Autorizzazione al Consorzio per la certificazione istituto di ricerche Breda - TUV Italia | Chimici.info

Autorizzazione al Consorzio per la certificazione istituto di ricerche Breda – TUV Italia

Autorizzazione al Consorzio per la certificazione istituto di ricerche Breda - TUV Italia - TUV Baviera, in Milano, al rilascio di certificazioni ed attestati di conformità CEE per prodotti diversi, ai sensi della direttiva 73/23/CEE
Decreto Ministeriale

IL DIRETTORE GENERALE
DELLA PRODUZIONE INDUSTRIALE
DEL MINISTERO DELL’INDUSTRIA
DEL COMMERCIO E DELL’ARTIGIANATO
DI CONCERTO CON
IL DIRETTORE GENERALE
DEGLI AFFARI ECONOMICI
DEL MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI
E
IL DIRETTORE GENERALE
DEI RAPPORTI DI LAVORO
DEL MINISTERO DEL LAVORO
E DELLA PREVIDENZA SOCIALE
Vista la direttiva CEE 19 febbraio 1973, n. 23;
Vista la legge 18 ottobre 1977, n. 791;
Vista l’istanza del Consorzio per la certificazione istituto di
ricerche Breda – TUV Italia – TUV Baviera, con sede in Milano, viale
Sarca, 336;
Visti gli articoli 7 e 8 della legge 18 ottobre 1977, n. 791;
Preso atto della convenzione per la esecuzione di talune prove di
laboratorio sottoscritta con la società Sequoia S.r.l.;
Considerato che la richiedente, sulla base della documentazione
inoltrata, ha a disposizione i macchinari e le attrezzature necessari;
Decreta:Art. 1
1. Consorzio per la certificazione istituto di ricerche Breda – TUV
Italia – TUV Baviera, è designato quale organismo incaricato di
rilasciare attestati di conformità, ai sensi dell’art. 7 della legge
n. 791/1977 di attuazione della direttiva 73/23/CEE per i
seguenti prodotti: – apparecchi elettrici di uso domestico e
similare;
– apparecchi di illuminazione;
– trasformatori di sicurezza e di isolamento;
– apparecchi elettronici per uso domestico o analogo uso generale
(esclusi i televisori ed i monitor);
– apparecchiature per la tecnologia dell’informazione comprese le
apparecchiature elettriche per ufficio;
– apparecchi per la cura della pelle e dei capelli limitatamente alla
norma CEI 61 – 73 (EN 60335 – 2 – 23) e varianti.Art. 2
1. Il Consorzio per la certificazione istituto di ricerche Breda – TUV
Italia – TUV Baviera, è tenuto ad inviare al Ministero dell’industria,
del commercio e dell’artigianato, ogni sei mesi, l’elenco degli
attestati di cui all’art. 7 della legge n. 791/1977 di attuazione
della direttiva CEE del 19 febbraio 1973, n. 23.
2. Il predetto organismo dovrà altresì tenere a disposizione delle
amministrazioni pubbliche adeguata documentazione sulle richieste e
concessioni di attestati, di cui ai precedenti articoli.Art. 3
1. Le spese occorrenti per la concessione degli attestati, delle
relazioni e dei pareri rilasciati ai sensi del presente decreto sono a
carico dei richiedenti.
2. Le tariffe praticate dal Consorzio per la certificazione istituto
di ricerche Breda – TUV Italia – TUV Baviera e le loro eventuali
variazioni, sono comunicate al Ministero dell’industria, del commercio
e dell’artigianato.Art. 4
1. Il Ministero dell’industria, del commercio e dell’artigianato si
riserva di revocare la designazione sopraindicata in presenza di
inadempienze agli obblighi previsti o di irregolare svolgimento dei
compiti demandati.

Autorizzazione al Consorzio per la certificazione istituto di ricerche Breda – TUV Italia

Chimici.info