COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE - 9 novembre 2007 | Chimici.info

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA – DELIBERAZIONE – 9 novembre 2007

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE - 9 novembre 2007 - Assegnazione di una prima quota di 500 milioni di euro a carico del Fondo per le aree sottoutilizzate, per il finanziamento degli interventi di viabilita' secondaria nelle regioni Calabria e Sicilia (legge finanziaria 2007, articolo 1, comma 1152). (Deliberazione n. 122/2007). (GU n. 73 del 27-3-2008 - Suppl. Ordinario n.72)

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

DELIBERAZIONE 9 novembre 2007 –

Assegnazione di una prima quota di 500 milioni di euro a carico del
Fondo per le aree sottoutilizzate, per il finanziamento degli
interventi di viabilita’ secondaria nelle regioni Calabria e Sicilia
(legge finanziaria 2007, articolo 1, comma 1152). (Deliberazione n.
122/2007).

IL COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA
Visto il decreto legislativo 3 aprile 1993, n. 96, concernente la
cessazione dell’intervento straordinario nel Mezzogiorno ed in
particolare l’art. 19, comma 5, che istituisce un Fondo cui
affluiscono le disponibilita’ di bilancio per il finanziamento delle
iniziative nelle aree depresse del Paese;
Visto il decreto-legge 8 febbraio 1995, n. 32, convertito nella
legge 7 aprile 1995, n. 104, recante norme per l’avvio
dell’intervento ordinario nelle aree depresse del territorio
nazionale;
Visti il decreto-legge 23 febbraio 1995, n. 41 convertito nella
legge 22 marzo 1995, n. 85, il decreto-legge 23 giugno 1995, n. 244,
convertito nella legge 8 agosto 1995, n. 341, il decreto-legge
23 ottobre 1996, n. 548, convertito nella legge 20 dicembre 1996, n.
641, il decreto-legge 25 marzo 1997, n. 67, convertito nella legge
23 maggio 1997, n. 135, e la legge 30 giugno 1998, n. 208,
provvedimenti tutti intesi a finanziare la realizzazione di
iniziative dirette a favorire lo sviluppo sociale ed economico delle
aree depresse del Paese;
Viste inoltre le leggi 23 dicembre 1998, n. 449 (finanziaria 1999),
23 dicembre 1999, n. 488 (finanziaria 2000), 23 dicembre 2000, n. 388
(finanziaria 2001), 28 dicembre 2001, n. 448 (finanziaria 2002),
27 dicembre 2002, n. 289 (finanziaria 2003), 24 dicembre 2003, n. 350
(finanziaria 2004), 30 dicembre 2004, n. 311 (finanziaria 2005),
23 dicembre 2005, n. 266 (finanziaria 2006), 27 dicembre 2006, n. 296
(finanziaria 2007) che recano fra l’altro autorizzazioni di spesa
volte ad assicurare il rifinanziamento della predetta legge n.
208/1998 per la prosecuzione degli interventi nelle aree depresse;
Visti in particolare gli articoli 60 e 61 della legge 27 dicembre
2002, n. 289 (legge finanziaria 2003), con i quali vengono istituiti,
presso il Ministero dell’economia e delle finanze e il Ministero
delle attivita’ produttive, i Fondi per le aree sottoutilizzate
(coincidenti con l’ambito territoriale delle aree depresse di cui
alla legge n. 208/1998 e al citato Fondo istituito dall’art. 19,
comma 5, del decreto legislativo n. 96/1993) nei quali si concentra e
si da’ unita’ programmatica e finanziaria all’insieme degli
interventi aggiuntivi a finanziamento nazionale che, in attuazione
dell’art. 119, comma 5, della Carta costituzionale, sono rivolti al
riequilibrio economicoe sociale fra aree del Paese, e viene stabilita
la possibilita’ che questo Comitato, presieduto in maniera non
delegabile dal Presidente del Consiglio dei Ministri, in relazione
allo stato di attuazione degli interventi finanziati o alle esigenze
espresse dal mercato in merito alle singole misure, trasferisca
risorse dall’uno all’altro Fondo , con i conseguenti effetti di
bilancio;
Visto inoltre l’art. 1, comma 1152, della citata legge finanziaria
2007 che prevede, per interventi di ammodernamento e di potenziamento
della viabilita’ secondaria esistente nelle regioni Calabria e
