COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE 3 agosto 2007 | Chimici.info

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA – DELIBERAZIONE 3 agosto 2007

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE 3 agosto 2007 - Approvazione del primo programma nazionale triennale della pesca e dell'acquacoltura 2007/2009 - Decreto legislativo n. 154/2004. (Deliberazione n. 74/2007). (GU n. 26 del 31-1-2008- Suppl. Ordinario n.26)

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

DELIBERAZIONE 3 agosto 2007

Approvazione del primo programma nazionale triennale della pesca e
dell’acquacoltura 2007/2009 – Decreto legislativo n. 154/2004.
(Deliberazione n. 74/2007).

IL COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA
Visto il decreto legislativo 26 maggio 2004, n. 154, concernente la
modernizzazione del settore della pesca e dell’acquacoltura e, in
particolare, l’art. 5 che prevede l’approvazione da parte di questo
Comitato del Programma nazionale triennale della pesca e
dell’acquacoltura;
Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, recante
riforma dell’organizzazione del Governo, a norma dell’art. 11 della
legge 15 marzo 1997, n. 59 e, in particolare, l’art. 33 relativo
all’attribuzione di funzioni al Ministero delle politiche agricole e
forestali;
Visto il decreto-legge 18 maggio 2006, n. 181, convertito, con
modificazioni, nella legge 17 luglio 2006, n. 233, recante
disposizioni in materia di riordino delle attribuzioni della
Presidenza del Consiglio dei Ministri e dei Ministeri, con il quale
e’ stata modificata la denominazione del Ministero delle politiche
agricole e forestali in «Ministero delle politiche agricole,
alimentari e forestali»;
Vista la legge 27 dicembre 2006, n. 296, recante «Disposizioni per
la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato» (legge
finanziaria 2007), che per l’attuazione del Piano nazionale della
pesca marittima reca, in tab. C, risorse complessive pari a
40.494.695 euro, (14.121.000 euro, come rideterminato dall’art. 1,
comma 507, della stessa legge finanziaria per l’anno 2007 in
12.331.695 euro, 13.939.000 euro per il 2008 e 14.224.000 euro per il
2009);
Vista la medesima legge finanziaria 2007 che in tab. F prevede
risorse aggiuntive rispetto alle dotazioni di cui alla tabella C
sopra citata a favore del Fondo unico investimenti (FUI) da ripartire
per investimenti in agricoltura, foreste e pesca, pari a 235.600.000
euro per il 2007, 220.000.000 euro per il 2008 e 270.000.000 euro per
il 2009, per un importo complessivo nel triennio di 725.600.000 euro,
nel cui ambito lo stesso Ministero individua in 13.375.000 euro la
somma da destinare al Programma triennale della pesca e
dell’acquacoltura per ciascuno degli anni 2007, 2008 e 2009;
Visti gli Orientamenti per l’esame degli aiuti di Stato nel settore
della pesca e dell’acquacoltura (GUCE n. C229/2004);
Visto il regolamento (CE) n 1198/2006 del Consiglio del 27 luglio
2006, relativo al Fondo europeo per la pesca;
Visto il regolamento (CEE) n. 2847/1993 del Consiglio del
12 ottobre 1993, che istituisce un regime di controllo applicabile
nell’ambito della politica comune della pesca;
Visto il regolamento (CE) n. 1967/2006 del 21 dicembre 2006 del
Consiglio, relativo alle misure di gestione per lo sfruttamento
sostenibile delle risorse della pesca nel Mare Mediterraneo e che
modifica il sopra citato regolamento n. 2847/1993;
Vista la nota n. 0020192 del 12 luglio 2007, con la quale il
Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali ha
sottoposto a questo Comitato la proposta relativa all’approvazione
del Programma nazionale triennale della pesca e dell’acquacoltura
2007-2009;
Vista la nota n. Gab/2007/8829 del 30 luglio 2007 con la quale il
Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare ha
confermato il proprio parere favorevole in merito ai contenuti del
suddetto Programma;
Considerato che il Tavolo azzurro istituito con il citato decreto
legislativo n. 154/2004 e la Commissione consultiva centrale per la
pesca e per l’acquacoltura si sono espresse favorevolmente nelle
sedute rispettivamente dell’11 maggio 2007 e del 24 maggio 2007;
Tenuto conto che il Programma in esame ha ottenuto il parere
favorevole della Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato,
le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano nella seduta
del 12 luglio 2007;
Su proposta del Ministro delle politiche agricole alimentari e
forestali;
Delibera:
1. E’ approvato il primo Programma nazionale triennale della
pesca marittima e dell’acquacoltura per il periodo 2007-2009, ai
sensi della normativa richiamata in premessa.
2. La ripartizione dei fondi per settore d’intervento e’ riportata
nella tabella allegata che costituisce parte integrante della
presente deliberazione.
3. Al fine di garantire la necessaria flessibilita’ nell’utilizzo
delle risorse, eventuali rideterminazioni degli importi contenute nel
limite del 20% delle singole voci di spesa restano nella competenza
del Ministero proponente che ne dara’ informativa a questo Comitato.
4. Nell’attuazione del programma il Ministero delle politiche
agricole alimentari e forestali avra’ cura di verificare la coerenza
degli interventi previsti con la normativa comunitaria per il settore
della pesca e dell’acquacoltura.
5. Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali
informera’ annualmente questo Comitato sullo stato di attuazione del
programma e sulle piu’ significative problematiche emerse nel corso
dell’attuazione.
Roma, 3 agosto 2007

Il Presidente: Prodi

Il segretario del CIPE: Gobbo

Registrato alla Corte dei conti il 18 dicembre 2007
Ufficio di controllo Ministeri economico-finanziari, registro n. 6,
Economia e finanze, foglio n. 225

—-> Vedere a pag. 27 in formato zip/pdf

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA – DELIBERAZIONE 3 agosto 2007

Chimici.info