CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO - INTESA 8 luglio 2010 | Chimici.info

CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO – INTESA 8 luglio 2010

CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO - INTESA 8 luglio 2010 - Intesa, ai sensi dell'articolo 5 dell'Accordo Stato-Regioni, rep. n. 1805 del 24 luglio 2003, sull'ipotesi di accordo collettivo nazionale per la disciplina dei rapporti con i medici specialisti ambulatoriali interni, medici veterinari ed altre professionalita' sanitarie (biologi, chimici e psicologi) - biennio economico 2008-2009. (10A09051) - (GU n. 176 del 30-7-2010 - Suppl. Ordinario n.175)

CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO LE REGIONI E LE
PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO

INTESA 8 luglio 2010

Intesa, ai sensi dell’articolo 5 dell’Accordo Stato-Regioni, rep. n.
1805 del 24 luglio 2003, sull’ipotesi di accordo collettivo nazionale
per la disciplina dei rapporti con i medici specialisti ambulatoriali
interni, medici veterinari ed altre professionalita’ sanitarie
(biologi, chimici e psicologi) – biennio economico 2008-2009.
(10A09051)

LA CONFERENZA PERMANENTE
PER I RAPPORTI TRA LO STATO,
LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME
DI TRENTO E BOLZANO

Nella odierna seduta dell’8 luglio 2010:
Vista la legge 27 dicembre 2002, n. 289, che all’art. 52, comma 27,
nel sostituire l’art. 4, comma 9, della legge 30 dicembre 1991, n.
412:
ha istituito la Struttura Interregionale Sanitari Convenzionati –
SISAC, per la disciplina dei rapporti con il personale convenzionato
con il Servizio sanitario nazionale;
ha previsto che tale struttura, che rappresenta la delegazione di
parte pubblica per il rinnovo degli accordi riguardanti il personale
sanitario a rapporto convenzionale, sia costituita da rappresentanti
regionali nominati dalla Conferenza dei Presidenti delle Regioni e
delle Province autonome;
ha disposto che della delegazione facciano parte, limitatamente
alle materie di rispettiva competenza, i rappresentanti dei Ministeri
dell’economia e delle finanze, del lavoro e delle politiche sociali,
e della salute, designati dai rispettivi Ministri;
ha demandato ad un accordo in questa Conferenza la disciplina del
procedimento di contrattazione collettiva relativo ai predetti
accordi, tenendo conto di quanto previsto dagli articoli 40, 41, 42,
46, 47, 48 e 49 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165;
Visto l’art. 2-nonies della legge 26 maggio 2004, n. 138, di
conversione in legge del decreto-legge 29 marzo 2004, n. 81, che
dispone che il contratto del personale sanitario a rapporto
convenzionale e’ garantito sull’intero territorio nazionale da
convenzioni conformi agli accordi collettivi nazionali stipulati
mediante il procedimento di contrattazione collettiva definito con
l’accordo in questa Conferenza Stato – Regioni previsto dal citato
art. 4, comma 9, della legge 30 dicembre 1991, n. 412, e successive
modificazioni e che l’accordo nazionale e’ reso esecutivo con
l’intesa sancita in questa Conferenza, con le modalita’ di cui
all’articolo 3 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281;
Visto il proprio atto rep. n. 1805 del 25 luglio 2003, con il
quale, in attuazione del citato art. 52, comma 27, della legge n. 289
del 2002, si e’ proceduto alla disciplina del procedimento di
contrattazione collettiva in questione;
Vista l’ipotesi di accordo collettivo nazionale per la disciplina
dei rapporti con i medici specialisti ambulatoriali interni, medici
veterinari ed altre professionalita’ sanitarie (biologi, chimici e
psicologi) – biennio economico 2008-2009, Allegato A, parte
integrante del presente atto, inviata a questa Conferenza dal
Presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome,
con nota in data 6 maggio 2010, diramata con lettera dell’11 maggio
2010, al fine di acquisire l’intesa in oggetto di cui all’art.
2-nonies, comma 1, della legge 26 maggio 2004 n. 138 di conversione
in legge del decreto-legge 29 marzo 2004, n. 81 ed all’art. 5 del
citato Accordo Stato Regioni rep. n. 1805 del 24 luglio 2003;
Considerato che, con nota del 18 maggio 2010, diramata con lettera
del 24 maggio 2010, il Presidente della Conferenza delle Regioni e
delle Province autonome, ad integrazione della documentazione in
precedenza inviata, ha trasmesso copia, Allegato B, parte integrante
del presente atto, delle dichiarazioni a verbale CISL medici da
allegare in coda al testo negoziale;
Vista la lettera del 21 maggio 2010, diramata con nota del 25
maggio 2010, con la quale la Corte dei Conti ha inviato copia
autentica della delibera di certificazione sull’ipotesi di accordo di
cui trattasi adottata dalle Sezioni riunite, in sede di controllo,
nella Camera di consiglio del 5 maggio 2010;
Considerato che le Sezioni riunite della Corte dei Conti, con
riferimento all’ipotesi di accordo collettivo in oggetto, hanno
deliberato, con le raccomandazioni di cui al «rapporto di
certificazione» allegato alla delibera adottata, che «sussistono i
presupposti per una certificazione della compatibilita’ economico
finanziaria degli oneri connessi con le ipotesi di accordo»;
Considerato che l’argomento e’ stato iscritto all’ordine del giorno
della seduta di questa Conferenza del 27 maggio 2010 e che la stessa
non ha avuto luogo;
Acquisito nel corso dell’odierna seduta l’assenso del Governo e dei
Presidenti delle Regioni e Province autonome sulla ipotesi di
contratto in esame;

Sancisce intesa

sull’ipotesi di accordo collettivo nazionale per la disciplina dei
rapporti con i medici specialisti ambulatoriali interni, medici
veterinari ed altre professionalita’ sanitarie (biologi, chimici e
psicologi) – biennio economico 2008-2009, Allegati A e B, parti
integranti del presente atto, di cui in premessa.

Il Presidente: Fitto

Il Segretario: Siniscalchi

Allegato A

Parte di provvedimento in formato grafico

CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO – INTESA 8 luglio 2010

Chimici.info