AUTORITA' PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS | Chimici.info

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

AUTORITA' PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS - DELIBERAZIONE 12 luglio 2005: Disposizioni alla Cassa conguaglio per il settore elettrico. (Deliberazione n. 144/05). (GU n. 178 del 2-8-2005)

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

DELIBERAZIONE 12 luglio 2005

Disposizioni alla Cassa conguaglio per il settore elettrico.
(Deliberazione n. 144/05).

L’AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS
Nella riunione del 12 luglio 2005;
Visti:
la legge 14 novembre 1995, n. 481;
il decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79/1999 (di seguito:
decreto legislativo n. 79/1999);
il decreto-legge 18 febbraio 2003, n. 25, convertito, con
modificazioni, in legge 17 aprile 2003, n. 83;
il decreto del Ministro dell’industria, del commercio e
dell’artigianato, di concerto con il Ministro del tesoro, del
bilancio e della programmazione economica, 26 gennaio 2000, come
modificato con il decreto del Ministro dell’industria, del commercio
e dell’artigianato, di concerto con il Ministro del tesoro, del
bilancio e della programmazione economica, 17 aprile 2001;
il decreto del Ministro delle attivita’ produttive, di concerto
con il Ministro dell’economia e delle finanze, 6 agosto 2004;
il decreto del Ministro delle attivita’ produttive, di concerto
con il Ministro dell’economia e delle finanze, 10 marzo 2005;
decreto del Ministro delle attivita’ produttive, di concerto con
il Ministro dell’economia e delle finanze 22 giugno 2005, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 150 del 30 giugno 2005
(di seguito: decreto 22 giugno 2005);
Viste:
la deliberazione dell’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas
(di seguito: l’Autorita) 30 gennaio 2004, n. 5/04, come
successivamente modificata e integrata (di seguito: deliberazione n.
5/04);
il testo integrato delle disposizioni dell’Autorita’ per
l’energia elettrica e il gas per l’erogazione dei servizi di
trasmissione, distribuzione, misura e vendita dell’energia elettrica
– periodo di regolazione 2004-2007, approvato con deliberazione, n.
5/04, come successivamente modificato e integrato (di seguito: testo
integrato);
la deliberazione dell’Autorita’ 9 maggio 2005, n. 86/05;
la deliberazione dell’Autorita’ 6 giugno 2005, n. 101/05;
la deliberazione dell’Autorita’ 28 giugno 2005, n. 133/2005 (di
seguito: deliberazione n. 133/05);
Considerato che:
il decreto 22 giugno 2005, prevede, tra l’altro, disposizioni in
materia di modalita’ di rimborso dei costi non recuperabili;
le tempistiche del rimborso dei costi non recuperabili di cui al
precedente alinea rendono transitoriamente disponibili risorse
finanziarie inutilizzate nel conto di gestione di cui all’art. 71 del
testo integrato, finanziato dalla componente tariffaria A6 (di
seguito: conto A6);
con deliberazione n. 133/05 l’elemento VE e’ stato fissato pari a
zero;
Ritenuto opportuno dare disposizioni alla Cassa conguaglio per il
settore elettrico:
per l’erogazione dei rimborsi dei costi non recuperabili, in
coerenza con le disposizioni del decreto 22 giugno 2005 e con
l’obiettivo di minimizzazione dell’onere dovuto alla maturazione
degli interessi di cui all’art. 3, comma 5, del medesimo decreto
22 giugno 2005;
per l’utilizzo temporaneo delle disponibilita’ del conto A6 a
parziale copertura degli oneri gravanti sul conto per nuovi impianti
da fonti rinnovabili e assimilate, di cui all’art. 61 del testo
integrato;
per l’attivazione delle procedure finalizzate alla chiusura del
conto oneri per certificati verdi di cui all’art. 69 del testo
integrato;
Delibera:
Art. 1.
Definizioni
1.1. Ai fini del presente provvedimento, si applicano le
definizioni riportate all’art. 1 del testo integrato, allegato A alla
deliberazione dell’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas
30 gennaio 2004, n. 5/04 e sue successive modificazioni e
integrazioni (di seguito richiamato come il testo integrato),
integrato come segue:
conto A3 e’ il conto per nuovi impianti da fonti rinnovabili e
assimilate, alimentato dalla componente tariffaria A3;
conto A6 e’ il conto per la reintegrazione alle imprese
produttrici-distributrici dei costi sostenuti per l’attivita’ di
produzione di energia elettrica nella transizione, alimentato dalla
componente tariffaria A6.

Art. 2.
Rimborso dei costi non recuperabili
2.1. Entro il 30 luglio 2005 la Cassa effettua le erogazioni
previste dall’art. 3, comma 1, del decreto 22 giugno 2005, per un
importo complessivo pari a 300 milioni di euro, a favore dei soggetti
e secondo la ripartizione indicata nella tabella 1 allegata al
presente provvedimento.
2.2. Con cadenza trimestrale, a partire dal 30 settembre 2005, e
fino al 30 giugno 2006 la Cassa effettua le erogazioni previste
dall’art. 3, comma 2, del decreto 22 giugno 2005 a favore dei
soggetti e secondo la ripartizione indicata nella tabella 2 allegata
al presente provvedimento. Le erogazioni relative al primo e secondo
trimestre dell’anno 2006 sono effettuate il primo giorno di ciascuno
dei due trimestri.
2.3. Le erogazioni di cui al comma 2.2 sono pari a 80 milioni di
euro ciascuna.
2.4. Con successivo provvedimento l’Autorita’ emanera’ le
disposizioni per l’attuazione di quanto previsto dall’art. 3, comma
3, del decreto 22 giugno 2005 e per le erogazioni successive al
30 giugno 2006.
2.5. Le erogazioni di cui ai precedenti commi 2.1 e 2.2 sono
effettuate utilizzando le disponibilita’ del conto A6.

Art. 3.
Utilizzo transitorio di giacenze del conto A6
3.1. La Cassa, fino al 30 giugno 2006, e’ autorizzata a trasferire
giacenze esistenti presso il conto A6, entro i limiti di cui al comma
3.2, per la copertura degli oneri in capo al conto A3 eccedenti la
disponibilita’ di Cassa del conto medesimo.
3.2. L’utilizzo di giacenze esistenti presso il conto A6 per far
fronte a carenze del conto A3 ai sensi di quanto previsto dal comma
3.1, e’ consentito entro il limite massimo di 300 milioni di euro
eccedenti l’esposizione di Cassa alla data dell’8 luglio 2005 del
conto A3 nei confronti del conto A6.

Art. 4.
Conto oneri per certificati verdi
4.1. Successivamente alla liquidazione ovvero all’incasso di tutte
le partite economiche di pertinenza del conto oneri per certificati
verdi di cui all’art. 69 del testo integrato, e comunque entro il
15 ottobre 2005, la Cassa invia all’Autorita’ un resoconto della
situazione del predetto conto.
4.2. Con successivo provvedimento, l’Autorita’ adotta le
disposizioni necessarie per la chiusura del conto oneri per
certificati verdi di cui all’art. 69 del testo integrato.

Art. 5.
Disposizioni finali
5.1. Il presente provvedimento e’ notificato alla Cassa conguaglio
per il settore elettrico.
5.2. Il presente provvedimento e’ pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana e nel sito internet
dell’Autorita’ (www.autorita.energia.it) affinche’ entri in vigore
dalla data della sua pubblicazione.
Milano, 12 luglio 2005
Il presidente: Ortis

Allegato

—-> Vedere tabelle di pag. 50 in formato zip/pdf

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Chimici.info