COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE 29 marzo 2006 | Chimici.info

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA – DELIBERAZIONE 29 marzo 2006

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE 29 marzo 2006 - Assegnazione a favore del progetto Calabria. Accantonamenti a carico del Fondo per le aree sottoutilizzate. (Delibere CIPE n. 2/2006 e 3/2006). (Deliberazione n. 118/06). (GU n. 259 del 7-11-2006)

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

DELIBERAZIONE 29 marzo 2006

Assegnazione a favore del progetto Calabria. Accantonamenti a carico
del Fondo per le aree sottoutilizzate. (Delibere CIPE n. 2/2006 e
3/2006). (Deliberazione n. 118/06).

IL COMITATO INTERMINISTERIALE
PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA
Vista la legge n. 64 del 1° marzo 1986 di disciplina
dell’intervento straordinario nel Mezzogiorno;
Visto il decreto-legge 22 ottobre 1992, n. 415, convertito nella
legge 19 dicembre 1992, n. 488, recante modifiche alla legge 1° marzo
1986, n. 64, di disciplina dell’intervento straordinario nel
Mezzogiorno e norme per l’agevolazione delle attivita’ produttive;
Visto il decreto legislativo 3 aprile 1993, n. 96, concernente la
cessazione dell’intervento straordinario nel Mezzogiorno e in
particolare l’art. 19, comma 5, che ha istituito un Fondo cui far
affluire le disponibilita’ di bilancio recate dalle predette leggi;
Visto il decreto-legge 8 febbraio 1995, n. 32, convertito nella
legge 7 aprile 1995, n. 104, recante norme per l’avvio
dell’intervento ordinario nel Mezzogiorno;
Visti il decreto-legge 23 febbraio 1995, n. 41, convertito nella
legge 22 marzo 1995, n. 85; il decreto-legge 23 giugno 1995, n. 244,
convertito nella legge 8 agosto 1995, n. 341; il decreto-legge
23 ottobre 1996, n. 548, convertito nella legge 20 dicembre 1996, n.
641; il decreto-legge 25 marzo 1997, n. 67, convertito nella legge
23 maggio 1997, n. 135 e la legge 30 giugno 1998, n. 208, come da
ultimo modificata in forza dell’art. 73 della legge 28 dicembre 2001,
n. 448, provvedimenti tutti intesi a finanziare, in conformita’ a
quanto previsto dal comma 5 dell’art. 119 della Costituzione, la
realizzazione di interventi speciali e aggiuntivi diretti a
promuovere nelle aree sottoutilizzate lo sviluppo economico, la
coesione e la solidarieta’ sociale, nonche’ a rimuovere gli squilibri
economici e sociali;
Viste le leggi 23 dicembre 1998, n. 449 (finanziaria 1999),
23 dicembre 1999, n. 488 (finanziaria 2000), 23 dicembre 2000, n. 388
(finanziaria 2001), 28 dicembre 2001, n. 448 (finanziaria 2002) che,
oltre ad assicurare il rifinanziamento della predetta legge n.
208/1998 per la prosecuzione dei suddetti interventi, recano
disposizioni in materia di autoimprenditorialita’ e autoimpiego,
credito di imposta per investimenti e credito di imposta per
l’incremento dell’occupazione;
Vista la legge 21 dicembre 2001, n. 443, recante delega al Governo
in materia di infrastrutture ed insediamenti produttivi strategici ed
altri interventi per il rilancio delle attivita’ produttive;
Visti gli articoli 60 e 61 della legge 27 dicembre 2002, n. 289,
(finanziaria 2003) con i quali vengono istituiti, presso il Ministero
dell’economia e delle finanze e il Ministero delle attivita’
produttive, Fondi per le aree sottoutilizzate nei quali si concentra
e si da’ unita’ programmatica e finanziaria all’insieme dei predetti
interventi speciali e aggiuntivi a finanziamento nazionale, sono
identificati gli strumenti di intervento finanziabili con i Fondi in
questione, si prevede che le Amministrazioni riferiscano a questo
Comitato in ordine all’andamento degli strumenti e sono definite le
procedure con cui questo Comitato, presieduto dal Presidente del
Consiglio dei Ministri, trasferisce le risorse dall’uno all’altro
Fondo, con i conseguenti effetti di bilancio;
Vista la legge 23 dicembre 2005, n. 266 (finanziaria 2006), che
reca fra l’altro, in tabella D), una dotazione aggiuntiva del Fondo
per le aree sottoutilizzate di 8.500 milioni di euro (100 per il
2006, 100 per il 2007 e 8.300 per il 2008), oltre ad una dotazione
aggiuntiva a favore della ricerca applicata, pari a 160 milioni di
euro per il periodo 2006-2008 (10 per il 2006, 50 per il 2007 e 100
per il 2008);
Considerato che, per effetto delle riduzioni del Fondo per le aree
sottoutilizzate disposte dal decreto-legge 3 gennaio 2006, n. 1,
convertito con modificazioni nella legge 27 gennaio 2006, n. 22 e dal
decreto-legge 10 gennaio 2006, n. 2, convertito con modificazioni
nella legge 11 marzo 2006, n. 81, nonche’ delle riduzioni apportate
con la stessa legge finanziaria 2006 (art. 1, commi 114, 341 e 430) e
tenuto conto della anticipazione disposta per l’autostrada
Salerno-Reggio Calabria di cui alla propria delibera n. 1/2006,
adottata in data 22 marzo 2006, la dotazione aggiuntiva del citato
Fondo ha subito una riduzione complessiva di 2.442,26 milioni di euro