Sicilia non compresa nelle strade gestite da ANAS S.p.a.,
l’assegnazione di una quota rispettivamente pari a 150 e 350 milioni
di euro per ciascuno degli anni 2007, 2008 e 2009 in sede di riparto
delle somme stanziate sul Fondo per le aree sottoutilizzate (FAS) di
cui al citato art. 61 della legge n. 289/2002;
Tenuto conto che, nella seduta del 3 agosto 2007, questo Comitato
ha gia’ preso atto dell’esigenza di un primo stanziamento di 500
milioni di euro che consenta, in attuazione del sopracitato
comma 1152, di fronteggiare le occorrenze connesse ai predetti
interventi di viabilita’ secondaria nelle due regioni;
Vista la nota n. 17964 del 7 novembre 2007 del Ministro dello
sviluppo economico con la quale, per corrispondere alle pressanti
attese delle comunita’ locali interessate al tempestivo avvio degli
interventi infrastrutturali previsti dal richiamato comma 1152, si
propone l’effettiva assegnazione a favore delle due predette regioni
di un primo stanziamento di 500 milioni di euro a valere sulle
risorse del FAS recate dall’art. 1, comma 863, della legge
finanziaria 2007;
Considerato che la detta proposta prevede altresi’ che il Ministero
dello sviluppo economico provvedera’ ad individuare, sentita la
Conferenza Stato-regioni, la piu’ idonea imputazione di tale prima
assegnazione nell’ambito della proposta in corso di definizione,
relativa al complessivo riparto, per amministrazioni e per programmi,
delle risorse del FAS stanziate per il periodo 2007-2013, che sara’,
entro breve termine, sottoposto all’esame di questo Comitato;
Considerato altresi’ che, con la successiva nota del Vice Ministro
dello sviluppo economico n. 0025227 dell’8 novembre 2007, viene
precisato che il citato importo di 500 milioni di euro gravera’ per
90 milioni di euro sulla dotazione finanziaria relativa all’anno
2007, per 100 milioni di euro su quella relativa all’anno 2008 e per
310 milioni di euro sulla dotazione per l’anno 2009 e che lo stesso
importo va destinato, come previstodalla normativa di riferimento,
nella misura di 150 milioni di euro a favore degli interventi di
ammodernamento e di potenziamento della viabilita’ secondaria
esistente nella regione Calabria e nella misura di 350 milioni di
euro a favore degli interventi da realizzare nella regione Sicilia;
Ritenuto pertanto di poter procedere, come proposto dal Ministro
dello sviluppo economico, ad una prima assegnazione di 500 milioni di
euro a favore delle due dette regioni al fine di corrispondere con
sollecitudine alle pressanti richieste dei territori interessati per
un immediato avvio degli interventi e tenuto conto che tale
assegnazione trovera’, come sottolineato dal Ministero proponente,
idonea imputazione nell’ambito della piu’ ampia ripartizione, per
amministrazioni e programmi, delle risorse del FAS destinate alla
programmazione per il periodo 2007-2013, che sara’ prossimamente
sottoposta all’esame di questo Comitato previo parere della
Conferenza unificata;

Delibera:
In attuazione dell’art. 1, comma 1152, della legge n. 296/2006
(finanziaria 2007) e’ disposta una prima assegnazione di 500 milioni
di euro a favore delle regioni Calabria e Sicilia, nella misura
rispettivamente di 150 e 350 milioni di euro, per interventi di
ammodernamento e di potenziamento della viabilita’ secondaria
esistente nelle due regioni non compresa nelle strade gestite da ANAS
S.p.a.
Come richiamato in premessa, l’articolazione pluriennale di tale
assegnazione complessiva di 500 milioni di euro e’ la seguente: 90
milioni di euro per l’anno 2007, 100 milioni di euro per l’anno 2008
e 310 milioni di euro per l’anno 2009.
Roma, 9 novembre 2007

Il Presidente
Prodi

Il segretario del CIPE
Gobbo
Registrato alla Corte dei conti il 6 marzo 2008
Ufficio controllo atti Ministeri economico-finanziari, registro n. 1
Economia e finanze, foglio n. 244

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA – DELIBERAZIONE – 9 novembre 2007

Chimici.info