larghezza di almeno 1,20 ml., al netto dello spazio necessario per la
movimentazione dei sedili delle postazioni di giuoco.
– Affollamento
Si rammenta che il numero massimo delle postazioni di giuoco, ammesse
nella sala, va correlato ad una densità di affollamento di 1,5
mq./postazione, così come stabilito all’art. 12 del Decreto
Direttoriale del Ministero delle Finanze del 16 novembre 2000
(Approvazione del regolamento di gioco) pubblicato sulla G.U. n. 279
del 29 novembre 2000.
Pertanto l’affollamento delle sale va determinato, in funzione della
superficie delle stesse, applicando la densità di affollamento
soprariportata.
Con l’occasione si ribadisce, sulla base di quanto già chiarito con
circolare MI.SA. n. 22 del 14 dicembre 1992, che le sale del
giuoco del Bingo non sono soggette all’obbligo dei controlli da parte
delle Commissioni di Vigilanza sui locali di pubblico
spettacolo.

Criteri di sicurezza antincendio applicabili alle sale del giuoco del “Bingo”

Chimici.info