per il quadriennio 2006-2009, passando da 8.660 a 6.217,74 milioni di
euro;
Viste le proprie delibere 6 agosto 1999, n. 139 (Gazzetta Ufficiale
n. 254/1999), 15 febbraio 2000, n. 14 (Gazzetta Ufficiale n.
96/2000), 4 agosto 2000, n. 84 (Gazzetta Ufficiale n. 268/2000),
21 dicembre 2000 n. 138 (Gazzetta Ufficiale n. 34/2001), 4 aprile
2001, n. 48 (Gazzetta Ufficiale n. 142/2001), 3 maggio 2002, n. 36
(Gazzetta Ufficiale n. 167/2002), 9 maggio 2003, n. 16 (Gazzetta
Ufficiale n. 156/2003), 9 maggio 2003, n. 17 (Gazzetta Ufficiale n.
155/2003), 25 luglio 2003, n. 23 (Gazzetta Ufficiale n. 185 /2003),
13 novembre 2003, n. 83 (Gazzetta Ufficiale n. 48/2004), 29 settembre
2004, n. 19 (Gazzetta Ufficiale n. 254/2004) e n. 20 (Gazzetta
Ufficiale n. 265/2004), 18 marzo 2005, n. 19 (Gazzetta Ufficiale n.
225/2005), 27 maggio 2005, n. 34 (Gazzetta Ufficiale n. 235/2005), n.
35 (Gazzetta Ufficiale n. 237/2005) e 22 marzo 2006, n. 1 con le
quali si e’ provveduto, nel tempo, ad effettuare il riparto delle
risorse per interventi nelle aree in questione;
Vista la propria delibera 22 marzo 2006, n. 2, concernente la
ripartizione generale delle risorse per interventi nelle aree
sottoutilizzate di cui al citato Fondo per il periodo 2006-2009, per
il complessivo importo di 6.217,74 milioni di euro, da destinare al
finanziamento di programmi regionali e nazionali, che ha, tra
l’altro, previsto un accantonamento di 5,72 milioni di euro da
assegnare, unitamente ad ulteriori risorse che si dovessero rendere
disponibili in corso d’anno, in relazione all’efficacia e rapidita’
degli interventi, allo stato di attuazione degli stessi, alle
esigenze espresse dal mercato;
Vista la propria delibera 22 marzo 2006, n. 3, concernente la
ripartizione dell’importo di 4.100 milioni di euro per il periodo
2006-2009, a titolo di rifinanziamento della legge n. 208/1998, art.
1, comma 1, da destinare al finanziamento di programmi regionali e
nazionali, che ha, tra l’altro, previsto un accantonamento di 2,30
milioni di euro da assegnare, unitamente ad ulteriori risorse che si
dovessero rendere disponibili in corso d’anno, in relazione
all’efficacia e rapidita’ degli interventi, allo stato di attuazione
degli stessi, alle esigenze espresse dal mercato;
Vista la richiesta del Ministro delle infrastrutture e trasporti n.
18820/2006/SP del 24 marzo 2006 con la quale e’ stata rappresentata
l’esigenza – per procedere ad una programmazione integrata tra le
infrastrutture realizzate e quelle in corso di realizzazione – di
assicurare un finanziamento integrativo per l’attuazione di un primo
intervento relativo al progetto definitivo del «2° lotto
dell’interporto programmato del Consorzio per lo sviluppo industriale
della provincia di Reggio Calabria – opere stradali, parcheggi,
impianti elettrici speciali, opere ferroviarie», per un importo di
7.569.708 euro;
Ritenuto opportuno accogliere la suddetta richiesta, utilizzando al
riguardo l’accantonamento disposto con la propria delibera n. 3/2006
pari a 2.300.000 euro e l’importo di 5.269.708 euro, quale quota
parte dell’accantonamento di 5.720.000 euro disposto con la propria
delibera n. 2/2006;
Considerato che il residuo accantonamento di 450.292 euro,
unitamente alle risorse che si renderanno disponibili in corso
d’anno, potra’ essere oggetto di specifiche assegnazioni in relazione
all’efficacia e rapidita’ degli interventi, allo stato di attuazione
degli stessi, alle esigenze espresse dal mercato;
Su proposta del Ministro dell’economia e delle finanze;
Delibera:
1. Per la realizzazione di un primo intervento relativo al progetto
definitivo del «2° lotto dell’interporto programmato del Consorzio
per lo sviluppo industriale della provincia di Reggio Calabria –
opere stradali, parcheggi, impianti elettrici speciali, opere
ferroviarie» e’ disposto il finanziamento di 7.569.708 euro,
utilizzando al riguardo l’accantonamento disposto con la propria
delibera n. 3/2006, pari a 2.300.000 euro e l’importo di 5.269.708
euro, quale quota parte dell’accantonamento di 5.720.000 euro
disposto con la propria delibera n. 2/2006.
Al fine di dare piena attuazione a quanto previsto dall’art. 1,
commi 16 e 17 della legge finanziaria per il 2005, in linea con
quanto previsto dalla delibera CIPE n. 2/2006, in ordine all’obbligo
di fornire informazioni non solo sugli interventi finanziati dal
Fondo per le aree sottoutilizzate, ma anche sulla realizzazione
dell’obiettivo di destinare almeno il 30% della spesa ordinaria nel
Mezzogiorno, si confermano gli adempimenti previsti al punto 11 della
citata delibera n. 2/2006.
2. Al fine di assicurare la necessaria tempestivita’ nell’utilizzo
delle risorse per le finalita’ di cui al punto precedente, il
Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato e’ autorizzato,
sin dalla…

[Continua nel file zip allegato]

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA – DELIBERAZIONE 29 marzo 2006

Chimici.info